L'AI Phone di Telekom vuole portare gli smartphone verso un futuro senza app

Date:

Share post:

Giampaolo Lettiere
Giampaolo Lettiere
"Esperto di birra per tutta la vita. Appassionato di viaggi in generale. Appassionato di social media. Esperto di zombi. Comunicatore."

In vista del Mobile World Congress 2024, Deutsche Telekom ha fatto un grande annuncio: “Telekom vuole liberare gli smartphone dalle app”. In questo progetto, il gruppo ha collaborato con lo sviluppatore di chip Qualcomm e la startup di intelligenza artificiale Brain AI.

AI naturale: uno smartphone abilitato all'intelligenza artificiale crea un'interfaccia per ogni richiesta

Jerry Yu, capo dell'intelligenza artificiale del cervello, allo stand di Telekom. (Immagine: t3n)

Come ha spiegato Deutsche Telekom al MWC, uno smartphone abilitato all’intelligenza artificiale dovrebbe rendere superfluo l’uso delle singole app. Brain AI, conosciuta come Natural AI, è in grado di creare la propria interfaccia per ogni richiesta o attività e quindi gestire una serie di attività per te.

Lo smartphone e il software sono ancora oggi intesi come concetti, per cui la gamma di funzioni presentate al MWC è abbastanza gestibile: da un lato si cercavano collegamenti aerei con destinazioni e orari diversi utilizzando i comandi vocali, dall'altro da un lato, le persone hanno iniziato a cercare regali per persone di età diverse.

Demo del concetto di telefono AI presso lo stand di Deutsche Telekom al MWC. (Immagine: t3n)

Dopo una ricerca riuscita è possibile prenotare un viaggio tramite l'interfaccia o effettuare un ordine direttamente, ad esempio su Amazon. Purtroppo al momento non è chiaro come l’IA naturale acceda ai dati di accesso delle piattaforme in questione. Ovviamente il pagamento potrà essere effettuato tramite Google Pay.

Il telefono AI di Telekom è finora solo un concetto

Finora lo smartphone abilitato all'intelligenza artificiale di Telekom e dei relativi partner non è un dispositivo specifico. Il prodotto offerto si basa sul T-Phone di Telekom, che è dotato del chipset Snapdragon 8 Gen 3 già esistente di Qualcomm. Dal punto di vista software, il dispositivo si basa sul sistema operativo Android ed è dotato di un’interfaccia AI che il presidente di Brain AI Jerry Yu descrive come un “large business model” (LAM).

In un certo senso, l'obiettivo del LAM è apprendere e sostituire i compiti di altre applicazioni in modo da renderle superflue a lungo termine. Durante una presentazione allo stand di Telekom, Yue ha spiegato che le app di oggi sono ancora ferme all'era di Yahoo. L’intelligenza artificiale naturale mira a cambiare radicalmente l’uso degli smartphone proprio come Google ha rivoluzionato la ricerca e Internet.

L'AI-Phone può fare molto più che un semplice input vocale

Durante la demo sul palco, il CEO ha semplicemente dimostrato l'interfaccia che consente l'input vocale. Trattandosi però di un modulo multimediale è possibile inserire i dati anche tramite immissione di testo. Ciò significa che l'interfaccia naturale può essere utilizzata anche quando i comandi vocali non sono convenienti.

Anche il CEO di Telekom Timo Höttges e il ministro federale per gli affari digitali e i trasporti Volker Vissing hanno mostrato interesse per il telefono AI. (Immagine: t3n)

Lo stato attuale dell'AI Phone non riguarda solo l'interfaccia naturale: scorrendo l'interfaccia viene ancora visualizzata la familiare panoramica delle app di uno smartphone Android. Non è chiaro se in futuro le cose andranno diversamente. Attualmente si dice che vogliano dare agli utenti la libertà di scegliere tra l'interfaccia naturale e le app.

L'interfaccia naturale non è del tutto nuova e non è un'esclusiva di Telekom. Brain AI ha già annunciato l'app Natural AI nel 2020. Nell'App Store di Apple puoi farlo L'applicazione è già stata scaricata E installali sui dispositivi iPhone. A differenza dell'app per iPhone, le operazioni sul futuro telefono AI – come nel prototipo mostrato – dovranno avvenire in parte nel cloud, ma anche in parte direttamente sullo smartphone, il che significa che le procedure vengono eseguite più velocemente e in modo più sicuro. BENE.

L'azienda lascia aperta la questione quando ci si può aspettare uno smartphone AI pronto per il mercato e senza app, come immagina Deutsche Telekom. Tuttavia, la cosa interessante è che si tratta di un ibrido tra il Rabbit R1 e uno smartphone classico, combinando così tutti i vantaggi e gli svantaggi dei fattori di forma.

Quasi fatto!

Clicca sul link nell'e-mail di conferma per completare la registrazione.

Desideri maggiori informazioni sulla newsletter? Scopri di più adesso

Related articles

Scontro tra tifosi dopo la partita dell’Italia-Firmense

La polizia è soddisfatta dell'affluenza di pubblico alla Pirmasenser Schlossplatz. Nell'ambito dell'evento Pirmasenser City, venerdì alle 21...

Puoi risparmiare con il più economico E10?

tzle autostava in piedi: 16 giugno 2024, 5:02da: Michaela Brehm, Simone MonsInsisteDividePuoi davvero risparmiare con il più economico...

Immagini della parata del compleanno di Re Carlo

Home pageUn'ampia strada fiancheggiata da alberistava in piedi: 16 giugno 2024 alle 13:37da: Susan CropperInsisteDivideLa principessa Kate ha...

Buchi neri in un doppio fascio: gli astronomi osservano getti luminosi di materia

Scienze Galassie La GU 287 mostra cosa succede quando due buchi neri...