Imogen combatte per tornare in vita e alla fine gli viene permesso di uscire dall’ospedale

Date:

Share post:

Edoardo Borroni
Edoardo Borroni
"Fanatico di alcol esasperantemente umile. Praticante di birra impenitente. Analista."

Ha dovuto rimanere in ospedale per 132 giorni

Bambino prematuro nato dopo sole 22 settimane: Baby Imogen fatica a trovare la vita

Secondo i medici, la piccola Imogen aveva solo il 10% di possibilità massime di sopravvivenza (avatar)

Guido Kirchner, Image Alliance, dpa

La piccola Imogen nasce dopo appena 22 settimane di gestazione, con solo il 10% di possibilità di sopravvivenza

Normalmente, la gravidanza dura circa 40 settimane. D’altra parte, il bambino di Rachel Stonehouse è nato più della metà di quel tempo, a sole 22 settimane dall’inizio della gravidanza. La piccola Imogen è nata in Galles lo scorso settembre e alla nascita pesava solo 515 grammi.

Consiglio di lettura: Che parto difficile! Baby Angerson nasce con un peso di oltre 7 chilogrammi

I medici hanno predetto che avrebbe avuto solo il dieci percento di possibilità di sopravvivere. Ma la ragazza si è rivelata una vera combattente. Nonostante tutte le previsioni mediche, è ancora viva e sta diventando più forte sei mesi dopo il parto. Dopo 132 giorni in ospedale, il bambino prematuro è stato ora autorizzato a lasciare l’ospedale, riferisce la BBC.

È stato difficile per Mama Rachel guardare il suo bambino prematuro che veniva curato

Ma anche allora è stata una lunga strada per i genitori così come per il bambino. Pochi giorni dopo il baby shower, le acque di Rachel Stonehouse si sono rotte. Il 28enne ha detto alla BBC: “Il dolore era terribile. Ero solo in modalità sopravvivenza per me e il mio bambino”. Poco dopo essere arrivato in ospedale, il bambino era già lì – molto, molto presto e quindi con pochissime possibilità di sopravvivenza.

Ne seguì un calvario di cure mediche per la piccola creatura. A volte era difficile per la madre guardare: “Aveva sensazioni di formicolio ogni giorno, ma non potevo dimenticare che si trattava di farla stare bene”. Pensava spesso: “Questo bambino dovrebbe essere nel mio grembo, ma non lo è. Il bambino è il mio bambino di fronte a me ora e devo fidarmi di tutte queste persone intorno a me adesso”.

annuncio:

Raccomandazioni dei nostri partner

Primi Imogen viene dimessa dall’ospedale: Rachel ringrazia il personale medico

Il bambino ha dovuto trascorrere 98 giorni nell’unità di terapia intensiva neonatale. Seguirono altri 34 giorni su una stazione privata. La ragazza aveva un’emorragia cerebrale, soffi cardiaci e sepsi, e le trasfusioni di sangue sono state necessarie più volte. Ma i tempi difficili ne sono valsi la pena, la piccola Imogen sta migliorando sempre di più. Rachel Stonehouse desidera ringraziare lo staff medico che si è preso cura di sua figlia e ha lottato per la sua vita: “È stato il periodo peggiore della mia vita, ma lo staff e la mia famiglia sono stati fantastici. Si sono sempre fidati del mio istinto di madre”.

Nota: questo articolo è apparso per la prima volta su stern.de.

Related articles

Il bilancio delle vittime dell’ondata di caldo in Italia

Pagina inizialePanoramastava in piedi: 18 luglio 2024 alle 15:57Da: Paolo Luca SchneiderPremeredivisoL’ondata di caldo in Italia sta mettendo...

Enormi perdite di posti di lavoro nel settore automobilistico: “Bosch deve lottare”

Home pageun lavorostava in piedi: 18 luglio 2024, 15:18da: Katharina BewsInsisteDivideBosch ha dovuto tagliare migliaia di posti di...

Vita sulla Terra: i primi organismi unicellulari vissero 4,2 miliardi di anni fa

Scienze sviluppo I primi organismi unicellulari vissero 4,2 miliardi di anni fa...