Maggio 23, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il tasso di interesse è andato bene con: la speranza regna nel DAX


Rapporto di mercato

Stato: 17/03/2022 09:34

Il DAX continua il suo percorso di ripresa nonostante l’aumento dei tassi di interesse negli Stati Uniti. Attualmente prevalgono le speranze di progressi nei negoziati tra Russia e Ucraina, ma la situazione rimane fragile.

Il DAX è aumentato nelle prime contrattazioni di circa lo 0,4% a quasi 14.500 punti. Indice DAX di ieri 3,8 per cento a 14.441 punti. Quindi il trend rialzista del mercato azionario tedesco continua per il momento.

Gli osservatori del mercato di Helaba hanno scritto nel loro commento quotidiano: “La recente guerra in Ucraina non ha posto un onere significativo sul mercato”. La situazione resta difficile da comprendere e ulteriori sviluppi sono associati a un elevato livello di incertezza. “Alla fine, la speranza ha prevalso anche perché le parti in guerra hanno continuato i loro colloqui e sono apparse linee di compromesso”, hanno affermato gli esperti.

L’economia sopporta prezzi elevati

Anche il rialzo dei tassi negli Stati Uniti sta avendo un effetto positivo. Ieri la Federal Reserve americana Il tasso di interesse è aumentato per la prima volta da dicembre 2018. Gli investitori dovrebbero inoltre essere incoraggiati dal fatto che, secondo il presidente della Federal Reserve Jerome Powell, l’economia statunitense è abbastanza forte da assorbire ulteriori rialzi dei tassi.

Thomas Altman, portfolio manager di QC Partners, valuta positivamente la situazione: “La fiducia nella forza dell’economia statunitense supera la paura di un aumento più rapido dei tassi”, afferma l’esperto. Gli operatori di mercato erano fiduciosi che la Fed avrebbe combattuto l’inflazione solo a un livello che non avrebbe danneggiato il boom dell’economia statunitense.

I cattivi sentimenti fanno bene al mercato

Un maggiore supporto potrebbe provenire anche dal sentimento del mercato. L’attuale sondaggio dell’American Association of Retail Investors (AAII) continua a mostrare un’alta percentuale di “ribassisti” (49,8%) e una percentuale inferiore di ottimisti (22,5%) tra gli investitori privati ​​statunitensi, scrivono gli analisti di HSBC: “Quindi sentirsi deboli è più un fattore di supporto”.

READ  Il sentimento si è calmato a Wall Street e i titoli tecnologici sono chiaramente sotto pressione

Il grande campo dei pessimisti sottolinea che non tutti gli investitori sono tornati sul mercato a lungo. Pertanto, se decidono di aumentare il rischio e di acquistare le azioni, i prezzi continueranno a salire.

Il Nasdaq fa un balzo in avanti

Negli Stati Uniti, l’indice Nasdaq, ad alto contenuto tecnologico, ha chiuso ieri a un massimo quasi giornaliero del 3,8% a 13.436 punti. Il Dow Jones è salito dell’1,6% e Standard & Poor’s del 2,1%. Ulrich Stefan, chief investment strategist per i clienti retail e corporate di Deutsche Bank, ha commentato che i mercati sembrano essere in grado di gestire una politica monetaria restrittiva in modo appropriato e sono fiduciosi che la Fed stia agendo con prudenza senza compromettere indebitamente la crescita.

Anche il mercato azionario di Tokyo è stato più forte questa mattina dopo che i potenziali rischi derivanti dall’inasprimento monetario della Federal Reserve statunitense per la guerra in Ucraina e dal rallentamento dell’economia cinese si sono leggermente attenuati. L’indice Nikkei ha chiuso in rialzo del 3,5% a 26.653 punti. Anche gli indicatori cinesi erano nettamente superiori.

Il prezzo del petrolio torna a salire

Anche oggi i prezzi del petrolio sono aumentati. Al mattino, il prezzo di un barile di petrolio del Mare del Nord (159 litri) era di $ 100,12. Erano $ 2,10 in più rispetto al giorno prima. Il prezzo di un barile della varietà US West Texas Intermediate (WTI) è aumentato di $ 1,78 a $ 96,82.

Nelle ultime settimane il mercato del greggio è stato caratterizzato da significative oscillazioni dei prezzi. Dopo che la Russia ha invaso l’Ucraina, i prezzi sono inizialmente aumentati notevolmente. Negli ultimi giorni, i prezzi Ma ancora chiaramente. La guerra in Ucraina domina ancora il mercato, ma di recente anche altri problemi hanno avuto un impatto su ciò che sta accadendo nel mercato petrolifero.

US Industrial Production è una delle poche uscite economiche previste per oggi. Gli esperti prevedono che la crescita rallenti allo 0,5% dall’1,4% di febbraio.

READ  Ecco come appare da vicino una produzione Tesla a Grünheide: BZ Berlin

Netflix sta diventando più costoso?

Il servizio di streaming Netflix sta sperimentando l’introduzione di un sistema a pagamento per l’utilizzo congiunto degli account utente. Inizialmente, gli utenti in Cile, Costa Rica e Perù saranno interessati nelle prossime settimane. Netflix non ha ancora intrapreso alcuna azione contro il fatto che molti abbonati trasmettono le loro password a familiari e amici e possono quindi utilizzare l’account gratuitamente. Nei tre paesi testati, i clienti dovranno pagare dai 2 ai 3 euro al mese per poter creare fino a due “sottoconti” per questo.

United Internet investe nell’espansione della rete

La United Internet spenderà molti più soldi per espandere la rete nei prossimi anni. Nell’anno in corso, il gruppo vuole una spesa totale fino a 1 miliardo di euro – questo sarà più del triplo di quanto era nel 2021. Come previsto, circa 400 milioni di euro dovrebbero affluire nella rete delle filiali 1 e 1. Dopo un fase iniziale con i lavori del gruppo Limited entro la fine dell’anno, i clienti 1 & 1 dovrebbero avere una rete in tutta la Germania dall’estate 2023.

Nel frattempo, il fatturato del gruppo lo scorso anno è cresciuto del 5% a circa 5,65 miliardi di euro, mentre le vendite di 1&1 sono aumentate del 3,2% a 3,9 miliardi di euro nello stesso periodo.

Registra un profitto in RTL

Il gruppo televisivo europeo RTL supera la crisi del Corona con profitti record per il 2021. Grazie all’aumento della pubblicità e alla vendita di investimenti, il risultato del gruppo è aumentato notevolmente a 1,45 miliardi di euro e le vendite sono aumentate del 10,3% a 6,6 miliardi di euro. Il dividendo passerà da € 3,00 a € 5,00 per azione.

Hamburner Rhett diventa pessimista

La società immobiliare Hamborner Reit, che si concentra su uffici e vendita al dettaglio, prevede un ulteriore calo del suo risultato operativo per l’anno in corso. L’indice Funds from Operations (FFO), un importante indicatore nel settore immobiliare, dovrebbe raggiungere i 46,5-50,5 milioni di euro. Tra l’altro, i maggiori costi di manutenzione potrebbero avere un impatto negativo, alcuni dei quali sono già stati pianificati per lo scorso anno. L’anno scorso, FFO è sceso del 4,5% a circa 53 milioni di euro.

READ  Dax si sta riappropriando di marchi importanti: vengono gettate le basi per una nuova tendenza al rialzo

Morphosys scivola più in profondità nel rosso

La società biotecnologica Morphosys è scesa ancora più in profondità nel quarto trimestre del 2021. Operativamente, nel quarto trimestre è stata registrata una perdita di 325 milioni di euro dopo meno 75,2 milioni di euro dell’anno precedente. Ciò contrasta con un fatturato di gruppo di 52,9 milioni di euro. Nel 2021 nel complesso, si è registrata una perdita operativa di 508,3 milioni di euro dopo un utile di 18 milioni di euro nel 2020 e le vendite sono scese a 179,6 da 327,7 milioni di euro.

ThyssenKrupp ha commentato parte della previsione

A causa delle conseguenze economiche della guerra in Ucraina, il gruppo Thyssenkrupp non osa prevedere se potrà davvero realizzare un’eventuale operazione accidentale dell’acciaieria. Anche l’azienda con sede a Essen sospende parte dei suoi obiettivi annuali. “Le conseguenze economiche della guerra in Ucraina sullo sviluppo dell’attività del gruppo influiscono anche sulla potenziale indipendenza del settore siderurgico”, ha affermato thyssenkrupp.

Foxconn, il fornitore di Apple, produce di nuovo

Secondo un documento interno, il fornitore Apple Foxconn prende l’agenzia di stampa Reuters Disponibile, la sua produzione a Shenzhen è stata riavviata in parte con l’aiuto della “Covid Bubble”. Il più grande produttore mondiale di elettronica personalizzata ha dichiarato di aver fatto in modo che alcuni dipendenti vivano e lavorino in una bolla, un regolamento richiesto dal governo locale a causa di un picco di casi di coronavirus. Come confermato da due persone a conoscenza della questione, la procedura dovrebbe essere mantenuta almeno fino a domenica.