Febbraio 25, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Il pianeta 9 potrebbe aver lasciato il sistema solare miliardi di anni fa

Il pianeta 9 potrebbe aver lasciato il sistema solare miliardi di anni fa
  1. Home page
  2. Lo sappiamo

La ricerca sospetta la presenza di un pianeta da scoprire nel sistema solare che influenza le orbite di Sedna. La ricerca, però, ora potrebbe concludersi invano.

Columbia Britannica – Astronomi alla ricerca di un pianeta introvabile? L'asteroide Sedna, situato dietro la cintura di Kuiper, ha lasciato perplessi gli astronomi sin dalla sua scoperta. Gli oggetti più distanti nel nostro sistema solare sono influenzati da Nettuno. L'asteroide, che è probabilmente un pianeta nano, non si avvicina al pianeta. Pertanto, si presumeva che una collisione con un oggetto più grande e sconosciuto avesse messo nella sua orbita il “Pianeta 9” Sedna. I ricercatori lo hanno cercato, senza alcun risultato.

I ricercatori cercano il “Pianeta 9”, che si dice abbia un'influenza su Sedna © UPI Photo/Imago

Dubbi sulla sconosciuta teoria del “Pianeta 9”.

Yukun Huang dell’Università della British Columbia in Canada dubita che il presunto “Pianeta Nove” possa essere trovato. alto Risultati della sua ricerca Questo pianeta non esiste nel nostro sistema solare, o almeno non esiste più. Sebbene sia chiaro che oggetti di grandi dimensioni abbiano determinato le orbite di Sedna e di due “Sednoidi” recentemente scoperti, potrebbero aver lasciato il sistema solare 4,5 miliardi di anni fa.

Il ricercatore mette alla prova la sua teoria. Se non esiste un “Pianeta 9” da scoprire, le orbite dei Sednoidi dovrebbero rimanere stabili per miliardi di anni. Sono abbastanza vicini al Sole da non essere influenzati dalle maree galattiche e allo stesso tempo abbastanza lontani dai pianeti più grandi da non influenzare le loro orbite.

La simulazione al computer mira a fornire chiarezza sull'origine

Usando simulazioni al computer, Huang ha ricreato l'universo come appariva miliardi di anni fa. Poco dopo la nascita del sistema solare, i tre Sednoidi mostrano forti somiglianze. Il loro perielio, il punto della loro orbita più vicino al Sole, era tutto sulla stessa longitudine. Anche le loro linee absidali, la linea che collega il perielio, il sole e l'apogeo, erano quasi identiche.

Oggetto transnettuniano, sistema solare di Sedna, sistema solare di Kuiper
La posizione del corpo transnettuniano nel nostro sistema solare © UPI Photo/Imago

Non il “Pianeta 9”, ma un singolo evento responsabile dell'orbita di Sedna?

Tutte queste somiglianze indicano che un evento pose i corpi celesti nelle loro orbite 4 miliardi di anni fa. Nota inoltre che da allora non vi è stato alcun disturbo nella loro orbita. Secondo la ricerca di Huang, è improbabile che sia possibile trovare un pianeta sconosciuto nel nostro sistema solare responsabile dell'orbita di un cianoide.

Huang suggerisce che fosse un pianeta primitivo e non orbitasse più attorno al centro della galassia invece che al Sole. Ma esiste anche la possibilità che una stella dell’ammasso natale del Sole abbia influenzato l’orbita. Man mano che verranno scoperti altri Sednoidi, anche le loro orbite verranno tracciate indietro nel tempo per testare l'ipotesi del singolo evento. Recentemente sono stati fatti anche tentativi per spiegare i movimenti nella fascia di Kuiper utilizzando la teoria della gravità.