Lezioni dal Torneo dei Quattro Trampolini: Kobayashi perde il conto solo per un attimo, Wellinger perde la calma

Date:

Share post:

Benigna Baresi
Benigna Baresi
"Totale drogato di caffè. Ninja della TV. Risolutore di problemi impenitente. Esperto di birra."

Ryoyu Kobayashi non si è mai sentito sudato al 72esimo Campionato dei Quattro Trampolini – tanto meno prima del penultimo salto a Bischofshofen.

Ma poi Kobayashi si è ricordato della sua forza: con salti di 137 e 139 metri, il giapponese non ha lasciato dubbi sulla sua terza vittoria nel girone – Andreas Fellinger, il “solo cinque” a Bischofshofen, è stato uno dei vinti.

“Andy ha fatto un'ottima corsa, ma alla fine uno di loro era semplicemente più forte”, ha detto. Eurosport-L'esperto Martin Schmidt. “Era il ragazzo perfetto. Avevi la sensazione che fosse quasi inarrestabile.”

Wellinger, che era sul punto di pareggiare con Kobayashi dopo tre gare, è finito a 13,6 metri dalla vittoria. “Non ho fatto molti errori, ma basta che qualcun altro sia migliore”, ha detto.

Willinger a Eurosport: “Felice e deluso allo stesso tempo”

Lezioni del Campionato dei Quattro Trampolini.

1.) Kobayashi è un mostro errante

Ryoyu Kobayashi è stato l'uomo dominante in entrambe le giornate di gara a Bischofshofen e può quindi definirsi il vincitore del 72° Campionato dei Quattro Trampolini. “Devi ammettere senza invidia che Ryoyu ha saltato molto bene e ha meritato di vincere”, ha detto Willinger.

È riuscito a superare il fatto che i giapponesi alla fine sono stati sconfitti da Stefan Kraft con 1,3 punti su Paul-Außerleiter-Schanze: vincere il Tour senza una sola giornata di vittorie e vincere il campionato con 24,5 punti è molto più degno. Da una bellissima voce nel libro di storia.

“Ha mostrato grandi salti senza rischiare nulla”, ha analizzato Martin Schmidt Eurosport. “Ho fatto esattamente quello che avevo deciso di fare”, ha detto Kobayashi.

immagine

Gesto fantastico: Granerud consegna a Kobayashi l'aquila reale

A proposito di Ahonen: il record del finlandese di cinque vittorie nel Tour non è né troppo lontano per Kobayashi né così ideale per il 27enne, che sembra particolarmente divertirsi a saltare le quattro tappe in Germania e Austria.

“Kobayashi ha una tecnica molto flessibile che funziona davvero su tutti i raggi e su tutti i salti”, ha spiegato. EurosportL'esperto Werner Schuster ha elogiato la costanza del giapponese.

Bischofshoven |  Epifania saltante

Bischofshoven | Epifania saltante

Rispetto ai tedeschi e agli austriaci che erano più sotto i riflettori, Kobayashi è stato anche in grado di “portare energia nel lavoro dei media, in tutto il resto. Si ha la sensazione: in qualche modo sta fluttuando durante questo tour”.

Con la sua terza vittoria assoluta, il giapponese ha pareggiato con Kamil Stoch (Polonia), Helmut Recknagel (Germania) e Björn Verkula (Norvegia) – e con i grandi mancini del salto con gli sci Matti Nykanen (Finlandia), Andreas Goldberger e Gregor Schlerenzauer (entrambi Austria/ tutto intorno). Fawzin) Khalaf. Jens Weißflog è il tedesco di maggior successo con quattro vittorie nel Tour.

Stefan Kraft ha detto con apprezzamento: “Vincere il Tour tre volte è fantastico, grande rispetto. Lo amo, è un ragazzo simpatico, eccezionale e molto forte”.

Come sempre, lo stesso Kobayashi osservava con calma. “Sono così felice, non ho parole”, ha detto. Eurosport Come minimo ha annunciato che si sarebbe ricompensato con una bevanda energetica del suo sponsor. Magari anche con un sorso di vodka dentro.

immagine

Terza vittoria del girone: Kobayashi festeggia con una Red Bull

2.) Willinger perde flusso

La formula del Tour di quest'anno era semplice: 2+2+2+2 è meglio di 1+3+5+5. Questi sono stati i risultati individuali di Kobayashi e Willinger. Dopo un inizio promettente nel salto con gli sci in Germania, i sogni del Team DSV sono stati ancora una volta infranti in Austria.

L'ironia è che Wellinger aveva calcolato qualcosa in anticipo, soprattutto per Innsbruck e Bischofshofen. “Posso essere orgoglioso di questo Tour, anche se non posso farlo tutto sui due colli dove effettivamente mi trovo meglio”, ha detto il 28enne salutandosi con emozioni contrastanti. “Sono felice e un po' deluso allo stesso tempo.”

A Bischofshofen le possibilità di Willinger dopo il primo turno sono state ridotte al minimo. Il 28enne ha detto di essere stato “un po' sfortunato” con il gelo che stava iniziando a cadere, e ha commentato il suo salto a 132 metri, “perché in qualche modo ho perso 0,5 chilometri all'ora durante la preparazione e non potevo farcela”. .” “Ho avuto la sensazione migliore quando ho saltato.”

Ma non sarebbe stato in grado di competere per la vittoria anche se avesse guidato più velocemente. “Ryuu è stato incredibilmente bravo, e non avevo intenzione di batterlo oggi in ogni caso”, ha detto francamente. Probabilmente ci vorranno “altri due o tre salti finché non arriverai in fondo con la giusta dose di scioltezza”.

immagine

Gesto fantastico: Granerud consegna a Kobayashi l'aquila reale

Fellinger però lo aveva già perso dopo Oberstdorf. “È interessante che sia partito bene a Garmisch: lì ha dominato il primo allenamento, ma il giorno della gara è stato un po' difficile”, ha detto Schuster guardando indietro.

Nella competizione di Capodanno, Wellinger “è riuscito a risalire al terzo posto, ma poi è successo qualcosa nel modo”. D'altra parte, “Kobayashi alla fine ha fatto una vera gara”, e Schmidt ha aggiunto: “Devi avere quello, quel flusso. Sfortunatamente, Andy non è riuscito a mantenerlo fuori dalle stazioni tedesche”.

A Willinger non restava quindi altra scelta che sperare in un risultato migliore nei prossimi anni: “Oggi non era il mio giorno, ma sono sicuro che quel giorno arriverà”.

immagine

Conclusione riparatrice: Willinger è arrivato secondo assoluto

3.) Un vincitore, molti perdenti

Halvor Egner Granerud, Dawid Kubacki, Gregor Deschwanden, Peter Brevke, Manuel Wittner, Pius Paschke, Johann Andre Forfang, Stefan Leahy – l'elenco dei famosi saltatori che hanno mancato il secondo round almeno una volta durante il tour è lungo.

Alla fine sono stati tra i perdenti, così come Karl Geiger al 14° posto assoluto e, in una certa misura, i vincitori di quattro giorni Andreas Fellinger (Oberstdorf), Anze Lanessek (Garmisch-Partenkirchen), Jan Hörl (Innsbruck) e Stefan Kraft (Austria).

immagine

Prossima vittoria casalinga per l'ÖSV-Adler! Kraft intercetta Kobayashi

Soprattutto la DSV e l'ÖSV nutrivano grandi speranze prima del Tour. Ricordiamo che Kraft aveva già vinto cinque delle otto gare, le altre tre le avevano vinte i tedeschi nelle persone di Geiger e Pius Paschke. Willinger è arrivato secondo anche nella classifica generale della Coppa del Mondo. Alla fine Kobayashi ha storto il naso davanti a tutti.

“Purtroppo non abbiamo raggiunto l'obiettivo della squadra”, ha ammesso francamente Geiger. “Non ci siamo tirati indietro, ma siamo un po' delusi perché finalmente volevamo essere al top”, ha detto Horst Hotell, direttore sportivo del club tedesco. Il problema: “Andy ha fatto otto buoni salti, ma avrebbe avuto bisogno di cinque o sei salti davvero buoni”.

La verità è che anche a Willinger è mancato lo slancio del suo campo. Già dopo Oberstdorf era chiaro che solo lui avrebbe potuto riportare la vittoria del Tour in Germania, 22 anni dopo Hanwald. L'esposizione a questo livello costa anche fagioli preziosi.

“È un grosso fardello da portare. Sfortunatamente, ha dovuto portarlo da solo molto presto. Questo ti costa nel corso di molti giorni”, ha detto Geiger. Eurosport. Tuttavia, Wellinger potrebbe essere “molto orgoglioso di se stesso. Ha fatto davvero un ottimo lavoro”.

immagine

Geiger, Leahy, Paschke e Raymond traggono le conclusioni dal tour

Ecco come la vedeva il ct della Nazionale. “È stato un grande campionato dei quattro trampolini. Andy Fellinger ha fatto un bello spettacolo e può essere orgoglioso di ciò che ha ottenuto”, ha detto Stefan Horngascher, che ha gareggiato almeno a Bischofshofen con Paschke (8°), Philipp Raymond (14°) e Geiger . (XV) Può ritenersi soddisfatto: “Il resto della squadra è migliorato notevolmente. Usciamo dal Torneo dei Quattro Trampolini con buone sensazioni”.

L'esperto di Eurosport Schmidt ritiene che non ci si debba “lamentare troppo”: la squadra tedesca sta avendo una “ottima stagione nel complesso” con quattro vittorie individuali. Lo si può vedere anche in altri paesi: il pendolo oscilla molto velocemente verso la vittoria. “In un modo o nell'altro sono convinto che i ragazzi ci faranno divertire tantissimo”.

E anche se alla fine è solo una piccola consolazione: paesi come la Norvegia con Marius Lindvik come miglior paese al 9° posto assoluto, o la Polonia con Kamil Stoch al 15° posto, vogliono affrontare i problemi del tedesco (lusso).

Per i DSV Eagles ora è importante scrollarsi di dosso lo stress del tour. C'è comunque poco tempo per pensare. Dal 13 gennaio in Polonia è previsto il nuovo PolSKI Tour con cinque lanci in nove giorni, e dopo un'altra settimana si terranno i Campionati mondiali di volo con gli sci a Kulm presso Bad Mitterndorf (26-28 gennaio).

Quasi un terzo della stagione di Coppa del Mondo dopo, Willinger ha ancora la possibilità di rivendicare la maglia gialla al secondo posto assoluto dietro Kraft. Attualmente è a 212 punti di distanza lì. “La forma c'è, il salto con gli sci è buono, è divertente e di solito è relativamente facile per me. Devo continuare così”, ha detto guardando avanti: “La stagione è ancora lunga. Ad un certo punto la giornata Verrò quando potrò Così”. “Sono di nuovo al top.”

immagine

La Forza Dissolta: “Una delle mie vittorie più belle”

Related articles

Scontro tra tifosi dopo la partita dell’Italia-Firmense

La polizia è soddisfatta dell'affluenza di pubblico alla Pirmasenser Schlossplatz. Nell'ambito dell'evento Pirmasenser City, venerdì alle 21...

Puoi risparmiare con il più economico E10?

tzle autostava in piedi: 16 giugno 2024, 5:02da: Michaela Brehm, Simone MonsInsisteDividePuoi davvero risparmiare con il più economico...

Immagini della parata del compleanno di Re Carlo

Home pageUn'ampia strada fiancheggiata da alberistava in piedi: 16 giugno 2024 alle 13:37da: Susan CropperInsisteDivideLa principessa Kate ha...

Buchi neri in un doppio fascio: gli astronomi osservano getti luminosi di materia

Scienze Galassie La GU 287 mostra cosa succede quando due buchi neri...