Dicembre 5, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

IG Metall fa salari più alti: accordo su un contratto collettivo alla VW

Stato: 23/11/2022 09:05

Svolta al terzo turno: Volkswagen e IG Metall hanno raggiunto un accordo sulla contrattazione collettiva. I 125.000 dipendenti verranno pagati l’8,5% in più in due passaggi e un pagamento una tantum.

Circa 125.000 dipendenti Volkswagen nella Germania occidentale ricevono un forte aumento salariale alla luce dell’elevata inflazione. IG Metall ha annunciato che dopo lunghe trattative durate più di dodici ore, è stato raggiunto un nuovo accordo salariale. Volkswagen ha confermato l’accordo.

I dipendenti possono aspettarsi più soldi in due fasi. I salari e le indennità di formazione saranno aumentati del 5,2% da giugno 2023 e di un altro 3,3% da maggio 2024. Come nella regione, il periodo è di 24 mesi, ha affermato IG Metall.

Proroga del periodo di pensionamento parziale

I dipendenti Volkswagen riceveranno anche un premio di compensazione dell’inflazione di 3.000 euro, che secondo IG Metall sarà suddiviso in due tranche a febbraio 2023 (2.000 euro) ed entro gennaio 2024 (1.000 euro). Ogni apprendista dovrebbe ricevere la metà. Volkswagen ha dichiarato che i pagamenti sono arrivati ​​a marzo.

Il sistema di pensionamento parziale in vigore presso Volkswagen è stato prorogato fino alla fine del 2027. Inoltre, le parti del contratto collettivo hanno concordato di migliorare i periodi di ferie. I dipendenti possono scegliere se prendere collettivamente il bonus concordato o convertirlo in giorni di ferie. Secondo il sindacato, tutti i dipendenti possono ora prendere fino a sei giorni di ferie invece dei tre precedenti. Il numero concordato collettivamente di 1.400 posti di formazione all’anno non è stato toccato.

Accordo dopo tre turni

“Abbiamo raggiunto un accordo nell’ambito dell’impegno di pace in una situazione macroeconomica eccezionale, attraverso il quale garantiremo una pianificazione sostenibile della sicurezza e della stabilità sia per i dipendenti che per le aziende”, ha affermato il negoziatore Volkswagen Arn Mieswinkel. Secondo IG Metall, le due parti hanno negoziato per più di dodici ore nel terzo round.

READ  I prezzi del carburante sono in aumento: il diesel costa 11 centesimi in più

“Più di 4.000 dipendenti hanno aumentato la pressione sui datori di lavoro nella seconda negoziazione”, ha affermato Thorsten Gröger, negoziatore di IG Metall. La Volkswagen è tornata in curva poco prima della scadenza dell’impegno di pace. “Non voglio nascondere che la discussione non è stata facile – questo da solo spiega la lunghissima durata delle trattative quella notte”.

richieste sindacali

Le tariffe VW sono negoziate per la forza lavoro principale presso le sedi di Braunschweig, Emden, Hannover, Kassel, Salzgitter e Wolfsburg, nonché per alcune affiliate. Il sindacato ha chiesto un aumento salariale dell’8% per circa 125.000 dipendenti, un’estensione del contratto collettivo per il pensionamento parziale, più giorni di ferie per gli iscritti al sindacato e il rinvio delle rette semestrali per gli studenti duali in azienda.