Giugno 7, 2023

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

guerra | Scandalo alle Nazioni Unite su un commissario russo per l’infanzia

Giorno 406 dall’inizio della guerra: è scoppiato un incendio nel Ministero della Difesa russo. A Bashmut c’è una battaglia per ogni casa. Tutte le informazioni nel blog delle notizie.

Le cose più importanti a colpo d’occhio


scaricamento…

inclusione

Politico straniero della CDU: non contare sul piano di pace della Cina

7:34: L’esperto di politica estera dell’UE, Roderich Kieswetter, ha messo in guardia contro la prudenza riguardo all’ultima iniziativa della Cina. Kiesewetter di Deutschlandfunk afferma che a causa della visione cinese dell’Ucraina, non si dovrebbe fare affidamento sul piano di pace cinese. Il presidente cinese Xi Jinping ha finora rifiutato ogni offerta di colloqui dall’Ucraina perché il suo governo non considera l’Ucraina uno stato sovrano.

“Vedono l’Ucraina come parte della Russia, proprio come vedono Taiwan come parte della Repubblica popolare cinese”. Invece di affidarsi al piano di pace cinese, è importante “sostenere l’Ucraina con iniziative speciali”. Durante il loro prossimo incontro con Xi giovedì, la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen e il presidente francese Emmanuel Macron vogliono insistere affinché la Cina usi la sua influenza sulla Russia per trovare una soluzione pacifica.

Biden e Trudeau chiedono la liberazione dei giornalisti americani

Stasera: Selinski visita la Polonia

5:50: La Polonia è uno dei maggiori sostenitori dell’Ucraina, che è stata attaccata dalla Russia. Il suo presidente, Selinski, ringrazia Varsavia per l’aiuto ed è fiducioso della vittoria. A Bashmut i combattimenti continuano senza sosta, casa dopo casa. I rappresentanti degli Stati Uniti e della Gran Bretagna hanno lasciato una riunione informale del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite per protestare contro le lettere del commissario russo per i bambini Maria Luva-Belua, ricercata per il suo arresto in base a un mandato di cattura. Leggi qui il riepilogo della serata.

READ  Putin: Gazprom adempirà "totalmente" ai propri obblighi
Il presidente polacco Andrzej Duda ha salutato Volodymyr Zelensky.
Il presidente polacco Andrzej Duda ha salutato Volodymyr Zelensky. (Fonte: immagini Olimpik/imago)

Pesanti combattimenti casa per casa a Bashmut

1:23: Gli attaccanti russi ei difensori ucraini hanno combattuto aspramente casa per casa a Bakhmut. Mercoledì il comando militare di Kiev ha dichiarato che una serie di attacchi lanciati da soldati russi nella zona industriale della città dell’Ucraina orientale, con il supporto di proiettili di artiglieria e lanciagranate, sono stati respinti. Si diceva che, nonostante l’elevato numero di personale, le unità russe non fossero in grado di sfondare.

Durante la sua visita a Varsavia, il presidente ucraino Volodymyr Zelensky aveva detto poco prima che Bakhmut avrebbe continuato a difendersi, anche se la situazione rimaneva “molto, molto difficile”. “Ma siamo a Bakhmut e il nemico non controlla Bakhmut”, ha detto Zelinsky.

I diplomatici lasciano l’incontro delle Nazioni Unite con il difensore civico russo per i bambini

22:21: I rappresentanti degli Stati Uniti e della Gran Bretagna hanno lasciato una riunione informale del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite per protestare contro le lettere del commissario russo per i bambini Maria Luva-Belua, ricercata per il suo arresto in base a un mandato di cattura. Quando Luwa-Bilua ha parlato durante una videoconferenza durante la sessione di mercoledì a New York, le sedie dei due paesi sono rimaste vuote, così come quelle di Albania e Malta.

La Russia detiene attualmente la presidenza di turno dell’organismo. La chiamata di Lwova-Withouta è stata vista come una provocazione perché è vista come una figura chiave nella deportazione forzata di bambini ucraini dalla zona di guerra alla Russia. Ecco perché la Corte penale internazionale dell’Aia ha emesso un mandato di arresto per questo “sequestro” contro Levois-Belois e contro il presidente russo Vladimir Putin.

Incendio nel Ministero della Difesa russo

19:57: Un incendio scoppiato in un edificio del ministero della Difesa russo nel centro di Mosca è stato spento poco dopo mercoledì. Secondo i risultati preliminari, l’incendio è scoppiato al terzo piano dell’ex Accademia militare di Alexandrovsk. E l’agenzia di stampa russa TASS, citando un rappresentante dei servizi di soccorso, ha affermato che è stato individuato un guasto in uno dei cavi elettrici come causa dell’incendio. Nessuno è rimasto ferito nell’incidente.