Settembre 29, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

GP d’Italia di Formula 1: Leclerc fa segnare il miglior tempo alla Ferrari Mecca

Emozionanti applausi all’Autodromo Nazionale di Monza: Ironia della sorte, nella gara di casa in Italia Ferrari Torna alla musica. Charles Leclerc ha stabilito il miglior tempo nelle qualifiche portando il campione del mondo Max Verstappen al secondo posto di 0,145 secondi. Leclerc: “Il feeling in macchina era buono. Ho corso molti rischi. Spero di poter ripetere il successo del 2019 domani.

Anche questa volta le probabilità sono alte. Motivo: il rivale Verstappen è stato eliminato di cinque posizioni a causa di una penalità al motore. “Ecco perché ci siamo concentrati più sulla gara che sul giro più veloce quando abbiamo messo a punto”, rivela l’olandese, che parte dalla settima posizione.

Il suo chief motorsport advisor Helmut Marko rivela: “La Ferrari ha sviluppato una velocità incredibile, deve aver piegato il motore fino all’ultimo dettaglio. Non siamo andati bene nel settore uno, abbiamo perso tempo, ma non è un dramma. Siamo sempre bravo a passo gara, non meglio della Ferrari”. Se sì prenderemo il secondo posto, e basta. Penso che dovremo sorpassare quelli che ci stanno davanti in gara. Vedremo anche se riusciremo può attaccare Leclerc – ma non c’è rischio: se non è possibile, ci restiamo (secondo; ndr).”

Carlos Sainz è arrivato terzo con la seconda Ferrari.


Terza la seconda Ferrari con Carlos Sainz. Ma lo spagnolo dovrà scendere anche nella griglia di partenza nel tempio italiano della velocità, proprio come il quarto pilota Sergio Perez (Red Bull) e la stella Mercedes Lewis Hamilton si sono qualificati quinti. George Russell beneficia delle penalità, iniziando la gara accanto a Leclerc al sesto posto. “Ma penso che Verstappen varcherà presto il campo”, avverte il team principal della Mercedes Toto Wolff.
Due da una fila di due McLaren Di Lando Norris e Daniel Ricciardo. Dietro di loro ci sono Pierre Gasly e Fernando Alonso.

Fallimento per Mick Schumacher: tedesco impossibilitato a guidare nelle prove libere per problemi tecnici. Il motivo è una grave recessione prima del primo pollo. Il suo compagno di squadra Kevin Magnussen ha solo 19 anni.

Mick Schumacher inizia la gara dal 17° posto.


Schumacher: “Ho sfruttato al meglio la situazione in cui mi trovavo. Non era abbastanza tempo in pista. Qualcosa che non era carino. Non volevo guidare piano e provare a frenare tardi. Era troppo tardi”. Schumacher riceve raramente una penalità dagli altri piloti poiché cambia anche i componenti della trasmissione e parte dalla 17a posizione.

Sebbene Sebastian Vettel abbia battuto il suo compagno di squadra dell’Aston Martin Lance Stroll, ha anche concluso al 17° posto. Soprattutto: Heppenheimer avanza all’undicesimo posto nella fase di apertura.

Imbarazzo per Nicolas Latifi: il canadese sbaglia il salto Q2, il collega della Williams Nyck de Vries è passato alla seconda divisione. L’olandese sostituisce Alex Alban, messo da parte per appendicite, e batte Latifi fuori dai pantaloni. Alla fine finirebbe 13°, ma partirebbe dall’ottavo posto a causa di varie penalità meccaniche.

Gran Premio d’Italia di Formula 1

Fase iniziale:

1a fila: Leclerc, Russell
2a fila: Norris, Ricciardo
3a fila: Casely, Alonso
4a fila: Verstappen, de Vries
5a fila: Zhou, Latifi
6a fila: tagliare, passeggiare
7a fila: Perez, Ocon
8a fila: Bottas, Magnussen
9a fila: Schumacher, Sains
10a fila: Hamilton, Sunoda

Risultato di idoneità:

1. Charles Leclerc (Monaco) – Ferrari 1:20.161 min
2. Max Verstappen (Paesi Bassi) – Red Bull +0.145s
3. Carlos Sainz Jr. (Spagna) – Ferrari +0.268
4. Sergio Perez (Messico) – Red Bull +1.045
5. Lewis Hamilton (Gran Bretagna) – Mercedes +1.363
6. George Russell (Gran Bretagna) – Mercedes +1.381
7. Lando Norris (Gran Bretagna) – McLaren +1.423
8. Daniel Ricciardo (Australia) – McLaren +1.764
9. Pierre Gasly (Francia) – Alpha Tauri +2.487
10. Fernando Alonso (Spagna) – Alpino 1:22.089
11. Esteban Ocon (Francia) – Alpino 1:22.130
12. Valtteri Bottas (Finlandia) – Alfa Romeo 1:22.235
13. Nyck de Vries (Paesi Bassi) – Aston Martin 1:22.471
14. Zhou Guanyu (Cina) – Alfa Romeo 1:22.577
15. Yuki Tsunoda (Giappone) – Alpha Dori 1:22.020
16. Nicholas Latifi (Canada) – Williams 1:22.587
17. Sebastian Vettel (Heppenheim) – Aston Martin 1:22.636
18. Lance Stroll (Canada) – Aston Martin 1:22.748
19. Kevin Magnussen (Danimarca) – Haas 1:22.908
20. Mick Schumacher (Surabi/Svizzera) – Haas 1:23.005
READ  Italia: Violenza nel Lago Carta - La "banda di bambini" provoca disordini