Dicembre 9, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Gasly alle Alpi, de Vries ad AlphaTauri

(Motorsport-Total.com) – Ciò che era stato accennato nelle ultime settimane è stato ora confermato: Pierre Gasly lascerà la Red Bull nel 2023 e si unirà all’Alpine la prossima stagione. Come previsto, AlphaTauri ha firmato Nyck de Vries in sostituzione, in modo che il puzzle della Formula 1 2023 venga assemblato lentamente.

Pierre Gasly lascerà il mondo della Red Bull per le Alpi

Ingrandisci

L’Alpine è praticamente diventata la nazionale francese, perché oltre a Esteban Ocon, ha a bordo un secondo pilota francese. “Siamo orgogliosi di annunciare la coppia di piloti tutta francese dal 2023”, conferma Luca de Meo, CEO di Renault, che questo fine settimana prenderà parte al Gran Premio del Giappone a Suzuka.

“Le nostre radici sono in Francia e le Alpi sono nate in Normandia”, spiega, dicendo che le Alpi dovrebbero diventare “un simbolo dell’orgoglio della Francia”. Lo stesso Gasly si dice felice di far parte della “famiglia Alpine” e di iniziare “questo nuovo capitolo della mia carriera in Formula 1”.

“Guidare una squadra di origine francese è qualcosa di molto speciale”, Gasly, che era la soluzione dei sogni della squadra dopo Fernando Alonso, ha detto addio all’Aston Martin e dopo aver perso un tiro alla fune con la McLaren a favore di Oscar Piastre.

Gasly: ​​​​I miei nove anni da pilota per la Red Bull sono finiti

“So che i punti di forza di Alpine hanno gareggiato contro di loro negli ultimi anni”, ha detto Gasly, descrivendo i “progressi” e le “ambizioni” del team di Enstone come “molto impressionanti”. Allo stesso tempo, Gasly sottolinea quanto sia grato alla Red Bull e ha ricordato “il nostro viaggio di nove anni insieme”.

READ  Lewis Holtby: HSV Time Shape - Il rap di Holstein Kiehl "va all'estremo"

“Grazie alla loro fiducia e al loro supporto, sono diventato un pilota di Formula 1”, spiega. I Bulls lo hanno firmato per la Formula Renault 3.5 nel 2014 e lo hanno portato in Formula 1 attraverso la serie GP2, dove è diventato campione nel 2016. Dopo un periodo di avviamento alla Toro Rosso, gli è stato permesso di guidare al fianco di Max Verstappen alla Red Bull in 2019, Ma è stato nuovamente retrocesso dopo solo mezza stagione.

Da allora il francese si è affermato come un forte centrocampista e ha vinto il suo primo Gran Premio a Monza nel 2020. Dal prossimo anno inizierà per lui una nuova era. “Voglio dare il più possibile”, promette e spiega che vuole lottare per il podio con le Alpi e alla lunga “contribuire alla battaglia delle Alpi per i titoli in futuro”.


Galleria fotografica: piloti di Formula 1 2023

Il capo del team Otmar Szafnauer conferma che Gasly ha già dimostrato il suo talento in Formula 1 e, in collaborazione con Ocon, la coppia del nuovo pilota riflette le “grandi ambizioni” del team. Ringrazia anche la Red Bull per aver liberato Gasly dal suo contratto. Perché il trasferimento del francese a Enstone è al limite da molto tempo.

AlphaTauri strappa Nyck de Vries

L’ex vincitore del Gran Premio è stato precedentemente confermato come pilota per AlphaTauri per il 2023, dove avrebbe iniziato il suo ultimo anno come pilota Red Bull prima della scadenza del suo contratto. Tuttavia, la Red Bull non ha voluto porre ostacoli al cambiamento se avesse trovato un candidato alternativo adatto per la squadra juniores insieme a Yuki Tsunoda.

Presto i giovani sono stati esclusi dalla loro casa e la soluzione è stata elaborata Colton Herta sottolinea, ma dal momento che il pilota IndyCar non ha i punti super patente necessari e non ottiene un’eccezione, hai dovuto cercare altrove.

La nuova soluzione si chiama Nyck de Vries, che a Monza si è alzato al posto del malato Alexander Albon e ha potuto dimostrare le sue capacità con un nono posto. L’ex campione di Formula 2 e Formula E era nel roster di alcune squadre e ora sostituirà Gasly ad AlphaTauri.

Il metodo è leggermente diverso dalla Formula 1

“Sono molto entusiasta di guidare ad AlphaTauri nel 2023”, ha detto de Vries. “Vorrei ringraziare la Red Bull e il team per avermi dato una possibilità in Formula 1”.

Dopo la Formula 2, ha intrapreso “un percorso leggermente diverso nel motorsport”, “ma la Formula 1 è sempre stata il mio sogno. Sono grato di essere stato in grado di realizzare quel sogno”, ha detto l’olandese.

Descrive i suoi vari incarichi di test nella stagione 2022 e la sua sostituzione a Monza alla Williams come “un buon punto di partenza per il 2023” e dice: “Spero che questo mi abbia preparato per quello che verrà”.

Il capo della squadra fiducioso: “Driver duri”

Il Team Principal di AlphaTauri, Franz Tost, è altrettanto fiducioso: De Vries è un “pilota di grande talento” che ha vinto in tutte le classi in cui ha gareggiato. “Il suo ultimo grande successo è stata la vittoria del Campionato del Mondo di Formula E. Dimostra quanto sia bravo un pilota. Nick merita un posto in Formula 1”.

“Con Yuki e Nick avremo due piloti molto forti nei nostri ranghi nel 2023”, afferma Tost. Aggiunge: “Abbiamo avuto un periodo di successo con Pierre. Non dimenticheremo mai la sua straordinaria vittoria a Monza, così come i suoi podi in Brasile e Azerbaigian. Vorrei ringraziarlo per i suoi sforzi e augurargli tutto il meglio”.

Ciò significa che sono rimasti solo due abitacoli per la stagione di F1 2023: uno in Haas e uno in Williams.