Forti temporali si abbattono sulle Alpi e inondazioni in Italia

Date:

Share post:

Piero Esposito
Piero Esposito
"Appassionato di alcol. Ninja di Twitter. Amante della TV. Cade molto. Fanatico del caffè hipster."
  1. Pagina iniziale
  2. il mondo

Dopo le forti piogge in Italia, Ciaran ora potrebbe provocare altri temporali. Giovedì verrà applicato il livello di allerta giallo in dieci regioni del Paese.

Milano – L’Italia è già colpita da forti piogge da alcuni giorni. Ma per ora il clima nel Paese è instabile. Al contrario: la tempesta Ciaran si sta avvicinando a sud dell’Inghilterra – secondo un sito meteorologico italiano iLMeteo “Un vortice ciclonico molto profondo ed esteso con valori di pressione vicini a 960 hPa”. Il portale avverte di allagamenti giovedì (2 novembre).

A Milano, il fiume Seveso è esondato e ha allagato i quartieri Isola e Niguarta, a nord del centro, dopo forti temporali nella notte tra lunedì e martedì. Stazioni ferroviarie e intere strade furono sommerse dall’acqua. ©Stefano Porta/dpa

Il portale meteo informa inoltre che si consiglia cautela al mattino. Poi le prime forti piogge colpiranno le regioni alpine centro-occidentali, la Lombardia, la Liguria e parte della Toscana. Nelle prossime ore la pioggia dovrebbe intensificarsi e raggiungere il resto del nord Italia. Già durante l’estate 36.000 persone nella regione hanno dovuto abbandonare le proprie case.

Nuovo fronte temporalesco: la regione Friuli-Venezia Giulia è alle prese con la chiusura delle scuole

Lo scenario peggiore è forte in vista della nuova tempesta iLMeteo Si prevede che inizi nel pomeriggio e duri gran parte della notte. Nelle regioni alpine e prealpine, in Liguria, Veneto e Friuli-Venezia Giulia si prevedono oltre 200 millimetri di pioggia. Con questa quantità di pioggia il rischio allagamenti è aumentato esponenzialmente, secondo il portale meteo italiano. Gran parte della costa meridionale e adriatica del Paese non sarà colpita da forti tempeste.

Come la Chanel italiana Roy notizie Si dice che le scuole in Friuli-Venezia Giulia siano chiuse, tranne Trieste. Inoltre saranno sospesi i trasporti pubblici locali.

Si avvicina la tempesta Ciaran: il Ministero della Protezione civile lancia allerta meteo

Anche il vento deve essere forte iLMeteo attenzione Si prevede che nelle prossime ore acquisiranno una forza significativa su gran parte della regione adriatica. Le mareggiate sono possibili anche sulla regione tirrenica. Segnali di calma non sono attesi fino alla tarda mattinata di venerdì o venerdì pomeriggio.

D’intesa con le zone vulnerabili ai temporali, il Ministero della Protezione Civile italiano ha emesso un “avviso di maltempo”. In Italia, le regioni sono responsabili dell’implementazione dei sistemi di protezione civile nelle aree colpite.

  • Giovedì lo stato di allerta rossa vale per quasi tutto il Friuli-Venezia Giulia e il Veneto.
  • Il livello di allerta arancione si applica giovedì a Emilia-Romagna, Liguria orientale, Toscana settentrionale, Veneto centro-meridionale, parte della Lombardia settentrionale, province autonome di Trento e Bolzano e alcuni bacini del Friuli. VeneziaGiulia
  • Il livello di allerta giallo si applica giovedì a Emilia-Romagna, Lombardia, Toscana, Liguria e Umbria, Lazio, gran parte del Molise, Piemonte e Abruzzo e al resto della Campania occidentale.

Il fiume Seveso a Milano è stato esondato a causa di temporali nella notte tra lunedì e martedì, dove le condizioni sono tornate alla normalità. Lo riporta un sito di notizie italiano Roy notizie. Tuttavia è stata diramata l’allerta gialla per il pericolo di nuove piogge. (f)

Related articles

Adolescente (25) ucciso durante un rituale sciamanico in Italia – Gli investigatori rilasciano dettagli sulla causa della morte

tzil mondostava in piedi: 14 luglio 2024, 6:18Da: Robin DittrichPremeredivisoLa morte di un barista di 25 anni ha...

Il piano del semaforo non influisce solo sul tipo di motore del veicolo elettrico

Home pageun lavorostava in piedi: 14 luglio 2024, 4:52da: Patrick FreewahInsisteDivideIl governo federale non intende solo promuovere i...