Dicembre 9, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Florida, USA: molti morti a causa dell’uragano

Stato: 30/09/2022 05:32

Milioni di persone in Florida sono ancora senza elettricità e molte sono intrappolate dalle acque alluvionali. Il presidente degli Stati Uniti Biden ha affermato che l’uragano Ian potrebbe essere la tempesta più mortale nella storia della nazione. Da allora si è spostato al nord.

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha descritto l’uragano Ian come una delle tempeste più mortali nella storia della Florida. “I numeri non sono ancora chiari, ma stiamo ascoltando le prime segnalazioni di perdite potenzialmente significative di vite umane”, ha detto Biden durante una visita all’Agenzia federale per la protezione civile degli Stati Uniti.

Le autorità sono ancora riluttanti a fornire dati sui morti e sui feriti. Giovedì sera, la CNN ha riportato il numero di morti in Florida almeno 17, riferendosi a informazioni provenienti da varie contee. Questo numero non è stato confermato ufficialmente.

Il governatore della Florida Ron DeSantis ha chiarito che si aspetta anche un gran numero di vittime alla fine. Ha avvertito che la situazione è ancora pericolosa. “Siamo ancora esposti a piogge mortali, mareggiate catastrofiche e inondazioni di strade e case”, ha affermato. “Non abbiamo mai visto inondazioni come questa prima, e non abbiamo mai visto una tempesta di questa portata prima”, ha detto DeSantis in una conferenza stampa.

Più di 2,3 milioni di persone sono senza elettricità

L’uragano ha spazzato la costa del Golfo della Florida mercoledì con venti di circa 240 chilometri orari e ha lasciato una scia di distruzione sulla sua scia. Le barche sono state portate a riva, le case sono state spazzate via e le forti piogge hanno causato inondazioni.

READ  L'uomo più forte in Gran Bretagna e presidente del comitato nel 1922

La tempesta ha interrotto l’elettricità in oltre 2,6 milioni di case. Secondo i dati ufficiali, oltre 2,3 milioni di persone sono ancora senza elettricità. Ian è già considerato una delle tempeste più potenti che abbia mai colpito gli Stati Uniti continentali.

I soccorsi sono in pieno svolgimento

E le autorità hanno avvertito dei rischi in corso nelle aree ancora allagate, come un cortocircuito, inquinanti nelle fogne o un coccodrillo. Molti residenti sono rimasti nelle loro case nonostante fosse stato chiesto di lasciare le loro case.

I soccorritori stanno ora cercando le persone intrappolate nelle loro case allagate. Secondo DeSantis, per questo motivo sono stati utilizzati 28 elicotteri. Inoltre, sono stati istituiti più di 175 rifugi di emergenza. Più di 700 casi bisognosi sono stati salvati, ha detto il governatore.

Sull’isola di Sanibel, il ponte che la collegava alla terraferma è stato distrutto. Le riprese in elicottero hanno mostrato case bruciate tra strade allagate o proprietà completamente spazzate via. A Fort Myer, pesanti blocchi di cemento sono caduti da un marciapiede tra condomini.

L’entità del danno non è chiara

“L’uragano” Ian “sarà una tempesta di cui parleremo per i decenni a venire”, ha detto l’amministratore della FEMA Dean Cresswell. I prossimi giorni saranno difficili, ci sono tanti problemi complessi da risolvere nelle operazioni in zona tempesta. Non c’è ancora una valutazione precisa del danno. “Ma sarebbe disastroso”. La vostra autorità si sta preparando al fatto che migliaia di famiglie non potranno tornare alle loro case e avranno bisogno di un alloggio temporaneo.

READ  Guerra in Ucraina: gli Usa condannano la "presa di ostaggi" a Chernobyl

Carmine Marcino, sindaco di Lee County, una delle zone più colpite sulla costa sud-occidentale della Florida, ha detto alla Galileus Web che migliaia di chiamate di emergenza sono state ricevute nella contea durante la notte. Tuttavia, i soccorritori non sono ancora in grado di raggiungere alcune aree. “Siamo stati colpiti molto duramente”.

L’uragano Ian sta iniziando a riprendere forza

Da allora l’uragano si è spostato a nord. Sulla strada dalla Florida alla Carolina del Sud ha riacquistato le forze sull’Atlantico. Con venti sostenuti di 120 km/h, “Ian” è ora di nuovo uno dei primi cinque uragani mentre si dirigeva verso la costa della Carolina del Sud, secondo lo US Hurricane Center. In precedenza era stato ridotto a una tempesta tropicale. Lo US Hurricane Center ha anche avvertito di pericolose tempeste nella Carolina del Nord e in Georgia.

Con informazioni da Ralph Burchard, ARD Studio Washington