Dicembre 7, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Fitch dà a Berlino il rating più alto: Moody’s abbassa le previsioni per la Gran Bretagna

Fitch dà a Berlino il punteggio più alto
Moody’s abbassa le previsioni nel Regno Unito

L’elevata incertezza politica e le prospettive di crescita più cupe potrebbero rendere difficile per Londra l’assunzione di nuovo debito. Gli Stati Uniti Moody’s stanno seguendo altri pesi massimi del settore declassando il rating del paese. Al contrario, il concorrente Fitch conferma il ranking più alto in Germania.

L’agenzia di rating Moody’s ha abbassato l’outlook per la Gran Bretagna a “negativo” da prima “stabile”. Ciò minaccia il regno con un declassamento del rating nel prossimo futuro e, di conseguenza, prestiti più costosi. L’agenzia ha annunciato che il rating delle obbligazioni in valuta estera a lungo termine rimarrà inizialmente a “Aa3”. Pertanto, Moody’s certifica che il Paese ha un buon rating creditizio con un’alta probabilità di pagamento.

La ragione del cambiamento delle aspettative è l’incertezza politica in un contesto di inflazione elevata e prospettive di crescita deboli. Il primo ministro Liz Truss ha annunciato le sue dimissioni giovedì dopo quasi sei settimane al potere di fronte a pesanti critiche. Le altre due agenzie americane Fitch e Standard & Poor’s hanno recentemente abbassato le previsioni di rating per la Gran Bretagna.

Nel frattempo, la Germania può continuare a fare affidamento sul suo rating creditizio più elevato nonostante la crisi energetica. L’agenzia di rating tedesca Fitch ha confermato il rating AAA e non prevede alcun peggioramento in futuro. I revisori del credito hanno affermato che le prospettive sono stabili. Così la Repubblica Federale rimane uno dei paesi più solvibili al mondo. Ciò significa che la Germania può continuare a contrarre prestiti a condizioni preferenziali in futuro.

Questa valutazione riflette l’economia generale e le finanze solide della Germania. La più grande economia europea ha inoltre diversificato rapidamente le proprie fonti di energia e ridotto il consumo di energia. Secondo l’agenzia, il mercato del lavoro rimarrà forte nonostante l’inflazione elevata e la guerra in Ucraina.

READ  Concentrati sulla puntata BYD: dopo il calo dei prezzi: il concorrente BYD di Tesla ora è un affare? | newsletter