Fallimento dell’Eintracht al Wolfsburg: Götze vola, Chaybi corre

Date:

Share post:

Benigna Baresi
Benigna Baresi
"Totale drogato di caffè. Ninja della TV. Risolutore di problemi impenitente. Esperto di birra."
  1. Home page
  2. Concordia

Ha assistito al secondo esonero della sua carriera: Mario Götze. ©EPA

L’Eintracht perde contro il Wolfsburg e in più Mario Götze viene espulso. Giocatori del Francoforte in revisione individuale.

Impeccabile

Vietato l’accesso

l’ho fatto bene

Vietato l’accesso

Totalmente bene

Omar Marmoush: Si poteva compatire per lui nel suo vecchio posto di lavoro, dove correva molto, soprattutto nella difesa del Wolfsburg, lanciandosi in duelli aerei contro le torri della difesa, ma non aveva quasi nessun appoggio. È stato protagonista dei due migliori tiri dell’Eintracht: prima un assist di tacco per Skhiri (21esimo), poi una parata dell’ottimo portiere Castels (35esimo).

Kevin Trapp: Ha effettuato le prime parate su entrambi i gol, dopo che entrambi sono stati battuti da un doppio vento. C’era poco che potesse fare, soprattutto perché il punteggio era 2-0 su calcio di rigore. Ha fatto belle parate più volte.

Robin Koch: Ha perso la migliore occasione per pareggiare nel secondo tempo quando ha tirato la palla lontano dall’area di rigore. Essendo leader difensivo al vertice, lui e Pacho sono riusciti a colmare il divario abbastanza velocemente solo una volta – ed è stato sullo 0-1. Ma difficilmente puoi biasimarlo.

Totale: Il Francoforte è ancora in buona forma e non è stata colpa sua se il Francoforte ha perso la prima partita della stagione.

decente

Elias Al-Sakhiri: Gli hanno sparato con il piede sinistro, il piede più debole, molto flaccido. Avrebbe potuto essere più compatto (21). È entrato in partita dopo i problemi iniziali.

Hugo Larsson: Gli è stato permesso di giocare ancora 90 minuti, sostituzioni rare. In generale va bene, ma questa volta non è stato così efficace come l’ultima volta.

Willian Patcho: La sua partita più debole con la maglia dell’Eintracht è arrivata spesso molto tardi nel primo tempo, anche prima dello 0-1, quando non è riuscito a bloccare un tiro deviato dal vento. Ma ha ricevuto poco aiuto da Epembe, che era pigro sulla difensiva. Vide presto il giallo e questo lo fermò un po’.

Doppio

Eric Dina Epembe: Ha lasciato scappare Paco due volte nei primi quattro minuti, e così è andato avanti. Dopo 35 minuti il ​​Wolfsburg era già sopravvissuto quattro volte. Pessimo nel muoversi all’indietro, non sembra che ci stia provando particolarmente. In attacco, con un palleggio riuscito in preparazione dell’occasione di Marmoush (35). Certamente non abbastanza.

Ansgar Knauf: Sfortunatamente ancora una volta, ha concesso con noncuranza un rigore prima che il punteggio diventasse 0-2. Poi alzò le spalle, forse incapace di riconoscere la propria stupidità. Non essendo un candidato per la formazione titolare in questa forma, il 21enne sembra mentalmente scosso.

Mario Gotze: Ha ricevuto la seconda espulsione della sua carriera. Nel 2011, il Dortmund ha ricevuto un controverso cartellino rosso a Leverkusen. Non questa volta, questa volta in giallorosso, ma sicuramente. Subisce spesso fallo e riceve qualche fischio su punizione, ma deve incanalare la sua (giustificabile) frustrazione su altri canali. Scappa spesso e si lamenta con gli arbitri, che lo notano subito. Questa volta ha ritardato la partita, ricevendo un cartellino giallo, e poi ancora più tardi per un calcio alla caviglia. Questo lo mette in gioco e la sua attenzione sembra essere scivolata.

Aurelio Botta: Una delusione, calma, senza alcuna voglia offensiva, quasi pigra. Stava dietro quando c’era bisogno di lei davanti. È sorprendente che un’ala destra possa vagare per il campo per un’ora.

Tariffe Khaybi: Con un buon passaggio prima dell’occasione di Sakhiri (21esimo), per il resto il Francoforte è il miglior giocatore di giornata. Non è riuscito a cambiare il suo ritmo lento, al massimo è diventato un calciatore coerente. In evidenza: Rabona, un passo dietro la stazione centrale, nella terra di nessuno.

È arrivato troppo tardi

N. Nkunku, J.-B. Hogg, B. Aaronson, J. Ngankam. Danny/ruolo

Related articles