Dicembre 5, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Esercito russo: invertire la tendenza attraverso una mobilitazione parziale? Ci sono seri dubbi al riguardo

La campagna contro l’Ucraina non andrà secondo i piani per la Russia. Anche una mobilitazione parziale di centinaia di migliaia di riservisti non cambia nulla. È dubbio che l’auspicata inversione di tendenza si concretizzerà mai.

Il fatto che la campagna di Russia stia in realtà andando tutt’altro che secondo i piani, come ha affermato ancora una volta il Cremlino, lo si vede dal numero uno: 224. La guerra contro l’Ucraina è ormai durata più di sette mesi, di cui si fa ancora riferimento in La Russia come “operazione militare privata” e avrebbe dovuto essere colpita entro pochi giorni. Be’, questo era comunque il piano. La realtà è diversa il giorno 224 della guerra.

Con il loro contrattacco, le forze ucraine stanno esercitando una pressione crescente sugli occupanti russi e stanno riprendendo il controllo dei territori praticamente ogni giorno. È tutta una questione di tempo”. Lo ha detto martedì sera il presidente ucraino Volodymyr Zelensky, fino a quando “gli ucraini non espelleranno l’occupante da tutte le nostre terre”. Solo negli ultimi giorni, dozzine di città sono state liberate dalle mani della Russia, comprese le aree che la Russia ritiene appartenerle dopo referendum illegali.

Gli osservatori affermano che lo slancio è nelle mani dell’Ucraina. Finora, la “mobilitazione parziale” di centinaia di migliaia di riservisti russi, con cui il presidente Vladimir Putin vuole compensare le perdite apparentemente ingenti al fronte, non è stata in grado di cambiare nulla. È dubbio che l’auspicata inversione di tendenza si concretizzerà mai.

“Un caotico gruppo di soldati a contratto esausti”

L’esercito russo ha annunciato presunti successi nella cosiddetta mobilitazione parziale. “Finora, più di 200.000 persone si sono arruolate nell’esercito”, ha affermato martedì il ministro della Difesa Sergei Shoigu dalle agenzie di stampa russe. Tuttavia, uno sguardo ai numeri annunciati solleva dubbi sul fatto che Mosca possa davvero parlare di successo.

  • L’imballaggio parziale ne ha uno serie di proteste Effetti. La guerra, che in Russia non può essere definita guerra, è sempre più percepita come tale nella società.
  • Decine di migliaia di uomini in età militare fuggono dalla coscrizione all’esteroSoprattutto nei paesi vicini. Martedì il Kazakistan ha riferito dell’arrivo di 200.000 persone dalla Russia nell’arco di due settimane. Secondo i rapporti, un totale di circa 700.000 russi hanno lasciato il Paese dopo la mobilitazione “Forbes Russia” Martedì.
  • Il reclutamento è casuale e caotico. Solo una settimana dopo l’inizio, il presidente Putin si è sentito in dovere di farlo Ammettere errori di riempimento parziali.

Secondo le analisi e gli osservatori militari occidentali, è generalmente improbabile che una mobilitazione parziale cambi le dinamiche della guerra, almeno nel breve termine.

Martedì pubblicato Relazione sullo stato del famoso Istituto per lo Studio della Guerra L’ISW ha affermato che il sistema di mobilitazione russo soffre di “serie sfide e limitazioni burocratiche che potrebbero minare gli sforzi di Putin per accumulare il numero di truppe di cui ha bisogno per continuare la lotta in Ucraina”.

In esso, il gruppo di ricerca di Washington ha anche citato resoconti di uomini russi nascosti nelle loro case per evitare di ricevere i loro avvisi di arruolamento. Inoltre, l’organizzazione ha descritto l’esercito russo come “un gruppo caotico di soldati esausti, che mobilita frettolosamente riservisti, coscritti e mercenari”.

La campagna di Russia è in crisi

Anche i russi favorevoli alla guerra, inclusi blogger e promotori che spesso hanno accesso diretto alle forze sul fronte, a quanto pare credono che la campagna russa sarà una crisi di personale e operazioni.

Un blogger ha descritto la situazione a Kherson come tale “critica” “Il New York Times” Un altro ha riferito che le forze russe nella provincia erano meno numerose. Ha detto: “Non abbiamo abbastanza persone”. L’emittente americana CNN Un giornalista russo ha riferito su Lyman al quotidiano filo-Cremlino Komsomolskaya Pravda. Secondo le informazioni ucraine, la città è ora di importanza strategica completamente guarito.

Secondo il corrispondente russo, le forze di Lyman soffrivano di carenza di personale, scarse comunicazioni ed errori da parte degli ufficiali. L’esaurimento si è insinuato nella parte russa, mentre l’Ucraina ha inviato al fronte personale di riserva ben preparato. “Avevamo bisogno di questo colpo inaspettato per ottenere il risultato finale”, ha detto la CNN.

I rapporti dal fronte coincidono con la valutazione degli esperti occidentali, i quali hanno affermato che il contrattacco ucraino stava causando enormi problemi alle unità russe su più fronti. “L’Ucraina sta dettando il ritmo in questo momento”, ha detto ai giornalisti a Londra il rappresentante della comunità di sicurezza occidentale. Alcune unità russe sono così sotto pressione che si sentono obbligate a ritirarsi, a volte contro la volontà della leadership russa.

Di conseguenza, Mosca non poteva più fornire equipaggiamento militare e addestramento adeguati a un gran numero di coscritti. Un’indicazione è che il ciclo di reclutamento dovrebbe iniziare un mese dopo il solito quest’anno, ha affermato martedì il briefing quotidiano del Ministero della Difesa britannico. La convocazione annuale di circa 120mila coscritti in Russia differisce dalla continua mobilitazione parziale dei riservisti.

Sembra che l’esercito russo soffra per la mancanza di rifornimenti

Ma gli ovvi problemi con il display sono evidenti anche in altri luoghi:

  • Sembra che ce ne sia una carenza Bende e altri prodotti medici. I riservisti appena mobilitati sono stati incaricati di portare il loro kit di pronto soccorso, affermando che i kit per le mestruazioni sono una soluzione economica, secondo un briefing dell’intelligence britannica la scorsa settimana. “La mancanza di fiducia in un’adeguata assistenza medica tra le forze russe contribuisce quasi certamente al deterioramento del morale e alla riluttanza a partecipare alle operazioni offensive”, ha aggiunto.
  • Inoltre, sono circolati post sui social dei riservisti Kalashnikov arrugginiti o armi dell’era sovietica Preparato, segnalato “Politica estera”.
  • Dovrebbe essere in una base militare vicino a Mosca Secondo i resoconti dei media Al Risse di massa tra clienti abituali appena assunti e clienti abituali di lunga data è venuto. Lunedì, il portale Internet Baza ha riferito che “i nuovi arrivati ​​non sono stati accolti con pane e sale, anzi: i soldati in servizio lì hanno chiesto ai nuovi arrivati ​​i loro vestiti e telefoni cellulari”. Il conflitto si è trasformato in una rissa di massa: le nuove reclute hanno avuto il sopravvento.

Il presidente russo Putin sta esercitando pressioni su questo, soprattutto perché le critiche alla guerra della sua amministrazione stanno aumentando nel suo paese. L’unione illegale di quattro regioni ucraine, tuttora controverse, è probabilmente il risultato di una serie di battute d’arresto: secondo la legge russa, queste battute d’arresto hanno lo scopo di dargli l’opzione nucleare, ovvero la massima escalation possibile della guerra (Leggi di più su questo qui).

Sia la mobilitazione parziale che i referendum fasulli indicano “una chiara debolezza militare in Russia”, ha affermato il professore di scienze politiche Gerhard Mangot all’Università di Innsbruck. Alla fine di settembre stella. “Putin si vede costretto a prendere queste misure, nonostante i molti rischi politici e il crescente risentimento tra la sua stessa gente”.

In questo contesto, Kiev ha reagito con una certa soddisfazione alla mobilitazione ordinata da Putin. Il 210° giorno di guerra, Mikhailo Podolak, consigliere esterno dell’Ufficio presidenziale ucraino, chiese: su Twitter: “Va ancora tutto secondo i piani o no?”

Fonti: “Il New York Times”E il CNNE il Istituto per lo studio della guerraE il “Politica estera”E il “Ucraina Pravda”E il Rete editoriale della GermaniaE il ORFcon materiale delle agenzie di stampa DPA e AFP

READ  Mariupol: "Lotta intensa" all'Azov Steel Site