Dicembre 1, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Enormi perdite nell’esercito di Putin: diversi droni abbattuti

  1. Pagina iniziale
  2. Politica

creatura:

a: Tim Vincent DickE il Vincenzo BoussoE il Luca Mayer

La Russia subisce pesanti perdite a Donetsk e Luhansk. L’Ucraina uccide 400 soldati russi. Ticker di notizie.

  • Enormi perdite per la Russia: Altri 400 soldati russi sono morti in Ucraina
  • Volodymyr Zelenskij: Cherson è diventato “D-Day” nella guerra in Ucraina
  • Nota dell’editore: Leggi gli ultimi sviluppi in Il conflitto in Ucraina nel nostro notiziario. Le informazioni vengono elaborate qui Guerra in Ucraina Proviene in parte dalle parti in conflitto Russia e il Ucraina. Quindi non possono essere parzialmente verificati in modo indipendente.

+++ 15:35: Secondo l’aeronautica militare ucraina, giovedì quattro missili da crociera KH-101 e cinque droni di fabbricazione iraniana sono stati abbattuti durante gli attacchi missilistici russi. Ne ho parlato Cnn.

Il comando dell’aeronautica ha dichiarato: “La Russia ha bombardato ancora una volta la regione di Rostov con aerei strategici Tu-95M dalla regione di Volgodonsk”. “In totale, nove lanciatori che trasportavano fino a 18 missili da crociera KH-101 / Kh-555” sono stati distrutti nell’Ucraina centrale. Nel sud, secondo la Luftwaffe, sono stati distrutti due missili guidati Kh-59.

Drone militare russo. (Foto d’archivio) © Aleksandr Gusev / Imago

Notizie della guerra in Ucraina: la Russia perde altri 400 soldati in 24 ore

+++ 9:10: Lo stato maggiore ucraino ha aggiornato il riepilogo delle perdite degli attaccanti russi. Secondo informazioni provenienti da Kiev, 83.110 soldati pro-Putin hanno perso la vita combattendo contro l’Ucraina.

  • Soldati: 83.110 (+400 al giorno precedente)
  • Aerei: 278 (+0)
  • elicottero: 261 (+0)
  • cisterna: 2878 (+7)
  • Veicoli corazzati da combattimento: 5804 (+7)
  • Sistemi di artiglieria: 1860 (+0)
  • Sistemi missilistici a lancio multiplo: 393 (+0)
  • Sistemi di difesa aerea: 208 (+0)
  • Auto e altri veicoli: 4362 (+2)
  • Navi: 16 (+0)
  • Aerei da combattimento senza pilota: 1531 (+6)
  • (A partire da giovedì 17 novembre)
  • Le informazioni sulle perdite della Russia nella guerra in Ucraina provengono dal Ministero della Difesa ucraino. Non può essere verificato in modo indipendente. Lo stesso Cremlino fornisce poche informazioni sulle sue perdite.

+++ 8:50: Le forze armate ucraine hanno respinto sette attacchi nelle ultime 24 ore, ha annunciato in mattinata lo stato maggiore. Secondo quanto riferito, la Russia ha subito pesanti perdite nella regione di Zaporizhia. Secondo loro, le forze ucraine hanno distrutto due depositi di munizioni, due unità BM-21 “Grad” e un sistema missilistico antiaereo S-300. Inoltre, circa 100 soldati pro-Putin sono stati uccisi o feriti.

READ  Tre modelli a Kabul: vogliamo uscire dall'Afghanistan | Politica

La dichiarazione afferma che le forze aeree al servizio di Kiev hanno anche distrutto due siti di sistemi missilistici antiaerei russi. Unità di artiglieria hanno sparato contro un totale di 2 posti di blocco, 6 concentrazioni di manodopera, armi ed equipaggiamento militare, 3 depositi di munizioni e 3 altri importanti oggetti degli occupanti. La verifica indipendente delle informazioni non è stata ancora possibile.

Notizie sulla guerra in Ucraina: la Russia deve ancora una volta accettare le perdite nel sud

Aggiornamento dal 17 novembre, 6:30: Il comando meridionale delle forze armate dell’Ucraina ha pubblicato il suo riassunto mercoledì (16 novembre). È interessante notare che la forza è stata ancora una volta in grado di infliggere perdite ai ranghi delle forze armate russe.

In totale, le forze pro-Kiev hanno attaccato 45 volte con missili e artiglieria, ha scritto il comando. Almeno cinque soldati dell’esercito di Putin sarebbero rimasti feriti. Si parla anche della distruzione di 3 veicoli blindati. Il numero esatto delle vittime causate dagli attacchi è ancora oggetto di indagine. Le informazioni non sono state verificate in modo indipendente.

Notizie di guerra in Ucraina: enormi perdite tra i combattenti russi delusi

+++ 20:00: Secondo lo stato maggiore ucraino, le perdite della Russia potrebbero essere confermate anche martedì (15 novembre). Ad esempio, 50 soldati russi sono stati uccisi o feriti in un attacco nella regione di Luhansk. È stato anche detto che ci sono stati “attacchi riusciti” in tre città, tutte situate in profondità nella parte occupata della regione di Kherson.

+++ 18:47: Secondo l’esercito ucraino, nel corso della giornata sono avvenuti ulteriori attacchi alle postazioni russe. Si dice che due sistemi di difesa missilistica siano stati colpiti durante gli attacchi aerei. Si dice che altre perdite subite dalla Russia ammontino a diversi posti di blocco e ad altre aree in cui sono concentrati soldati e attrezzature militari. Lo stato maggiore ucraino ha affermato che le unità missilistiche e di artiglieria ucraine hanno colpito questi proiettili.

+++ 17:34: Secondo fonti ucraine, il morale tra le forze russe nell’Ucraina orientale è scarso. “Nelle aree temporaneamente occupate delle regioni di Donetsk e Luhansk, a causa della grande perdita di vite umane durante le ostilità, il numero di disertori delle unità delle forze di occupazione è aumentato e lo stato morale e psicologico si è notevolmente deteriorato”, ha affermato il Generale ucraino. ha detto lo staff su Facebook.

Dopo aver combattuto intorno al villaggio di Mayorsk, il distaccamento russo di stanza lì perse tutta la sua forza combattiva. Ha aggiunto che oltre il 50% dei russi era stato ucciso o ferito. “Lo stato morale e psicologico dei soldati non è soddisfacente. Il comando nemico ha smantellato il suddetto reparto. Quanto al resto del personale, è stato distribuito ad altri reparti militari”.

Guerra in Ucraina: la Russia lancia molti missili senza colpire gli obiettivi

+++ 14:20: Fonti ucraine hanno affermato che gran parte del massiccio sbarramento missilistico che ha colpito l’Ucraina martedì (15 novembre) è stato intercettato. Secondo quanto riportato dal Comando dell’aeronautica ucraina sul servizio di messaggistica Telegram, un totale di 96 missili sono stati abbattuti dai militari russi da lanciatori e navi militari. Si diceva che 75 di loro potessero essere distrutti.

Guerra in Ucraina: Putin risponde alle pesanti perdite russe

+++ 12:16: Le perdite della Russia nella guerra in Ucraina preoccupano il presidente del Cremlino Vladimir Putin. Secondo un rapporto, il presidente russo intende saltare la sua grande conferenza stampa annuale. Questo sarebbe un caso speciale, dato che Putin è apparso all’evento dal 2012.

Due persone vicine al Cremlino hanno detto al giornale che i consueti preparativi per la conferenza stampa annuale di Putin a dicembre e per la sessione annuale di domande e risposte “devono ancora iniziare”. RBC. Ha aggiunto che la ragione di ciò era, tra l’altro, “l’ubicazione nell’area delle operazioni militari speciali”.

Perdite della Russia: l’Ucraina ha distrutto 2871 carri armati russi

+++ 9:35: Nel frattempo, Kiev ha rilasciato gli ultimi dati sulle vittime russe. Le informazioni si basano sui rapporti dello stato maggiore dell’Ucraina.

Aggiornamento da mercoledì 16 novembre alle 7:30: Martedì le forze ucraine hanno aperto nuovamente il fuoco contro gli occupanti russi. Lo riferisce l’agenzia di stampa nazionale ucraina, ukrinform. L’attacco è avvenuto sulla riva sinistra del Dnepr al Kinburn Spit.

17 occupanti russi sono stati uccisi in questo attacco. Inoltre, 15 veicoli corazzati, due unità di artiglieria semoventi e un drone da ricognizione Orlan-10 sono stati distrutti o danneggiati. L’esercito ucraino è anche riuscito a distruggere due depositi di munizioni a Nova Kakhovka e Oleshki.

Le perdite della Russia nella guerra in Ucraina: ritiro delle truppe

+++ 20:15: Dopo la liberazione della città di Cherson durante la guerra in Ucraina, le forze russe si ritirarono dalle città di Skadovsk e Hnichesk. Lo stato maggiore ucraino ha dichiarato su Facebook che si stanno dirigendo verso la Crimea occupata dalla Russia. Ha aggiunto che “alcune unità delle forze di occupazione si stanno ritirando dagli insediamenti (…)”.

La Russia ha recentemente subito una grave sconfitta nella regione di Kherson. Martedì sera lo stato maggiore ha dichiarato che le restanti forze armate cercheranno ora di mantenere il controllo sulle aree già occupate e di scoraggiare i difensori ucraini su diversi fronti.

Vittime nella guerra in Ucraina: “i terroristi perdono sempre”

+++ 16:59: La Russia ha lanciato ancora una volta un massiccio attacco aereo contro l’Ucraina, ma questo fatto non può distrarre dalle enormi perdite sul fronte che l’esercito russo sta registrando. Almeno, questo è ciò che vede Andriy Yermak, capo dell’ufficio presidenziale ucraino. Qualcuno crede seriamente che il Cremlino voglia davvero la pace? Vuole obbedienza. “Ma alla fine, i terroristi perdono sempre”, ha detto Yermak su Twitter.

Notizie sulla guerra in Ucraina: la Russia abbandona la sua posizione e si ritira ulteriormente

Aggiornamento da martedì 15 novembre, 14:31: Secondo fonti ucraine, le cose vanno ancora male per la Russia nella regione di Kherson. La portavoce dell’esercito Natalya Hominyuk ha detto a una stazione televisiva ucraina che le forze di occupazione sarebbero state sottoposte a un’enorme pressione, ora anche sulla sponda orientale del Dnepr.

“Ipoteticamente, il nemico può rappresentare una minaccia per Kherson perché la distanza consente loro di utilizzare diversi tipi di armi”, ha spiegato Homenyuk. Tuttavia, i soldati ucraini continueranno a combattere e non si arrenderanno. “A questo proposito, le forze nemiche si stanno muovendo sulla riva sinistra del fiume Dnepr, a 15-20 chilometri dalla riva”, ha detto la portavoce. Ha aggiunto che la Russia sta abbandonando anche le fortificazioni che sono state costruite sulla sponda orientale e si sta ritirando nell’entroterra.

Perdite per la Russia: Chersonesos è diventato il “giorno della vittoria” nella guerra in Ucraina

Primo rapporto da martedì 15 novembre: Kiev – La Russia continua a subire pesanti perdite nella guerra contro l’Ucraina. Non solo si perdono soldati e materiale bellico, ma anche l’esercito russo deve abbandonare territori. Ciò è dimostrato in modo impressionante dalla sconfitta nella città ucraina meridionale di Chersonesos, che è stata recentemente liberata dalle forze armate dell’Ucraina.

Il presidente ucraino Volodymyr Zelensky vede il successo militare come un punto di svolta nella guerra in Ucraina. “Può essere paragonato al D-Day in Normandia”, ha detto il capo dello Stato al vertice del G20 sull’isola indonesiana di Bali. È collegato tramite video. Zelenskyj ha aggiunto che la liberazione di Kherson “non è il fine ultimo della lotta contro il male, ma determina già l’intero ulteriore corso degli eventi”. In primo luogo, ha riferito il portale di notizie ucraino Kiev Indipendente a proposito.

(con agenzie)