Dicembre 2, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Due carte per le “elezioni di medio termine”: ecco come appare il risultato delle elezioni americane

Due mappe di “medio termine”
Ecco come appare il risultato delle elezioni americane

Elezioni di medio termine Usa indecise: importanti risultati ancora in attesa alla Camera dei Rappresentanti. La mappa elettorale degli Stati Uniti brilla davvero quasi ovunque in rosso repubblicano? ntv.de mostra la vera maggioranza negli Stati Uniti.

Alle elezioni del Congresso degli Stati Uniti, il conteggio dei voti è ancora in corso in diversi stati. Come è diventato noto nel fine settimana, i Democratici – il partito del presidente in carica Joe Biden – hanno potuto Maggioranza al Senato Difesa difficile. D’altra parte, l’equilibrio di potere alla Camera dei Deputati è ancora aperto.

E domenica sera, 20 dei 435 mandati non erano ancora stati concessi. Il motivo dei ritardi è, tra l’altro, le norme elettorali speciali di ogni singolo Paese. I repubblicani sono avanti alla Camera dei rappresentanti. Più di recente, è stato da 211 a 204 per il partito, che include anche l’ex presidente Donald Trump. La soglia di maggioranza alla Camera dei Rappresentanti è di 218 seggi. I repubblicani dell’opposizione avevano bisogno solo di altri nove seggi, mentre i democratici, d’altra parte, ne avevano bisogno 14.

Nota: i grafici di ntv.de sono costantemente aggiornati.

Mappa elettorale tradizionale degli Stati Uniti, distretti elettorali per distretto:

Osservando una tradizionale mappa elettorale (qui: “visualizzazione mappa”), a causa di alcune particolarità della legge elettorale statunitense, può facilmente emergere l’impressione che i residenti negli Stati Uniti siano in modo schiacciante dalla parte dei repubblicani in questo voto. La maggior parte dell’area si illumina di rosso repubblicano.

Tuttavia, le carte geografiche familiari dipingono un quadro molto distorto: nelle elezioni alla Camera dei rappresentanti, i deputati sono eletti dai collegi elettorali. A tal fine, gli Stati Uniti sono stati divisi in 435 distretti congressuali (“distretti congressuali”), dimensioni approssimative in base alla dimensione della popolazione.

Il risultato: questa segmentazione si traduce in grandi differenze dimensionali tra le aree densamente popolate, ad esempio sulla costa orientale e occidentale, e le aree rurali del Midwest. Gran parte degli Stati Uniti si illumina di rosso: i contorni familiari di una tradizionale mappa elettorale danno l’impressione di un potente dominio repubblicano.

Mappa elettorale stilizzata degli Stati Uniti, taglia unica per tutti i collegi elettorali:

Tendono ad essere solo aree rurali scarsamente popolate dove i repubblicani sono in vantaggio. Questo fa sembrare la festa più forte di quanto non sia in realtà. I grandi centri abitati, dove i Democratici hanno vinto in molti luoghi, occupano meno spazio sulla classica mappa degli Stati Uniti. Questo lo fa sembrare piccolo e quasi insignificante.

Un’impressione distorta può essere corretta rapidamente: uno sguardo alla mappa elettorale stilizzata (qui: “visualizzazione tessere”) mostra gli stessi dati – solo qui i distretti elettorali hanno le stesse dimensioni degli esagoni. Ogni collegio è rappresentato in una cosiddetta “tilemap” da un esagono regolare. Ciò fornisce un quadro più equilibrato in termini di risultato elettorale effettivo: i repubblicani non domineranno nemmeno la Camera dei rappresentanti in futuro. La maggioranza è molto ristretta.

Nelle elezioni di medio termine di quattro anni del presidente Biden, tutti i 435 seggi della Camera dei rappresentanti e 35 dei 100 seggi del Senato erano in attesa di elezione. Sono stati occupati anche 36 stati e altri importanti uffici statali. La distribuzione dei seggi al Congresso determina la quantità di margine di manovra politico che il presidente in carica ha durante i restanti due anni.

READ  La situazione nella regione del Mar Nero: Putin: non c'è interesse per l'escalation