Dicembre 1, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Dow aumenta: le preoccupazioni sui tassi di interesse di Wall Street si dissipano


Rapporto di mercato

Stato: 04/10/2022 22:14

Sia Wall Street che il DAX hanno continuato la loro rapida marcia di ripresa. La speranza che le banche centrali rallentino il rialzo dei tassi sta alimentando la volontà degli investitori di assumersi dei rischi.

A Wall Street, l’indice Dow Jones ha chiuso in rialzo del 2,8% a 30.316,32 punti. L’indice Standard & Poor’s 500 è salito del 3,1% a 3.790,93 punti.

I forti aumenti di prezzo sia negli Stati Uniti che in Europa sono causati dalla speranza degli investitori che le banche centrali mondiali si astengano dall’ulteriore inasprimento monetario alla luce dei rischi di recessione.

“La Banca d’Inghilterra ha sbagliato la scorsa settimana, mostrando agli investitori di tutto il mondo che l’aggressività della banca centrale ha i suoi limiti”, ha affermato Thomas Hayes, amministratore delegato di Great Hill Capital. Gli investitori stanno ora ipotizzando che anche la Federal Reserve statunitense rallenterà il ritmo degli aumenti dei tassi.

Azioni Twitter sospese dalle negoziazioni

Le segnalazioni tramite il servizio SMS Twitter hanno suscitato scalpore. I media inizialmente hanno riferito, citando fonti informate, che il presidente di Tesla Elon Musk voleva rilevare l’azienda al prezzo di acquisto originariamente offerto di $ 54,20. Le azioni di Twitter inizialmente sono aumentate di circa il 13% negli scambi a $ 47,93 prima che il giornale fosse sospeso dalle negoziazioni. Nel frattempo, il miliardario della tecnologia ha confermato questa intenzione in una notifica obbligatoria alla US Securities and Exchange Commission.

Musk inizialmente ha annunciato i piani di acquisizione, ma poi ha fatto marcia indietro. Lo ha giustificato dicendo che Twitter ha sottovalutato il numero di account falsi sulla sua piattaforma, il che potrebbe avere un impatto sulle entrate pubblicitarie. Quindi Twitter è andato in tribunale per costringerlo a onorare l’accordo. Il processo in Delaware doveva iniziare a metà ottobre.

In una valutazione iniziale, l’analista di Wedbush Dave Ives ha affermato che Musk sembrava rendersi conto che le sue possibilità di vincere in tribunale erano scarse e che l’accordo sarebbe “in un modo o nell’altro”. Eric Talley, professore di diritto alla Columbia University, la vede in modo simile: dal punto di vista legale, Musk probabilmente non ha una buona mano, ha detto.

READ  Il sogno turco del futuro: Togg - un'auto elettronica pensata in un modo completamente diverso?

DAX salta in avanti

Gli investitori avevano motivo di essere felici anche nel mercato azionario tedesco. Il DAX ha chiuso con un premio del 3,8% a 12.670 punti, quasi un giorno di massimo. Dal minimo di ieri di 11.894 punti, l’indice leader tedesco ha guadagnato quasi 800 punti.

Le banche centrali stanno diventando più caute?

“L’umore nel mercato azionario difficilmente può cambiare più velocemente e in modo più chiaro”, afferma Konstantin Oldenburger, analista di mercato di CMC Markets. “Le speranze degli investitori per un atterraggio morbido nell’economia si stanno ravvivando e si basano sul fatto che le banche centrali di tutto il mondo almeno rallentino o alla fine mettano fine alla loro stretta monetaria”, ha affermato l’esperto.

“Il mercato azionario tedesco è dominato dalla speranza che la Federal Reserve statunitense sarà presto in grado di staccare il piede dall’acceleratore nell’attuale ciclo di rialzo dei tassi per salvare l’economia statunitense dal collasso”, ha scritto l’analista Timo Emden di Emden Research . “I fantasmi sull’abbassamento dei tassi di interesse stanno attirando sempre più i cacciatori di prezzi che vogliono tagliare le loro posizioni di fronte allo stato sempre più ipervenduto del mercato”.

“Posizione difensiva adeguata”

Ma quanto sono sostenibili i guadagni data l’incombente recessione economica? Markets.com Markets Observer Neil Wilson descrive l’attuale forza dei mercati come “un classico rally per allentare un mercato ribassista”.

“Alcuni dati economici statunitensi più deboli stanno portando le persone a credere che la Fed debba fare un passo indietro e smettere di aumentare i tassi di interesse prima di quanto si pensasse”, ha scritto Wilson. L’aumento dell’inflazione nel settore dei servizi negli Stati Uniti e in Europa mostra che la variazione dei tassi di interesse sarà alquanto frettolosa. Questo perché l’inflazione non può essere controllata in questo modo.

READ  Il DAX è più alto all'inizio: la probabilità di delusione è ancora alta

Anche Beat Thoma, analista degli investimenti di Fisch Asset Management, rimane scettico: “Sebbene i mercati abbiano già valutato molte cose negative e le valutazioni stiano diventando sempre più interessanti, riteniamo ancora la posizione difensiva appropriata”.

L’euro si avvicina alla parità

Nel forex trading, l’euro è salito a $ 0,9994. A fine settembre la moneta unica europea è scesa a 0,9538$, il livello più basso degli ultimi 20 anni.

Il prezzo del petrolio sale in vista della riunione OPEC+

Il prezzo del petrolio continua a salire il giorno prima delle deliberazioni dell’OPEC+ sulla politica di produzione. Gli esperti della casa di ricerca Fitch Solutions prevedevano un calo significativo dei tassi di finanziamento.

L’organizzazione si incontra mercoledì a Vienna per discutere la sua politica di produttività. Si ipotizza che la produzione potrebbe diminuire di oltre 1 milione di barili al giorno. Sullo sfondo della polemica sui tagli c’è il forte calo dei prezzi del greggio negli ultimi mesi a causa dei timori di una recessione, che dovrà essere contrastata dalla riduzione dell’offerta.

RWE vuole eliminare gradualmente la lignite entro il 2030

La struttura RWE che desideri nel 2030 e quindi otto anni prima del previsto La fine della produzione di energia a lignite. Oggi, RWE ha annunciato che questa decisione fa parte di un accordo tra la società, il Ministero federale dell’economia e il Ministero dell’economia del Nord Reno-Westfalia. RWE vuole anche investire in modo significativo nelle energie rinnovabili per dare un ulteriore contributo all’eliminazione graduale del carbone.

Sixt vuole acquistare 100.000 auto elettriche da BYD

subordinare Sixt compagnia di autonoleggio Vuole acquistare circa 100.000 auto elettriche dal produttore cinese BYD nei prossimi anni. Il primo ordine include diverse migliaia di veicoli, ha annunciato oggi Sixt. Di conseguenza, i primi veicoli dovrebbero essere disponibili quest’anno. Inizialmente sarà mostrato in Germania, Francia, Paesi Bassi e Gran Bretagna.

Volkswagen, Porsche e BMW con un aumento delle vendite negli Stati Uniti d’America

Il colosso industriale tedesco Volkswagen ha aumentato le sue vendite negli Stati Uniti nei tre mesi fino alla fine di settembre rispetto allo stesso periodo dell’anno scorso del 12,0% a 88.820 nuovi veicoli. Il motivo principale era il forte business dei SUV con i modelli Atlas, Tiguan e Taos.

La società di auto sportive Volkswagen Porsche ha aumentato le sue vendite negli Stati Uniti nel terzo trimestre dell’8,5% a 16.581 veicoli. Anche la casa automobilistica tedesca di lusso BMW ha incrementato le sue vendite nell’importante mercato americano, consegnandovi 78.031 nuove vetture del suo marchio principale; Le vendite sono aumentate del 3,2% anno su anno.

Credit Suisse: prezzi in rimbalzo dopo un calo record

Il titolo Credit Suisse è in ripresa. Ieri, la fiducia degli investitori nella banca colpita dalla crisi ha continuato a indebolirsi, poiché le azioni della seconda banca svizzera sono temporaneamente crollate di oltre l’11% al minimo storico di 3,52 franchi svizzeri.

Fornitori Apple “cautamente ottimisti”

Nonostante i timori di una recessione, il fornitore Apple Foxconn è “cautamente ottimista” dopo aver registrato vendite record a settembre per il quarto trimestre. Le vendite sono aumentate del 40,4 percento a settembre e del 24,4 percento in generale nel terzo trimestre. Foxconn ha spiegato che questi sono valori standard.