Dicembre 2, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Dopo l’IPO Porsche: 9,55 miliardi di euro per gli azionisti Volkswagen

Stato: 14/10/2022 19:19

L’IPO di Porsche ha fatto l’anello del tesoro per gli azionisti della società madre Volkswagen. Ora dovresti ricevere 9,55 miliardi di euro in dividendi speciali. Ne beneficiano soprattutto le famiglie Porsche e Bich.

A seguito dell’offerta pubblica iniziale di Porsche, il Gruppo Volkswagen sta pagando ulteriori 9,55 miliardi di euro ai suoi azionisti, principalmente alle famiglie Porsche e Pech. Volkswagen propone un dividendo speciale di 19,06 euro per azione, secondo l’invito all’assemblea generale straordinaria del 16 dicembre a Berlino, pubblicato nel pomeriggio.

Come promesso, il gruppo trasferisce il 49 percento delle entrate derivanti dall’offerta pubblica iniziale di successo della filiale di auto sportive Porsche AG. La holding di famiglia Porsche, controllata dai nipoti del fondatore dell’azienda Ferdinand Porsche, può contare su tre miliardi di euro, che intende investire subito in ulteriori azioni ordinarie di Porsche AG.

Porsche SE sta crescendo

Il dividendo speciale è dovuto il 9 gennaio 2023, come indicato nell’invito all’assemblea generale annuale. La distribuzione è il prerequisito affinché la holding del gruppo Porsche SE aumenti la sua partecipazione ordinaria in Porsche AG dal 17,5% al ​​25%.

Dal punto di vista finanziario, è un gioco a somma zero: il pacchetto del 7,5 percento che la holding riceve da Volkswagen costa tanto quanto guadagna in dividendi. Porsche SE ha finanziato la prima tranche con debiti. Così, le famiglie riacquistano l’accesso diretto allo stabilimento di auto sportive di Stoccarda, che hanno dovuto vendere dopo il fallito tentativo di acquisire la Volkswagen.

I principali azionisti lì

L’approvazione degli azionisti Volkswagen è una formalità: Porsche SE detiene la maggioranza dei voti delle azioni ordinarie Volkswagen. Anche gli altri due maggiori azionisti di Volkswagen ne traggono vantaggio: lo stato della Bassa Sassonia (11,8%) raccoglie 1,13 miliardi di euro, la holding statale del Qatar (10,5%) miliardi. Questo è più della metà dell’importo che il Qatar ha investito nelle azioni Porsche quando sono diventate quotate.

READ  Protezione del 49%: Biontech con una probabilità dell'11%

In tutto, l’offerta pubblica iniziale di Porsche – la più grande in Germania da oltre 25 anni – e la vendita di azioni della holding della famiglia Volkswagen porteranno oltre 19 miliardi di euro. Parte del denaro detenuto dal Gruppo Wolfsburg Dovrebbe sfociare nel trasformare la Volkswagen in un produttore di auto elettriche.

L’assemblea generale straordinaria è la prima in tre anni che Volkswagen intende convocare nuovamente di persona. Il gruppo ha affittato il centro congressi di Berlino “CityCube” per questo scopo. Dal 2020 le assemblee degli azionisti – come quasi tutte le società quotate – si tengono quasi esclusivamente a causa della pandemia di Corona.