Dicembre 6, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Deutsche Telekom presenta i suoi telefoni cellulari 5G: T Phone al mercato di massa

Deutsche Telekom (DTAG) vuole attirare più clienti sulle reti 5G con il suo marchio di smartphone e prezzi più convenienti per le periferiche. L’aumento del consumo di dati sta riempiendo le reti 4G (LTE), che a lungo termine sono più costose per l’operatore di rete rispetto al più efficiente 5G. I telefoni cellulari adatti sotto i 300 euro devono ora accelerare il passaggio al 5G. Vengono visualizzati T Phone e T Phone Pro.

Entrambi sono dispositivi Android con un chipset Mediatek (Dimensity 700) con due core con clock a 2,2 GHz e altri sei a 2 GHz. Non c’è da stupirsi, perché i telefoni cellulari sono basati sul REVVL 6 PRO 5G venduto da T-Mobile USA, che a sua volta è lo sviluppo di Mediatek. Lo sviluppatore di chip taiwanese e Google lavorano a stretto contatto dal 2017 per accelerare l’adozione di nuovi dispositivi Android. Questo programma è chiamato Mobile Services Express (GMS Express) di Google. Google fornisce versioni pre-testate di Android.

Altre cose che T Phone e T Phone Pro hanno in comune sono Android 12, un jack per cuffie da 3,5 mm, uno slot per schede SD fino a 2 TB di spazio di archiviazione aggiuntivo, USB-C (ricarica fino a 15 W), Bluetooth 5.1 e un’impronta digitale sensore Dita, riconoscimento facciale per sbloccare il dispositivo e protezione dagli schizzi sono limitati a IP52/IPX2. Di certo ne fanno parte anche GPS e WLAN, anche se non è ancora chiaro dai documenti pubblicati giovedì. Il modello USA supporta la WLAN secondo lo standard IEEE 802.11 a/b/g/n/ac. Il sensore di impronte digitali sembra essere integrato nel pulsante di accensione sul lato.

Le differenze tra il più piccolo T Phone (6,52 pollici di diagonale dello schermo, 1600 x 720 pixel) e il più grande T Phone Pro (6,82 pollici, 1640 x 720 pixel, 395 ppi, possibilmente 60 Hz di frequenza di aggiornamento) includono la memoria principale (4 GB). rispettivamente), memoria di massa (64/128 GB), capacità della batteria (4500/5000 mAh), peso (195/214 grammi) e dimensioni esterne (circa 167 x 76 x 9 mm o 174 x 78 x 9 mm). NFC e ricarica wireless sono riservati alla versione Pro.

READ  La sonda solare Parker della NASA tocca il sole

Entrambi i modelli hanno una fotocamera posteriore principale da 50 MP che registra video 2K a 30 fps, flash LED, una fotocamera con valutazione della profondità da 2 MP e una fotocamera macro da 2 MP. Il modello Pro ha anche una fotocamera da 5 MP per scatti grandangolari. Per i selfie, nella parte frontale sono installate unità di registrazione da 5 o 16 megapixel. Magenta contiene immagini di esempio Metti entrambi i moduli online.

Dal 5 ottobre, la controllata austriaca di DTAG Magenta venderà il T Phone a 229 euro (compreso il 20% di imposta sulle vendite) e il T Phone Pro a 279 euro. I clienti Magenta con fattura devono aggiungere tre euro di imposta sul copyright, ma possono beneficiare di un prezzo di vendita inferiore (a partire da zero euro).

Allo stesso tempo, i due modelli di smartphone saranno venduti anche dalle filiali DTAG in Croazia, Montenegro, Macedonia del Nord, Polonia, Romania, Slovacchia e Repubblica Ceca. In Germania, Telekom vuole lanciare i telefoni T all’inizio del 2023.

Con la potenza di calcolo del Dimensity 700, che conosciamo dal Realme 8 5G, tra le altre cose, i telefoni T finiscono nella linea centrale inferiore, ma questo è abbastanza per la telefonia e l’uso di applicazioni di posta elettronica, messaggistica e notizie. Non dovresti essere colpito dall’ampia area della fotocamera, ma la fotocamera principale è sicuramente utilizzabile.

Negli Stati Uniti, T-Mobile vende da anni telefoni cellulari a clienti sensibili al prezzo con il suo marchio REVVL. Questo non è del tutto nuovo in Europa, un lettore maturo potrebbe ricordare il T-Mobile G1, ma non vedevamo dispositivi del genere da molto tempo.

La controllata austriaca Magenta spiega perché Deutsche Telekom sta tornando in auge: sebbene abbia introdotto il 5G nel 2019, entro la fine del 2021 solo il tre percento dei clienti possedeva un telefono cellulare con tecnologia 5G e una tariffa adeguata. Tutte le attuali tariffe Magenta includono l’accesso 5G. Quindi il rapporto è triplicato nei nove mesi di quest’anno, ma è ancora a una cifra.

READ  Crimson e Crimson non sembrano avere più di 900 Pokemon, Pokemon Home rivela perché • Nintendo Connect

“Con il lancio del T Phone sul mercato, Magenta vuole aumentare in modo significativo la percentuale di utenti 5G”, rivela l’azienda. “L’obiettivo è che un terzo di tutti i clienti mobili Magenta possa sperimentare i vantaggi del 5G entro la fine del 2023”.



(S)

alla home page