Febbraio 4, 2023

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Commenta dieci cinesi! Grande scandalo negli sport dello snooker

Il mondo dello snooker gorgoglia ormai da tre mesi.

A quel tempo, la WPBSA World Association ha annunciato la sospensione di Liang Wenbo.

Fidanzato star della DFB semplicemente wow! Abbiamo sempre immaginato le teste in modo diverso…

In breve, i funzionari hanno chiarito che ai cinesi non era più consentito partecipare agli eventi del WPBSA fino al completamento delle indagini a causa di una “cattiva condotta” non specificata. Le indagini continuano ancora oggi e hanno tracciato ampi cerchi.

All’inizio di dicembre, Lu Ning, Li Hang, Zhao Jianbo, Bai Langneng e Zhang Bingyu sono stati temporaneamente sospesi.

A metà dicembre, Yan Bingtao, 16° classificato nella classifica mondiale e già vincitore del titolo Important Masters, è stato sospeso poco prima di una partita in un torneo a Brentwood, in Inghilterra.

A dicembre, Yan Bingtao è stato bandito dal torneo

Foto: Tim Judd/dott

Chen Zifan è seguito alla fine di dicembre e ora, poco dopo la fine dell’anno, Zhang Jiankang e Zhao Xintong sono al nono posto nel mondo. La federazione ha ora ritirato dalla circolazione dieci giocatori, tutti cinesi.

L’accusa su cui ora si basano l’indagine WPBSA e di conseguenza le sospensioni è “manipolazione dei risultati di una partita a fini di scommessa”. Quindi si tratta di fissare l’esito delle partite, cambiare intere partite o singoli eventi all’interno di una partita, ad esempio nello snooker, mancando un frame specifico (paragonabile a un set oa una partita nel tennis). “Ovviamente, sono state create strutture che consentono frodi sistematiche”, ha scritto Rolf Kalb, commentatore televisivo e voce da snooker tedesco, in una colonna di Eurosport.

Ci sono poche informazioni sullo sfondo. Solo un post ora cancellato del ventenne Chang Bingyu ha fatto scalpore, accusando il collega Liang Wenbo, che è stato il primo ad essere sospeso.

“La mattina del match mi ha chiamato e mi ha detto con tono minaccioso che era ‘nella’ mia partita contro Jimmy Jones (al British Open, ndr). Avevo paura perché ha puntato tanti soldi. ( Punteggio finale 1:4, modificato.) Avevo molta paura”, ha scritto Bingyu, mostrando rimorso: “Qualunque sia il motivo delle partite truccate, è colpa mia e lavorerò attivamente nelle indagini. Potrei accettare la mia punizione, ma In quel momento avevo davvero paura.” Secondo le sue dichiarazioni, non ha ricevuto denaro.

La federazione ha una politica di tolleranza zero con i giocatori. Vogliamo muoverci molto rapidamente su questo. Spingiamo più forte che possiamo. Queste cose sono molto dannose. “Dobbiamo mostrare al pubblico che possiamo occuparcene e lavorare velocemente”, ha recentemente dichiarato il presidente Jason Ferguson al quotidiano inglese The Metro. Tuttavia, ha escluso la squalifica a vita perché “non staranno in tribunale” e ha affermato che “non tutti coloro che sono stati sospesi sono colpevoli di partite truccate. Questo non è certamente nelle spiegazioni”.

La federazione globale è già in conflitto sulla concentrazione dei giocatori cinesi sospesi. La Cina è un mercato importante per WPBSA con il proprio accordo televisivo.

Anche costosi tavoli da biliardo sono forniti da uno sponsor cinese. Fino allo scoppio della pandemia di Corona, il China Open era parte integrante del calendario dei tornei.

READ  Non parteciperò ad altre gare!