Novembre 28, 2021

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Come sbarazzarsi dell’infiammazione: la pratica della guarigione

Cosa può aiutare con l’ebollizione?

Punture e chicchi di grandine sono infezioni benigne delle palpebre. Mentre quest’ultimo di solito non fa male, il primo è doloroso. L’infiammazione di solito scompare da sola. Ma ci sono alcune cose che i malati possono fare per accelerare il processo di guarigione.

L’orzo e i chicchi di grandine sono malattie delle palpebre relativamente comuni, specialmente negli adulti, dice uno di loro. Ingresso Dall’ospedale universitario Saarland (UKS). A differenza di un chicco di grandine, questo è porcile doloroso. Gli esperti spiegano cosa si può fare al riguardo.

Non esprimerti

Come l’Istituto per la Qualità e l’Efficienza in Sanità (IQWiG) sul suo portale”gesundheitsinformation.deMostra che ci sono molte ghiandole sudoripare e piccole ghiandole sebacee sulla palpebra. Questi assicurano che gli occhi non si secchino.

Nella feccia (lat. Hordeolum), una di queste ghiandole è infiammata dai batteri. Si sviluppa un gonfiore doloroso e pieno di pus. In caso di grandine (porpora), invece, la ghiandola sebacea si blocca e si infiamma con conseguente gonfiore di lunga durata. Tuttavia, di solito è indolore e non contiene pus.

Un chicco di grandine è solitamente innocuo e può regredire da solo, riporta l’ospedale universitario. Tuttavia, questa operazione potrebbe richiedere diverse settimane. In rari casi, un chicco di grandine può compromettere la vista o portare alla congiuntivite.

I chicchi d’orzo sono più dolorosi dei chicchi freddi a causa della loro infiammazione purulenta. Di solito si aprono da sole dopo pochi giorni, il pus drena e il gonfiore diminuisce. Tuttavia, in nessun caso le persone infette dovrebbero cercare di esprimere l’orzo o la grandine da sole, poiché ciò consente agli agenti patogeni batterici che causano l’infiammazione di diffondersi all’interno.

READ  Omega 3 a Omega 6: questo è il rapporto ottimale

Accelera il processo di guarigione dei brufoli

Alcune misure mirano ad accelerare il processo di guarigione e ad alleviare il disagio nella ferita – secondo IQWiG, tuttavia, non ci sono studi per dimostrarlo.

Igiene dell’acqua: Si consiglia spesso di massaggiare e pulire accuratamente il bordo della palpebra, ad esempio con salviette detergenti speciali o liquidi detergenti per le palpebre della farmacia applicati agli impacchi. Una pulizia a umido così breve non è un problema e ha lo scopo di aprire i pori ostruiti in modo che il pus e le secrezioni possano fluire meglio. È importante non spingere la ferita in nessuna circostanza.

Battericidi: Questi farmaci possono essere applicati a un viscoso, ad esempio come unguento o gel.

Antibiotici: Gli unguenti contenenti antibiotici devono essere usati solo dopo aver consultato un medico. Compresse, succhi o infusi hanno senso solo se un sistema immunitario indebolito, ad esempio, aumenta il rischio di diffondere l’infiammazione e quindi le complicazioni.

lavorazione termica: La terapia fisica che utilizza il calore secco (ad esempio luce infrarossa o cuscinetti riscaldanti) può dissolvere l’accumulo di secrezioni e quindi contribuire alla guarigione, riporta l’UKS.

Tuttavia, se la ferita non si drena da sola entro circa due settimane o con l’aiuto dei mezzi descritti, può essere rimossa chirurgicamente in anestesia locale. Ciò comporta il taglio della pelle dell’ebollizione e la rimozione del pus.

Cosa può aiutare con una pietra fredda

I calcoli da freddo di solito regrediscono da soli. Fino ad allora, tuttavia, è necessaria un po’ di pazienza: possono essere necessarie diverse settimane o addirittura mesi prima che il gonfiore diminuisca completamente.

Ancora una volta, ci sono alcune opzioni di trattamento di supporto che non sono state ben studiate. Ad esempio, unguenti, gel o colliri antinfiammatori possono essere utilizzati per accelerare la guarigione una volta che compare un raffreddore.

READ  Netz discute sul problema della matematica, ma una regola si applica rigorosamente

Se il chicco di grandine persiste o preme sull’occhio in un modo che provoca disturbi visivi o dolore, il nodulo può essere rimosso chirurgicamente. (anno Domini)

Informazioni sull’autore e sulla fonte

Questo testo è conforme ai requisiti della letteratura medica specializzata, delle linee guida cliniche e degli studi attuali ed è stato esaminato da professionisti medici.

nota importante:
Questo articolo è solo a scopo di orientamento generale e non è destinato all’uso per l’autodiagnosi o l’autotrattamento. Non può sostituire una visita dal medico.