Aprile 16, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Baltimora, Stati Uniti: lo stato di emergenza è stato dichiarato dopo il crollo del ponte, lasciando dispersi altri sei persone

Baltimora, Stati Uniti: lo stato di emergenza è stato dichiarato dopo il crollo del ponte, lasciando dispersi altri sei persone
Disastri Baltimora

Il governatore dichiara lo stato di emergenza dopo il crollo del ponte e continuano le ricerche delle sei persone scomparse

“Non si può presumere che più persone possano essere salvate vive”.

A Baltimora una nave portacontainer si è scontrata con un ponte provocandone il crollo. Diverse auto sono cadute in acqua. Finora sono state salvate due persone. È improbabile che si trovino altri sopravvissuti, riferisce il corrispondente dagli Stati Uniti Michael Fullenweber.

Puoi ascoltare i nostri podcast WELT qui

Per visualizzare i contenuti incorporati è necessario ottenere il consenso revocabile al trasferimento e al trattamento dei dati personali, poiché i fornitori di contenuti incorporati richiedono questo consenso in quanto fornitori di servizi terzi. [In diesem Zusammenhang können auch Nutzungsprofile (u.a. auf Basis von Cookie-IDs) gebildet und angereichert werden, auch außerhalb des EWR]. Impostando l'interruttore su “On”, accetti questo (revocabile in qualsiasi momento). Ciò include anche il tuo consenso al trasferimento di determinati dati personali a paesi terzi, inclusi gli Stati Uniti, ai sensi dell'articolo 49, paragrafo 1, lettera a) del GDPR. Puoi trovare ulteriori informazioni a riguardo. Puoi revocare il tuo consenso in ogni momento utilizzando il tasto privacy a fondo pagina.

Grave incidente negli USA: una nave portacontainer si è scontrata con uno dei principali ponti stradali di Baltimora provocandone il crollo. Le auto sono cadute in acqua e la ricerca delle persone scomparse continua a diventare più difficile. Il sindaco parla di una “tragedia incredibile”.

NSei persone risultano ancora disperse dopo il crollo del ponte a Baltimora, nel Maryland. Lo ha annunciato il ministro dei Trasporti Paul Wedefeld nel corso di una conferenza stampa. Finora sono state soccorse due persone, una delle quali è ricoverata in ospedale.

Il ministro dei trasporti Wedefeld ha affermato che si presume che le vittime siano operai edili. È in corso una ricerca attiva delle persone scomparse. Pertanto, gli operai edili sul ponte hanno riparato le buche, e non si trattava di lavori di costruzione sulla struttura del ponte. Gli ingegneri sono sul posto per esaminare da vicino le condizioni del ponte e del campo di detriti.

Oltre all'assistenza aerea e acquatica, le autorità hanno affermato che nell'operazione di salvataggio è stata utilizzata anche la tecnologia a infrarossi e sonar. Sono stati così individuati cinque veicoli subacquei, tra cui tre automobili e una betoniera. Le autorità inizialmente non hanno detto se ci fossero persone nei veicoli.

Il portavoce dei vigili del fuoco Kevin Cartwright ha detto alla CNN che le basse temperature sono motivo di grande preoccupazione, e non solo per le vittime. Cartwright ha spiegato che la temperatura esterna è di meno 100 gradi Celsius o inferiore, mentre la temperatura dell'acqua è di nove gradi Celsius. “Questo potrebbe essere una preoccupazione e un pericolo per i nostri subacquei”.

Immagini scioccanti “come qualcosa di un film d'azione”

Il presidente degli Stati Uniti Joe Biden è stato informato del crollo del ponte. L'81enne ha parlato di un “terribile incidente” e ha promesso di rimettere in funzione l'importante porto della costa orientale degli Stati Uniti il ​​prima possibile. Biden ha detto che il ponte sarà ripristinato il prima possibile, ma ci vorrà del tempo.

Il governatore del Maryland Wes Moore ha dichiarato lo stato di emergenza. Secondo lui non ci sono prove di un attacco terroristico. Si presumeva che si fosse verificato un incidente, poiché l'equipaggio si era lamentato di un problema di alimentazione poco prima della collisione e aveva inviato un segnale di emergenza, ha detto Moore. Vite sono state salvate perché le autorità hanno bloccato parte del traffico sul ponte. “Queste persone sono eroi. Hanno salvato vite umane ieri sera”, ha detto Moore.

Leggi anche

Una nave mercantile della Hapag-Lloyd nel Canale di Suez.  A causa degli attacchi Houthi nel Mar Rosso, la compagnia di navigazione sta attualmente evitando questa rotta

Attacchi Houthi nel Mar Rosso

Martedì notte, la nave mercantile ha colpito uno dei pilastri del Francis Scott Key Bridge a quattro corsie, provocandone in gran parte il crollo. La nave ha preso fuoco e si è alzato un denso fumo nero. Il sindaco di Baltimora Brandon Scott ha parlato di una “tragedia incredibile” e di immagini orribili “come qualcosa uscito da un film d'azione”.

Le prime chiamate di emergenza sono arrivate intorno all'1:30 (ora locale). Si dice che in quel momento sul ponte si trovassero diversi veicoli, incluso uno delle dimensioni di un semirimorchio.

L'equipaggio di Daly è in buona forma

Secondo gli armatori, l'equipaggio della nave è in buone condizioni. Non ci sono state vittime a bordo della nave, secondo una dichiarazione ottenuta dal New York Times. I proprietari hanno confermato l'accaduto.

Come hanno riferito molti media americani, citando la Guardia Costiera, la “Daly” era una nave portacontainer che avrebbe dovuto navigare da Baltimora allo Sri Lanka sotto bandiera di Singapore. La nave è lunga circa 290 metri. Sul Cancello per il traffico marittimo Si dice che la nave “Daly” abbia lasciato il porto di Baltimora all'una di notte (ora locale).

Il Francis Scott Key Bridge è stato inaugurato nel 1977 ed era lungo oltre 2,7 chilometri

Il Francis Scott Key Bridge è stato inaugurato nel 1977 ed era lungo oltre 2,7 chilometri

Fonte: AFP/Mark Wilson

Le riprese video pubblicate sui servizi online hanno mostrato il ponte illuminato che crollava nel fiume Patapsco. Prima è crollata la colonna del ponte d'impatto, poi l'intera struttura in acciaio è crollata sotto l'azione delle onde e alcune parti di essa sono crollate nel fiume. Al sorgere del sole, l’entità del crollo divenne veramente evidente. I supporti ad arco del ponte sporgevano dall'acqua come uno scheletro. Un giornalista della CBS presente sulla scena ha riferito, con apparente shock, che il ponte era “completamente scomparso”.

Il Francis Scott Key Bridge attraversa il fiume Patapsco come parte dell'Interstate 695 a sud-ovest del centro di Baltimora. È stato inaugurato nel 1977 nella città industriale e portuale della costa orientale degli Stati Uniti ed è utilizzato ogni anno da più di undici milioni di veicoli. Il porto di Baltimora, la città più grande dello stato americano del Maryland, e il fiume Patapsco sono un importante centro per il traffico marittimo sulla costa orientale.