Dicembre 6, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Aspettative elettorali mancate: Wall Street lascia entrare l’aria

Mancato i pronostici elettorali
Sfiato di Wall Street

Dopo diversi giorni di guadagni, le azioni statunitensi sono di nuovo in trend. Il modo in cui sono andate finora le elezioni di medio termine non fa sperare nel previsto cambiamento nella politica fiscale. Pertanto, l’attenzione si sposta sui dati sull’inflazione.

Dopo i risultati delle elezioni di medio termine negli Stati Uniti e prima della pubblicazione dei dati sull’inflazione di ottobre, gli indicatori di Wall Street sono scesi significativamente a metà settimana. I Democratici potrebbero aver perso la maggioranza alla Camera dei Rappresentanti nelle cosiddette elezioni di medio termine. Ma la gara è stata così vicina che inizialmente non è stato annunciato alcun vincitore. Il controllo del Senato potrebbe non essere deciso fino a dopo il ballottaggio in Georgia del prossimo mese.

Standard & Poveri 500 3.747,67

Gli investitori si preparano a una possibile vittoria repubblicana. Tuttavia, i risultati finora indicano che “non c’è nulla di controverso al Congresso, il che significa che siamo quasi certi che le attuali politiche fiscali rimarranno in vigore: nessun taglio alle tasse e nessuna spesa significativa nei prossimi due anni”, ha affermato Brad MacMillan, amministratore delegato Investire nella rete finanziaria del Commonwealth. “Le uniche cose che contano davvero sono la Federal Reserve, l’inflazione e il mercato del lavoro”, ha affermato James Athey, chief investment officer di Abrdn.

Gli investitori sperano di allentare le pressioni inflazionistiche in vista dei dati sull’IPC di ottobre previsti per giovedì, che consentiranno alla Federal Reserve di rallentare il ritmo della stretta monetaria.

Tempesta Disney

subordinare Indice Dow Jones È sceso del 2,0% a 32.514 punti, per chiudere vicino al livello più basso della giornata. subordinare Standard & Poveri 500 È sceso del 2,1 per cento e Composito Nasdaq Ha perso il 2,5 per cento.

Nel corso del trading, il mercato ha dovuto elaborare una serie di numeri di società. Tra l’altro Disney Le aspettative sono arrivate in termini di vendite e guadagni, facendo scendere il titolo del 13,2%. Ciò ha reso il titolo il valore più debole nel dao. MetaPiattaforme È aumentato del 5,2% dopo che la società madre di Facebook ha confermato 11.000 tagli di posti di lavoro. Il motivo è il basso introito pubblicitario. Inoltre, Meta è diventata più cauta riguardo alle prospettive per gli investimenti nel prossimo anno.

subordinare dollaro Significativamente recuperato dall’ultima carica. L’indice del dollaro è salito dello 0,9%. I risultati delle elezioni di medio termine hanno avuto scarso effetto. D’altra parte, i prossimi dati sull’inflazione dovrebbero fornire un importante impulso in questo caso.

Bitcoin in calo

Registrato tasse forti Bitcoin. È sceso del 12,3% a $ 16.207, il livello più basso in due anni. È probabile che l’exchange di criptovalute Binance si ritiri da un accordo per acquistare il rivale FTX crollato. Dopo che Binance ha condotto la sua due diligence su FTX, la società è stata sorpresa da un enorme buco nei suoi libri contabili, secondo una persona che ha familiarità con la questione.

Nel mercato obbligazionario statunitense I rendimenti hanno mostrato un andamento incoerente. Mentre i rendimenti a 30 anni hanno raggiunto il massimo in due settimane, i rendimenti del mercato a breve termine sono in calo. I partecipanti hanno parlato di posizionarsi prima dei dati sull’inflazione.

Il prezzi del petrolio È stato sottoposto a forti pressioni dopo che le scorte settimanali di greggio statunitensi sono aumentate contro le aspettative. Gli analisti si aspettavano invece un leggero calo. L’incertezza sulla domanda in Cina avrebbe potuto avere un effetto aggiuntivo. Inoltre, non ci sono ancora indicazioni concrete di un previsto allentamento delle restrizioni COVID in Cina. Brent e West Texas Intermediate sono scesi del 3,8%.

READ  Edeka cerca dipendenti "non proprio sbalorditi"