Maggio 23, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Apple interrompe le vendite di iPhone in Russia

In risposta alla guerra in Ucraina, Apple ha smesso di vendere i suoi dispositivi in ​​Russia. La società ha anche rimosso le app di notizie russe dall’App Store.

una mela– Prodotti come iPhone, iPad o Mac non saranno venduti dal produttore in Russia Venduto. Lo ha annunciato la società martedì sera. La società ha affermato in una dichiarazione che la società è al fianco di “tutti coloro che subiscono atti di violenza”.

una mela Secondo la sua stessa dichiarazione, la scorsa settimana ha effettivamente smesso di fornire prodotti ai canali di vendita russi. Inoltre, Apple possiede le app RT News e RT News.Notizie Sputnik” da lui appartamento Il negozio è stato rimosso, anche al di fuori della Russia. Anche le informazioni sul traffico e i rapporti sugli incidenti sono stati disattivati ​​in Apple Maps come “precauzione di sicurezza”.

Nella sua dichiarazione, la Russia ha anche menzionato che Apple Pay e altri servizi sono stati limitati. Continueremo a monitorare la situazione e ci metteremo in contatto con i governi chiave in merito alle azioni che stiamo intraprendendo. “Ci uniamo a tutti coloro che in tutto il mondo chiedono la pace”.

Le mosse di Apple seguono le calorose richieste dell’Ucraina di interrompere la vendita dei suoi prodotti in Russia. Il vice primo ministro ucraino Mikhailo Fedorov ha affermato che la mossa potrebbe aiutare a mobilitare i giovani russi contro l’invasione. Ha anche invitato la società a interrompere completamente la gestione del proprio App Store in Russia, cosa che Apple non ha ancora fatto. Sia l’App Store che gli Apple Store in Russia hanno dovuto da tempo essere adattati alle specifiche esigenze russe.

READ  L'aspirapolvere cordless Dyson V7 è più economico che mai su eBay questo weekend del Black Friday

Prima di Apple, un altro bigT. compagnia Azioni intraprese contro la Russia. E quindi Meta, Google, TikTok e Microsoft hanno anche limitato l’accesso ai media statali russi un.

Non è chiaro se si possano effettivamente seguire altri passaggi, come vietare gli app store ampiamente utilizzati in Russia.