Maggio 17, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Non voltare le spalle a Putin: Valery Gergiev deve andare | NDR.de – Cultura

Stato: 01/03/2022 11:52

Il direttore d’orchestra russo Valery Gergiev perde la sua posizione di direttore principale dell’Orchestra Filarmonica di Monaco a causa della mancanza di distanza tra lui e Putin. Anche le esibizioni di Gergiev all’Elbphilharmonie sono state cancellate.

ascolta un altro
4 minuti

Valery Gergiev è attualmente oggetto di pesanti critiche per il suo sostegno espresso ripetutamente a Vladimir Putin e alle sue politiche. Finora, non ha risposto alla richiesta di prendere chiaramente le distanze dall’invasione russa dell’Ucraina. Ecco perché ha perso sempre più consensi nel campo dei concerti.

Il sindaco di Monaco Reiter licenzia Gergiev

Martedì il sindaco di Monaco Dieter Reiter (SPD) ha licenziato Gergiev con effetto immediato. Pertanto, ha detto Reiter, non ci saranno altri concerti dell’Orchestra Filarmonica di Monaco sotto la sua supervisione. Reiter ha spiegato che Gergiev non ha commentato l’appello a “rimuoverne uno in modo chiaro e inequivocabile dalla brutale guerra di aggressione di Putin contro l’Ucraina, specialmente ora contro la nostra città gemella di Kiev”. “Nella situazione attuale, un chiaro segnale all’orchestra, al suo pubblico, al pubblico e alla politica cittadina era essenziale per poter continuare a lavorare insieme”, ha affermato Reiter. Il sindaco venerdì aveva chiesto di stare lontano fino a lunedì. In caso contrario, Gergiev non potrebbe più rimanere a capo dell’Orchestra Filarmonica.

Maggiori informazioni

Axel Brüggemann sul podio © picture alliance / Geisler-Fotopress / Christoph Hardt / Geisler-Fotopres

Soprattutto in questi giorni, afferma il giornalista musicale Axel Brüggemann, gli artisti devono mostrare il loro atteggiamento. Ma questa affermazione dovrebbe valere anche per noi. di più

La Felsner Artists Agency di Monaco annuncia Gergiev

La sua agenzia Felsner Artist di Monaco si era già separata da Gergiev, un duro colpo per il direttore d’orchestra normalmente impegnato. L’agenzia lo ha informato domenica che non era più uno dei suoi clienti. Il capo dell’agenzia Markus Felsner apprezza candidamente Gergiev come “uno dei più grandi leader di band del nostro tempo” e come un artista con una visione “molti di noi amano e ammirano”. Ma data l’aggressiva guerra russa contro l’Ucraina, è impossibile continuare a difendere gli interessi di Gergiev”.

READ  Nino D'Angelo non beve più alcolici - cantanti fuori dal bar - persone

Il capo dell’agenzia non si aspetta il distanziamento

In un’intervista con NDR Kultur, il capo dell’agenzia Markus Felsner ha anche espresso scetticismo sulle aspettative che Gergiev dovrebbe resistere a Putin e attaccare l’Ucraina. “Personalmente, non credo che sarebbe possibile per Gergiev condannare questa guerra criminale aggressiva con la necessaria chiarezza e prendere formalmente le distanze dalla leadership russa”, ha detto Felsner. Ciò metterebbe a repentaglio la sua posizione nel Teatro di Stato Mariinsky. La valutazione di Markus Felsner si è finora dimostrata corretta e ha portato alla risoluzione del suo contratto con la Filarmonica di Monaco.

Elbphilharmonie cancella i concerti di Gergiev حفلات

Erano previsti concerti con Gergiev e la sua band questa settimana di Pasqua all’Elbphilharmonie di Amburgo – e il direttore artistico incaricato Christoph Lieben-Sutter inizialmente sperava che il direttore si allontanasse dagli atti di guerra. Tutti i concerti di martedì mattina con il direttore dell’Orchestra Russa all’Elphi sono stati cancellati. “Come risultato del continuo silenzio di Valery Gergiev sull’invasione russa dell’Ucraina, i due concerti di Pasqua programmati con lui e la Mariinsky Theatre Orchestra all’Elbphilharmonie sono stati ora cancellati”, si legge in una dichiarazione della compagnia con sede ad Amburgo.

Cancellazioni e licenziamenti a New York e Rotterdam

Valery Gergiev © Picture-Alleanza / dpa Foto: Tas Korov Alexander

Il direttore d’orchestra russo è molto vicino a Putin. Nel 2014 ha anche sostenuto l’annessione della Crimea.

La prima cancellazione è arrivata da New York la scorsa settimana. Giovedì, dopo l’inizio dell’attacco russo all’Ucraina, la Carnegie Hall e la Filarmonica di Vienna hanno annunciato un cambio di formazione. Al posto di Valery Gergiev, Yannick Nézét-Seguin eseguirà i concerti previsti con l’orchestra.

Un precursore di tutta una serie di fidanzamenti scomposti, forse una specie di reazione a catena. La Filarmonica di Rotterdam ha annunciato venerdì che cancellerà i concerti concordati con Gergiev. Inoltre, il Festival Gergiev di Rotterdam a settembre è stato cancellato. E con questo l’orchestra gli volta le spalle, con il quale ha avuto la relazione più lunga dell’Europa occidentale. Il Festival di Verbier in Svizzera ha annunciato nel tardo pomeriggio che Valery Gergiev era stato licenziato dalla carica di direttore artistico.

READ  Larissa Marault su "Unter Uns": GNTM-Zicke torna come un angelo della vendetta - People

Lucerna, Riga e Milano seguiranno l’esempio

Ma anche altri ex compagni di Gergiev stanno tirando la corda. Lunedì mattina, Gergiev e l’Orchestra Mariinsky non sono stati invitati al Festival di Lucerna di agosto. Il Festival di Riga Jurmala in Lettonia, dove Gergiev e la sua orchestra avrebbero dovuto svolgere un ruolo di primo piano in estate, è stato completamente cancellato.

Anche Milan Scala ha chiesto una dichiarazione e ora vuole trarne le conseguenze. “Gergiev non ci ha risposto, quindi possiamo escludere che sabato salirà sul podio”, ha detto il sindaco di Milano Giuseppe Sala. La Filarmonica di Parigi ha fatto seguito martedì cancellando i concerti di Gergiev in programma per aprile.

Maggiori informazioni

Valery Gergiev © picture alliance / dpa / TASS Foto: Sergei Fadeichev

I concerti con il direttore dell’orchestra russa avvengono solo quando prende le distanze da Putin e dalla guerra in Ucraina. di più

Maggiori informazioni

La cantante lirica Anna Netrebko come Adriana Likofro al Festival di Salisburgo © Barbara Gindl / APA / dpa +++ dpa-Bildfunk Foto: Barbara Gindl

Nel 2012, il cantante russo ha sostenuto l’elezione di Putin. Mercoledì dovresti apparire ad Amburgo. Ora è rottamato. di più

La scrittrice russa Lyudmila Ulitskaya alla Fiera del Libro di Lipsia.  © Foto Alleanza / dpa |  Thomas Schulze Foto: Thomas Schulze

La vincitrice del Premio Siegfried Lyudmila Ulitzkaja vive a Mosca. In un’intervista con NDR, spiega perché ora è in strada. di più

Donne che portano bandiere ucraine intorno ai loro corpi manifestano a Brema contro la guerra in Ucraina © Markus Hibbeler / dpa +++ dpa-Bildfunk +++ Foto: Markus Hibbeler

Il film “Never Again War” può essere letto sui canali social di molti teatri e musei della Germania settentrionale, che organizzano anche eventi di solidarietà. di più

La gente davanti al municipio di Amburgo ad una manifestazione che tiene striscioni "fermate la guerra" Alto a causa della guerra in Ucraina © Christian Charisius / dpa +++ dpa-Bildfunk +++ Foto: Christian Charisius

La scena culturale è sotto shock. Reazioni dal nord della Germania e dell’Ucraina, e dalla scena letteraria e musicale. di più

Un bambino preoccupato abbraccia sua madre © fotolia Foto: Tomsikova

Ramy Jaber è uno psichiatra infantile e adolescenziale. Gli abbiamo chiesto come parla ai bambini della guerra. di più

Questo argomento è nel programma:

Cultura NDR | Classico in movimento | 28/02/2022 | 17:40

NDR.logo