Marzo 4, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

App Store alternativi: Apple chiede milioni di credito

App Store alternativi: Apple chiede milioni di credito

A partire da marzo sarà possibile per la prima volta gestire il proprio App Store su iPhone, che farà concorrenza all'originale Apple Store. Problema: gli ostacoli finanziari sono troppo alti. Non solo Apple richiede una cosiddetta Core Technology Fee (CTF), che ammonta a 500.000 euro per milione di installazioni dell’app rivale Marketplace (50 centesimi per installazione), ma richiede anche una sorta di garanzia che tali importi non saranno mai superati. pagato. Vale un milione di euro sotto forma di “lettera di credito”, che deve provenire da un istituto finanziario con rating almeno A (o equivalente, le agenzie di rating possono essere Fitch, Moody’s e Standard & Poor’s).

annuncio

A differenza degli sviluppatori, che secondo le nuove regole devono pagare CTF solo dopo aver superato 1 milione di installazioni, ai concorrenti dell’App Store viene addebitata una commissione sulla prima installazione di un’app del Marketplace. Questo e la necessaria lettera di credito dovrebbero garantire che solo le aziende con le maggiori risorse finanziarie entrino nel business. Le piccole startup devono prima attrarre un numero sufficiente di investitori per raccogliere fondi.

Apple sottolinea che lo scopo del requisito della lettera di credito è quello di garantire che l’operatore dell’app del Marketplace disponga di “risorse finanziarie adeguate” per “garantire supporto a sviluppatori e clienti”. Solo dopo il deposito ottiene il “merito” tecnico adeguato per poter sviluppare un'app adatta per iOS. La lettera di credito deve inoltre essere presentata/resa disponibile ogni anno (“deve essere rinnovata automaticamente su base annuale”).

Come accennato in precedenza, la CTF non si applica solo agli app store concorrenti, che possono stabilire i propri termini finanziari per gli sviluppatori. Se utilizzi i nuovi termini di Apple all'interno dell'App Store iOS esistente, che significano, tra le altre cose, una percentuale di commissione inferiore (13 o 20% se utilizzi anche l'elaborazione dei pagamenti Apple, altrimenti 3 punti percentuali in meno), devi pagare 50 centesimi al Di loro dopo un milione di installazioni.

Ciò scoraggia soprattutto gli sviluppatori di software libero, che poi devono preoccuparsi di diventare improvvisamente popolari. Il famoso sviluppatore ed esperto di leak Steve Troughton-Smith ha calcolato che un'app gratuita con 2 milioni di installazioni all'anno richiederebbe un canone mensile di 41.667 euro. O $ 45.290 Ciò viene ottenuto, nel peggiore dei casi, senza alcun compenso da parte degli utenti. Non c'è stato ancora alcun commento da parte del comitato responsabile sulle nuove regole dell'App Store all'interno dell'Unione Europea. Ciò potrebbe non avere voce in capitolo fino a marzo, quando entrerà in vigore pienamente il Digital Markets Act (DMA), che per primo ha apportato i cambiamenti.



(Laurea triennale)

Alla home page