Dicembre 9, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Anche i Golden State Warriors hanno perso all’Orlando Magic Arena intorno a Franz Wagner

I Golden State Warriors hanno perso anche contro Franz Wagner e gli Orlando Magic. Nikola Jokic batte il vecchio record al Wilt Chamberlain con i Denver Nuggets.

Orlando Magic (2-7) – Golden State Warriors (3-6) 130:129 (Risultato quadrato)

  • I Golden State Warriors rimangono senza vittorie all’estero. Il campione ha scommesso sul vantaggio di 16 punti e ha anche mostrato nervosismo nel momento critico. Galen Suggs è stato l’uomo della notte al Magic, segnando il numero 5 9 dell’anno scorso dei suoi 26 punti (9/17 FG, 9 assist) negli ultimi due minuti e spingendo Stephen Curry con 30 secondi e anche un recupero.
  • Poco prima, Suggs aveva segnato 129:126 con una tripla su Klay Thompson (27, 7/15 tripla), ma poi Orlando non è riuscito a posizionare correttamente la partita. Thompson è scivolato a -1 e ha avuto la possibilità di vincere la sirena, ma il galleggiante ha mancato dopo che la magia è riuscita a togliere la palla dalle mani di Curry.
  • Il fuoriclasse dei Warriors ha portato gli ospiti con 39 punti (13/22 FG; 8/15 da tre punti) e 9 assist, ma non è riuscito a risolvere nemmeno i problemi difensivi. “Non difendiamo al livello necessario per vincere le partite”, si è lamentato Draymond Green (8, 7 assist), incespicato a 30 secondi dalla fine. L’allenatore Steve Kerr ha notato che non puoi vincere concedendo 46 tiri liberi.
  • Per magia, Paulo Banchero (22) è stato il capocannoniere dopo Suggs, mentre Franz Wagner (19, 7/12 FG, 3 rimbalzi) è stato l’unico titolare magico con un punteggio positivo più-meno. Era il centro della partita, insieme alle forti panchine Chuma Okeke (16) e RJ Hampton (15), alla fine del terzo quarto. A metà periodo, Dubs era ancora in vantaggio di 16 punti. Mo Wagner era ancora disperso a causa di un infortunio al piede.
READ  Open di Francia 2022: Marin Cilic ha battuto anche Andrey Rublev e ha raggiunto le semifinali a Parigi