Settembre 29, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Al via la costruzione del laboratorio di robotica più avanzato d’Italia

Robots, fornitore di soluzioni di produzione additiva, annuncia l’inizio della costruzione di un laboratorio all’avanguardia dedicato allo sviluppo di futuri supermateriali. Il nuovo stabilimento di 2000 m² a Bari, in Italia, mira ad accelerare la transizione verso una produzione sostenibile e integra gli altri due uffici dell’azienda già integrati nella stessa area, coprendo un’area di oltre 5000 m². L’ingegnerizzazione dell’intero ecosistema tecnologico Robots è dedicata a: stampante 3d, Software e scienza dei materiali.

L’argomento è caldo, l’attenzione e la cura sono alte. Ricercatori accademici e industriali di tutto il mondo stanno lavorando a soluzioni per ridurre i consumi e la dipendenza dai combustibili fossili, considerati una delle principali cause del cambiamento climatico.

robot, Produttore Le stampanti 3D di precisione, specializzate nella produzione di parti e componenti in superpolimeri e compositi anziché in metallo, hanno dimostrato in passato la propria attenzione e impegno nella ricerca e sviluppo di soluzioni che riducano l’impatto ambientale della produzione.

Centri di stampa 3D specializzati con sistemi robotici distribuiti nel mondo, quando necessario, riducendo così trasporti e sprechi, introducendo un nuovo paradigma manifatturiero, a partire dalla rivoluzione del modello di manifattura spostata, la produzione distribuita robotica. Progetti di economia circolare per il recupero degli scarti di lavorazione e delle parti fuori uso che vengono reimmessi sul mercato a beneficio degli utenti finali e soprattutto dell’ambiente.

Oggi Roboze intensifica il suo impegno e investe in una struttura che ospita nuovi laboratori per la scienza dei materiali, la chimica e la nanotecnologia. L’obiettivo è creare un’alternativa materiali Promuovere l’uso di matrici e fibre di rinforzo a base biologica per far avanzare rapidamente i superpolimeri a base di petrolio. Da un lato la sfida è trovare nuovi materiali e tecnologie che riducano la produzione di anidride carbonica (responsabile dell’effetto serra).

“Roboze si impegna a sviluppare supermateriali futuristici ogni giorno, accelerando la transizione verso una produzione sostenibile che eccelle nell’ecosostenibilità”, spiega Alessio Lorusso, fondatore e CEO di Roboze.

Considerando il lancio del laboratorio, Roboze annuncia che creerà nuove posizioni nel campo della tecnologia e della scienza. 40 professionisti dovrebbero essere assunti nei prossimi 18 mesi.

“Abbiamo un grande team di scienziati e ingegneri. Continuiamo a mettere in discussione lo stato del possibile e del futuro e forniamo una data specifica per la seconda categoria. I nostri nuovi laboratori ci permetteranno di accelerare tutti gli sviluppi e ci daranno ancora più possibilità di scoprire cose che nessun altro pensava possibili. La nostra sfida in Roboze è sviluppare la tecnologia di stampa 3D e i supermateriali che porteranno a un cambio di paradigma nel modello di produzione odierno, dipendente dai metalli e dal petrolio”, conclude Lorusso.

Ulteriori informazioni su Roboze Qui.

READ  L'attaccante dell'Italia Bellotti Torino affronta la partenza - calcio - internazionale

più vicino

Non perdere altre novità!

Consegniamo gratuitamente le notizie e le informazioni più importanti sulla stampa 3D nella tua casella di posta ogni settimana. Registrati qui.