Dicembre 7, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Aggiornamento mercato olio combustibile: i dati del Ministero dell’Energia fanno scendere i prezzi del petrolio

Rapporto di mercato del 04.08.2022

08/04/2022, 08:19 di Josef Weichslberger

Notizie sull'olio da riscaldamento - Analisi dei prezzi dell'olio da riscaldamento

I prezzi del petrolio nei mercati internazionali dei futures sulle materie prime sono stati nuovamente sotto pressione dopo la pubblicazione dei dati settimanali sulle scorte petrolifere del Dipartimento dell’Energia. Con tassi di cambio sostanzialmente stabili, i prezzi del gasolio cominceranno a indebolirsi di conseguenza.

I contratti di ottobre per il petrolio Brent del Mare del Nord europeo erano di $ 96,70 al barile, mentre il prezzo di un barile di petrolio US West Texas Intermediate era di $ 90,70 l’ora. L’euro viene scambiato in acqua contro il dollaro USA e questa mattina continua a scambiare vicino a $ 1,0170.

Le preoccupazioni per una recessione globale, la situazione del coronavirus in Cina e un aumento dei volumi di produzione in Libia hanno sconvolto l’umore dei mercati petroliferi negli ultimi giorni e di conseguenza i prezzi del greggio sono scesi al di sotto della soglia dei 100 dollari.
A ciò si aggiungono i dati sulle azioni API al ribasso del prezzo martedì sera, che sono stati ampiamente confermati ieri dal Dipartimento dell’Energia (DOE). Le scorte di greggio sono aumentate più nettamente di 4,5 milioni di barili, incluso Cushing Central. Inoltre, le scorte di benzina sono aumentate in modo sorprendente, con una domanda in quest’area notevolmente ridotta. Tuttavia, la domanda complessiva è rimasta sostanzialmente stabile, così come la produzione di petrolio, che attualmente si attesta a 12,1 milioni di barili al giorno.
La conclusione è che i numeri erano chiaramente ribassisti, ovvero prezzi abbassati, i futures sono stati sottoposti a forti pressioni dopo l’annuncio e ora sono scesi al livello più basso da febbraio.
Almeno un piccolo contributo è stato dato dall’alleanza finanziaria OPEC+, che prevede di aumentare la produzione di 100.000 barili al giorno da settembre. Tuttavia, è improbabile che questo aggiustamento minimo abbia alcun impatto sul mercato e dovrebbe essere visto come un precursore del mondo occidentale, che in precedenza richiedeva un altro aumento. In effetti, le quote ufficiali non vengono raggiunte dalla maggior parte degli Stati membri da mesi.

READ  Risparmia fino al 95 percento: gli accessori economici di IKEA riducono i costi dell'acqua

Ieri non si sono registrate significative oscillazioni di prezzo tra l’euro e il petrodollaro nel mercato dei cambi. Sorprendentemente, i buoni dati economici su entrambe le sponde dell’Atlantico si sono più o meno annullati. Oggi i trader aspettano i nuovi numeri d’ordine dall’industria tedesca e dal mercato del lavoro statunitense.

Secondo queste specifiche, i prezzi del gasolio da riscaldamento in Germania inizieranno a essere scambiati oggi a uno sconto. I calcoli attuali e le tendenze preliminari dei prezzi indicano un calo fino a un centesimo per litro al mattino. I prezzi sono ancora a un livello molto alto rispetto ai prezzi internazionali del petrolio. La mancanza di disponibilità di merci, a seguito dell’embargo petrolifero e il netto calo del livello dell’acqua, nonché l’elevata domanda non lasciano purtroppo molto spazio a prezzi più bassi nel prossimo futuro.