Giugno 7, 2023

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Activision Blizzard – Nvidia e Boosteroid sono in contrasto con le notizie CMA/Xbox

Mercoledì, l’autorità britannica per la concorrenza, la CMA, ha suscitato scalpore quando ha bloccato l’acquisizione pianificata da Microsoft di Activision Blizzard tramite il cloud gaming. Ora, tra tutte le persone, Nvidia salta al fianco di Microsoft.

Microsoft detiene oltre il 60 percento della quota di mercato del cloud, ha affermato la CMA, e l’acquisizione rappresenta una minaccia per il futuro del cloud gaming nel Regno Unito, quindi i giocatori del Regno Unito potrebbero trovarsi di fronte a meno innovazione e scelta in futuro se Microsoft decide di creare Activision. I giochi di Blizzard in esclusiva per le proprie piattaforme. .

Questa giustificazione dell’Autorità per i mercati dei capitali e dell’Autorità per la concorrenza e i mercati solleva interrogativi. Leader di mercato con le sue soluzioni cloud è invece Amazon, che ha recentemente affrontato il cloud gaming con Amazon Luna. D’altra parte, Microsoft ha già firmato contratti con molte piattaforme di cloud gaming che garantiscono che giochi come “Call of Duty”, “Overwatch” e “World of Warcraft” verranno visualizzati sulle loro piattaforme per almeno dieci anni. Non c’è dubbio che esista una minaccia esclusiva, dopotutto, dieci anni nel settore tecnologico sono mezza eternità. Il presidente di Microsoft Brad Smith e il CEO di Activision Blizzard Bobby Kotick ritengono che l’acquisizione aumenterà la concorrenza portando i giochi su altri 150 milioni di dispositivi.

Ora due fornitori di giochi cloud stanno saltando dalla parte di Microsoft e contraddicono la dichiarazione CMA. Boosteroid ha commentato per la prima volta l’argomento e ha scritto in un tweet:

Il team di Boosteroid ei nostri utenti non sono d’accordo con la decisione della CMA contro l’acquisto di Activision da parte di Microsoft. La nostra posizione su questo tema è coerente con quella del presidente di Microsoft Brad Smith.

E anche Nvidia, secondo i propri dati, non riesce a capire la decisione del cane da guardia britannico della concorrenza, sebbene il produttore di schede grafiche insieme a GeForce Now sia uno dei maggiori concorrenti di Microsoft nel segmento del cloud gaming. Dice anche su Twitter:

GeForce Now e altri fornitori di giochi cloud avranno un catalogo di giochi più ampio una volta completata l’acquisizione di Activision da parte di Microsoft.


Lo consideriamo un vantaggio del cloud gaming e speriamo in una risoluzione positiva.

Abbiamo già riassunto le prospettive e le opzioni di Microsoft. A maggio, la Commissione europea responsabile della concorrenza deciderà sui piani di acquisizione. Finora ci sono stati segnali positivi da Bruxelles per l’approvazione, ma come è noto ci sono stati prima segnali da Londra. Se anche l’Ue avesse bloccato l’accordo, l’affare sarebbe finito. In caso contrario, Microsoft e Activision Blizzard avranno almeno un vento favorevole in un possibile ricorso contro la decisione della CMA.

READ  Recensione Itadaki Smash - Nintendo Switch - ntower

Tuttavia, questo processo può richiedere mesi, se non di più. Quindi si pone la questione di quanto saranno pazienti Microsoft e Activision Blizzard, soprattutto perché è anche incerto se l’appello avrà mai successo.

Il capo di Microsoft Brad Smith ha, almeno una volta, eliminato il grande successo della BBC: “C’è un messaggio chiaro: l’UE è un posto molto più attraente per fare affari rispetto al Regno Unito”.