Febbraio 26, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Werner Schuster nell’intervista: la squadra del DSV “ha imparato la lezione” – l’ex allenatore della nazionale ha grande fiducia in Willinger, Geiger e nei loro partner

Werner Schuster nell’intervista: la squadra del DSV “ha imparato la lezione” – l’ex allenatore della nazionale ha grande fiducia in Willinger, Geiger e nei loro partner
Dopo l’insolito inizio sui tappetini lo scorso anno a Wisła, la stagione 2023/2024 del salto con gli sci inizia nella nevosa e fredda Ruka in Finlandia (live e on demand dal 24 novembre). Scopri+).

Più a nord, le Aquile tedesche questa volta vogliono iniziare la stagione molto meglio, perché nessun tedesco è riuscito a raggiungere la top ten a Wisła nel novembre 2022.

Dal punto di vista L’esperto di Eurosport Werner Schuster Le probabilità sono buone: “Non è paragonabile. La nazionale tedesca ha imparato la lezione dalla scorsa stagione. Sono molto fiducioso che due tedeschi saranno tra i primi dieci ai Mondiali”.

Si basa in particolare su Andreas Wellinger. “Da tutti i risultati degli allenamenti si vede che Andreas Fellinger è riuscito a continuare la sua crescita rispetto all’anno scorso – ha detto il 54enne allenatore -. È in ottima forma, anche se non ha vinto il campionato tedesco”. Campionato.” Intervista esclusiva con eurosport.d.

Tuttavia, ha ancora difficoltà a fare grandi pronostici prima dell’inizio della Coppa del Mondo, soprattutto a causa delle numerose modifiche alle regole. “Ci sono alcuni cambiamenti fisici e una nuova misurazione tramite body scanner. Sono cambiate da sei a sette cose”, dice Schuster, che parla quindi di una “stagione di sconvolgimenti”.

Nell’intervista parla anche della mancata nomina di Marcus Eisenbichler per la competizione internazionale e del veterano giapponese Noriaki Kasai, che anche all’età di 51 anni non pensa ancora al ritiro.

Signor Schuster, la stagione della Coppa del Mondo dell’anno scorso è iniziata sul tappeto di Wisła. Questa volta sarà di nuovo il tradizionale inizio delle nevicate a Ruka, in Finlandia. Un anno fa, nessun tedesco era riuscito a entrare nella top 10 nella partita di apertura della stagione. Cosa ti fa sperare che le cose andranno meglio al momento del lancio questa volta?

Werner Schuster: Penso che non sia paragonabile. La nazionale tedesca ha imparato la lezione dalla scorsa stagione. L’ho incontrata alcune volte durante l’estate e ho un ottimo feeling. C’è una buona dinamica nella squadra. Sono molto fiducioso che due tedeschi saranno tra i primi dieci ai Mondiali.

Cosa ti rende così sicuro?

Bevanda inebriante: Il rendimento dell’allenamento è stato molto buono. Ho iniziato il Gran Premio estivo molto tardi. Ma con tutti i risultati dell’allenamento era chiaro che Andreas Wellinger è in grado di continuare la sua ascesa rispetto allo scorso anno. È in ottima forma, anche se non ha vinto il campionato tedesco. Martin Hamann ha vinto lì e avrà l’opportunità che merita davvero. Vorrei menzionare anche Karl Geiger, che ha lavorato in modo molto fondamentale. Non lo sottovaluterò. E’ davvero un bel mix di giovani e vecchi. Philip Raymond ha un potenziale molto alto nel suo salto. Penso che ci sia una speranza molto ragionevole da parte di questo gruppo di poter tenere il passo con il meglio del meglio al mondo. Con un buon inizio di stagione, si potrà riaccendere lo slancio necessario per disputare una buona stagione e prepararsi al Tour.

Willinger e Geiger hanno quello che serve per raggiungere la vetta.

In questa stagione non ci sono grandi eventi come i Campionati mondiali di sci nordico o le Olimpiadi. Ciò rende ancora più importante la prestazione nel Campionato dei Quattro Trampolini. Ciò aumenta la pressione di dover esibirsi bene all’inizio della stagione perché la tua forma deve essere già buona prima del Tour?

Bevanda inebriante: La pressione c’è sempre stata adesso. Ora posso avanzare una tesi coraggiosa e dire che d’ora in poi potrebbe diventare più facile per i tedeschi vincere il Tour. Ai miei tempi, da quasi dieci anni, e anche da cinque anni, la gente corre dietro alla gente chiedendosi: quando vincerà il Tour un tedesco? Quando arriverà finalmente il momento? Questo continuava ad accumularsi e lei ancora non vinceva. È passato un po’ dall’ultima volta che Sven Hannawald ha vinto (Nella stagione 2001/2002, ndr) Davvero molto grande. Non voglio dire che sei venuto a patti con tutto ciò, ma hai accettato che è passato un lungo periodo di tempo. Questa potrebbe anche essere un’opportunità per rompere questo incantesimo ad un certo punto. Ma direi che prima devi iniziare bene la Coppa del Mondo e poi puoi darti da fare con il tour.

Cosa possiamo aspettarci in generale da Andreas Wellinger e Karl Geiger in questa stagione?

Bevanda inebriante: Credo che questo divario debba essere colmato fin dall’inizio. La scorsa stagione entrambi hanno disputato un buon Campionato del Mondo, conquistando il secondo e il terzo posto, e non è andata poi così male. Hai sicuramente quello che serve per saltare in cima. Ma è ancora troppo presto per fare grandi previsioni. E poiché è anche una stagione molto interessante, direi che è una stagione di cambiamento.

Bevanda inebriante: La FIS ha approvato alcune modifiche fisiche e c’è anche una nuova misurazione tramite body scanner. Inoltre, l’altezza delle piattaforme è stata ridotta. Sono cambiate dalle sei alle sette cose. Non ci sono cose grandi, ma ci sono cose più piccole. È molto insolito girare più viti contemporaneamente. Ci sono semplicemente alcune incognite: quale paese ha affrontato meglio la situazione? Chi inizia nel migliore dei modi? Chi ha fatto davvero bene i compiti e può andare avanti con fiducia? Quindi dovremo sicuramente aspettare e vedere per le prime due o tre settimane.

Andreas Wellinger (a sinistra) e Karl Geiger (a destra) vincono l’argento e il bronzo nel pattinaggio singolo regolare ai Campionati mondiali di sci nordico a Planica. Il polacco Piotr Zila è diventato campione del mondo

Credito immagine: Getty Images

Che aspetto ha dietro? Cosa pensi che possano fare gli altri tedeschi?

Bevanda inebriante: Ho già menzionato Philip Raymond. Penso che questo sia un uccello interessante per il futuro. Poi ovviamente abbiamo due giocatori veterani, Pius Paschke e Stefan Leahy, che si sono qualificati dalla seconda squadra, il che dimostra anche il buon lavoro svolto da Ronnie Hornschuh. Leyhe è salita sul podio anche al Gran Premio d’estate. Vediamo se riescono a tornare nuovamente al vecchio modello. Come ho detto, all’inizio abbiamo un ottimo mix.

Daniel Chovenig potrebbe essere il nuovo arrivato in questa stagione.

Markus Eisenbichler, che è stato il terzo miglior giocatore tedesco ai Mondiali della scorsa stagione con il 15° posto, non sarà presente alla partenza. Hai dal suo Nessuna nomina Riuscire a parlare con lui? Come ha reagito a questa decisione?

Bevanda inebriante: Ero lì al Campionato tedesco e l’ho visto. Naturalmente non era del tutto felice. Ma ha accettato l’eliminazione. Markus Eisenbichler si distingue sempre per le sue qualità distintive. Troverà nuove motivazioni nella seconda squadra di coach Ronnie Hornschuh. Nella Confederations Cup si troveranno sugli stessi colli con un ritardo come nei Mondiali di Lillehammer e Kuusamo. Questa potrebbe anche essere un’opportunità per stabilizzarsi qui e avanzare dalle retrovie. Con qualche buon allenamento e la sensazione di successo su queste colline, ha sicuramente la possibilità di far parte della squadra di Coppa del Mondo e tornare al Tour. I suoi salti sono ancora ad un buon livello, ma c’è stata un po’ di mancanza di costanza. Se adesso arriva alle giuste conclusioni, e ho fiducia in lui, può ancora essere una buona stagione.

immagine

Markus Eisenbichler dovrebbe vedere le prime due tappe della Coppa del Mondo a Rocca/Kusamo e Lillehammer

Credito immagine: Getty Images

Per la nuova stagione sono state apportate alcune modifiche alle regole: d’ora in poi è vietato anche l’uso di scioline contenenti fluoro nel salto con gli sci. Ci sono stati accesi dibattiti nello sci alpino, soprattutto sui metodi di misurazione. Molti erano preoccupati che un ex atleta sul percorso potesse ingerire cera contenente fluoro ed essere squalificato. Anche tu vedi questo pericolo nel salto con gli sci?

Bevanda inebriante: Ovviamente non puoi escluderlo. Ma a mio avviso questo non è il problema più urgente. In altri sport, la cera al fluoro offre vantaggi molto maggiori. Abbiamo piste di ghiaccio artificiale, il che significa solo accelerazione e macinazione che fa un’enorme differenza. Ora ho molta fiducia che anche il personale di servizio abbia fatto i compiti. In condizioni umide, la cera contenente fluoro è nota per essere più vantaggiosa. Ma non credo che lo svantaggio competitivo sia così grande. Le differenze non saranno così grandi come nello sci di fondo o nello sci alpino. Ecco perché possiamo scendere con leggerezza qui.

Diamo uno sguardo alla competizione internazionale: hai già detto che è ancora troppo presto per fare pronostici, ma chi pensi sia il favorito nella lotta per il titolo assoluto della Coppa del Mondo?

Bevanda inebriante: E’ un punto di partenza molto interessante perché il Gran Premio estivo è stato dominato da due outsider: Vladimir Zugravski e Gregor Deschwanden. I principali paesi si sono ritirati. Mi aspetto che nomi famosi degli anni precedenti come Halvor Egner Granerud, Ryoyu Kobayashi, David Kubacki e Stefan Kraft diano il tono ancora una volta. Vediamo come escono Zografski e Deschwanden, anche se penso che Deschwanden ci sorprenderà più di Zografski. Deschwanden può comparire più spesso nella top ten. Entusiasmante anche la squadra slovena. Non hanno fatto bene nel Gran Premio estivo, ma almeno hanno il campione del mondo Timmy Zajek. Anche Daniel Chovenig potrebbe svolgere un ruolo entusiasmante. La squadra austriaca comprende generalmente alcuni giovani atleti. Ma penso che Chovenig potrebbe essere il nuovo arrivato di questa stagione. Ha mostrato tecniche molto buone e stabili in estate. C’è molto possibile là fuori.

Parliamo infine di un atleta che ha plasmato la Coppa del Mondo per moltissimo tempo e, nonostante l’età avanzata, non ha mai perso la speranza di tornarci: Noriaki Kasai. Pensi che sia bello continuare a saltare o un 51enne dovrebbe fermarsi ad un certo punto?

Bevanda inebriante: Ho sentito che saltava di nuovo bene a casa. Che sia dovuto alla sua ritrovata forza o magari ad una leggera fase di debolezza della squadra giapponese, non oso prevederlo a distanza. Ci ha già sorpreso una volta e se la squadra dovesse indebolirsi potrebbe tornare al Mondiale a 51 anni. Ma non riesce più a raggiungere la vetta. Non riesco a immaginarlo. Ma ovviamente, perché non saltare se può guadagnarsi da vivere e divertirsi. Voglio dire, ne parliamo anche noi, quindi spesso è la ciliegina sulla torta. Sarebbe un enorme successo se riuscisse a segnare un altro punto all’età di 51 anni. Penso che qualcuno stia ancora segnando un punto in un Mondiale a 50 anni. Forse spingerà i confini in quella direzione.

immagine

Geiger punta al Tour: “Vogliamo solo vincere”