Maggio 16, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Werder Brema: l’ex giocatore Duggan nella guerra in Ucraina per paura della morte – Bundesliga

“Volevo solo giocare a calcio, ora sono nel mezzo di una guerra”.

La meravigliosa storia di Abdullah Dogan (25). L’ex giocatore di terza divisione del Werder 2 si è recato a Kharkov/Ucraina all’inizio della settimana per firmare un contratto con la squadra di prima divisione Metalist. Quando giovedì ha voluto tornare a Brema a causa di problemi con i passaporti e il deterioramento della situazione, è iniziata la guerra …

Dogan: “Se avessi saputo cosa sarebbe successo, non avrei mai viaggiato qui. Sono scioccato. Ho visto carri armati ed elicotteri all’aeroporto”.

Da allora il traffico aereo è stato sospeso. Il cittadino tedesco è bloccato nella seconda città più grande dell’Ucraina ed è principalmente in metropolitana. Compreso: una borsa da viaggio da 11 kg e enormi preoccupazioni.

Dogan: “Dormo in metropolitana perché fuori si sentono degli spari. Sembra più sicuro dei condomini”.

Nel Werder ha giocato con allenatori come Skripnik, Nouri e Kohfeldt, e ha giocato con Maxi Eggstein e Niklas Schmidt. Ma ora non si tratta più di calcio, si tratta di sopravvivenza.

Dogan: “Ho paura che non rivedrò mai più la mia fidanzata e i miei fratelli. Sono molto preoccupato per la mia vita”.

Lui e la sua famiglia stanno disperatamente cercando di ottenere aiuto dall’ambasciata tedesca. Ma l’agenzia di Kiev ha chiuso, la situazione non è chiara.

Il suo appello alle autorità: “Sono in una situazione di emergenza. Per favore, portami fuori di qui!”

Quando Bild lo raggiunse di nuovo alle 19:10, disse: “I russi sono vicini. Devo scappare”.