Maggio 19, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Visita in frantumi a Kiev: confusione sulla discarica di Steinmeier

Stato: 14/04/2022 01:40

Il volo cancellato dal presidente federale Steinmeier ora ha causato rabbia e confusione. L’Ucraina nega l’invito del presidente Steinmeier. Non c’era assolutamente alcuna richiesta, dice il presidente Selinsky.

Ci sono notizie contrastanti sulla visita fallita del presidente federale Frank-Walter Steinmeier a Kiev. Nel pomeriggio, un consigliere del presidente ucraino Volodymyr Zelensky ha affermato che l’offerta di visita di Steinmeier non era stata respinta. In serata, lo stesso Zelensky ha dichiarato che né Steinmeier né il suo ufficio avevano inviato alcuna richiesta ufficiale all’Ucraina, secondo l’agenzia di stampa Reuters.

Tuttavia: sembra certo che Steinmeier non fosse ricercato a Kiev – questo è stato dato per iscritto all’ambasciatore tedesco a Kiev dall’amministrazione presidenziale ucraina, secondo un rapporto del capo della ARD Capital StudiosTina Hassell. Di conseguenza, le dichiarazioni dell’Ucraina potrebbero essere un tentativo di limitare i danni diplomatici.

Schulz “arrabbiato”

Il cancelliere Olaf Scholz aveva precedentemente criticato il mancato invito dell’Ucraina a Steinmeier definendolo “un po’ fastidioso”. “Il presidente federale avrebbe voluto andare in Ucraina”, ha detto Schultz. È stato bello ricevere il Presidente Federale.

Il politico del Partito socialdemocratico ha lasciato la domanda se lui stesso avrebbe accettato l’invito a Kiev in una conversazione con informazioni radio rbb24 di larghe vedute. Schultz ha detto di essere in stretto contatto con il presidente ucraino Zelensky. Era anche a Kiev poco prima dello scoppio della guerra.

In origine c’era una visita di solidarietà congiunta con i capi di stato di Polonia, Lituania, Lettonia ed Estonia. Poi gli altri quattro politici si sono recati a Kiev senza Steinmeier.

Barbouk: piena solidarietà

Anche il ministro degli Esteri Annalina Barbuk ha espresso il suo rammarico per il fatto che Steinmeier non si sia recato a Kiev. “Abbiamo parlato di questo viaggio insieme e ho pensato che avrebbe avuto un senso”, ha detto il politico verde a margine di una visita alla capitale del Mali Bamako.

Tuttavia, Barbock ha sottolineato: “È chiaro: sosteniamo pienamente l’Ucraina. Se sosteniamo l’Ucraina nella sua difesa sul campo, siamo in completa solidarietà”.

HABC: “Discarica la Germania”

Il vicecancelliere Robert Habeck ha criticato l’annullamento della visita di Steinmeier da parte dell’Ucraina. “Il presidente federale è la Germania. Ecco perché il suo invito dal presidente Selinsky è un invito dalla Germania”, ha detto il politico verde ai giornali del Funk Media Group.

“Purtroppo devo dirlo così: la parte ucraina ha commesso un errore diplomatico”. Quando gli è stato chiesto se lui o il cancelliere Olaf Schultz (Partito socialdemocratico) si sarebbero recati in Ucraina, ha detto: “Ora dobbiamo assicurarci tutti che il problema sia risolto e non aggravato. È per questo che sono stati inventati i telefoni”. L’intero governo è in costante contatto con il governo ucraino.

Merz: Un segno di risentimento

Nel frattempo, il leader della Cdu Friedrich Merz ha parlato di un segno di malcontento in Ucraina. Ha detto al Rheinische Post: “Ovviamente le riserve sulla politica dell’SPD nei confronti della Russia sono molto profonde in molti paesi dell’Europa orientale. Posso capirlo”. Tuttavia, rifiutarsi di invitare un capo di stato eletto in un paese democratico è un insulto.

READ  È solo una campagna elettorale del 2024?: Improvvisamente Trump sta conducendo una massiccia campagna per le vaccinazioni

L’ambasciatore ucraino a Berlino, Andrei Melnik, aveva precedentemente rinnovato il suo invito al cancelliere Schulz e lo legava al desiderio che il cancelliere portasse con sé l’impegno di consegnare armi pesanti. L’ambasciatore ucraino Andrej Melnik ha dichiarato su ProSieben e SAT.1 che la visita di Schulz dovrebbe riguardare il modo in cui la Germania sta aiutando l’Ucraina con armi pesanti nella guerra contro la Russia. Il capo non vede l’ora.