Agosto 11, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Visita in Arabia Saudita: Biden parla al principe ereditario di Khashoggi

Stato: 15/07/2022 23:11

Il presidente degli Stati Uniti Biden ha affrontato una delicata questione legata all’uccisione del giornalista Khashoggi all’inizio della sua visita in Arabia Saudita. E il principe ereditario bin Salman ha avvertito che gli Stati Uniti non avrebbero lasciato senza risposta un altro atto del genere.

Dopo il suo arrivo in Arabia Saudita, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden ha incontrato il principe ereditario saudita Mohammed bin Salman – e inizialmente ha toccato, secondo le sue stesse dichiarazioni, l’omicidio del critico saudita Jamal Khashoggi.

Tuttavia, bin Salman ha negato ogni responsabilità. “In pratica ha detto che non era personalmente responsabile”, ha detto Biden dopo l’incontro di Jeddah. “Ho suggerito di pensare che lo fosse”. “Non mi pento di nulla di quello che ho detto. Quello che è successo a Khashoggi è stato oltraggioso”.

Biden avverte bin Salman di future violenze

Il giornalista Khashoggi, che vive negli Stati Uniti, è stato brutalmente assassinato da una squadra di sicari nel consolato saudita a Istanbul nel 2018. I servizi di intelligence statunitensi ne ritengono direttamente responsabile il principe ereditario bin Salman, noto anche con il suo acronimo “MBS”. Nega l’ordine di uccidere.

Biden ha detto di aver avvertito l’erede al trono di future violenze: un altro atto come l’omicidio Khashoggi si tradurrebbe in una “risposta” da parte degli Stati Uniti.

I soldati americani su un’isola saudita si sono ritirati

Il presidente degli Stati Uniti ha anche annunciato il ritiro dei soldati statunitensi che stanno partecipando a una missione di mantenimento della pace nell’isola di Tiran nel Mar Rosso. Una forza multinazionale di osservatori è stata di stanza sull’isola di fronte a Sharm el-Sheikh all’ingresso del Golfo di Aqaba dall’accordo di pace del 1981 tra Israele ed Egitto – a quel tempo l’isola era ancora di proprietà dell’Egitto.

READ  30.000 scatole di calzini: Eon sta scherzando con i clienti britannici

Nel 2017 è stato assegnato al Regno dell’Arabia Saudita che vuole sviluppare l’isola per il turismo. Israele ha dovuto accettare la decisione di ritirare le forze di pace, quindi la mossa è considerata un’indicazione che Israele e Arabia Saudita vogliono normalizzare le loro relazioni.

Un grande saluto al Presidente degli Stati Uniti

L’arrivo di Biden nel regno del Golfo – l’ultima tappa del suo viaggio in Medio Oriente – è stato freddo. All’arrivo al palazzo reale di Jeddah, lui e il principe ereditario bin Salman prendono a pugni solo brevemente. Dopodiché camminarono senza ulteriori discussioni.

Il principe ereditario saudita Mohammed bin Salman saluta il presidente degli Stati Uniti Joe Biden con il suo primo saluto al Palazzo Salman di Gedda.

Foto: tramite Reuters

Prima di iniziare il viaggio in Medio Oriente, la Casa Bianca ha annunciato che Biden voleva evitare il più possibile il contatto fisico. Il motivo ufficiale addotto è il coronavirus. “Stiamo cercando di ridurre il più possibile i contatti”, ha detto la portavoce di Bidens Karen-Jean-Pierre all’Air Force One.

D’altra parte, alcuni giornalisti americani hanno ipotizzato che le foto delle strette di mano con il principe ereditario dovrebbero essere evitate. Ciò è stato criticato, tra l’altro, a causa della scarsa situazione dei diritti umani in Arabia Saudita. Biden ha dovuto difendere il suo incontro dalle critiche per settimane.

stringere la mano al re

I sospetti dei giornalisti sembravano corretti poco dopo: incontrando in serata re Salman, i due capi di Stato si strinsero la mano per diversi secondi. Gesti come questo hanno sempre svolto un ruolo importante nella diplomazia internazionale. Con il suo viaggio in Arabia Saudita, Biden vuole portare fuori dalla crisi le relazioni bilaterali.