Febbraio 21, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Violenze di gruppo e linciaggi in aumento ad Haiti

Violenze di gruppo e linciaggi in aumento ad Haiti

Stato: 25/04/2023 08:39

Sullo sfondo dell’escalation della violenza delle bande ad Haiti, il segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres ha chiesto un’azione internazionale. I resoconti dei media di guerre per il territorio ed esecuzioni di massa.

La crisi dei diritti umani si sta aggravando ad Haiti, il Paese del Pacifico. Il paese è stato per anni tormentato da clan criminali. Ecco perché il segretario generale delle Nazioni Unite António Guterres ha chiesto il dispiegamento urgente di forze internazionali per frenare l’escalation della violenza delle bande.

Nel suo rapporto, Guterres ha avvertito che l’insicurezza nella capitale, Port-au-Prince, “ha raggiunto livelli paragonabili a paesi che vivono conflitti armati”. Le autorità haitiane hanno segnalato 815 morti nel primo trimestre del 2023, mentre 637 persone sono state rapite nello stesso periodo. Di volta in volta, ci sono scontri tra gruppi rivali, atti di protesta e saccheggi. Donne e ragazze vengono stuprate e c’è un avviso di viaggio per il Paese.

Bande criminali controllano molti quartieri della capitale haitiana.
Di più

Guterres chiede l’intervento

Haiti è il paese più povero d’America. Oltre ai frequenti disastri naturali, le persone soffrono di corruzione, fame e malattie. Su richiesta del primo ministro Ariel Henry e del gabinetto del paese, il segretario generale delle Nazioni Unite ha chiesto un processo internazionale per porre fine alla crisi. Ma in una riunione del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite a gennaio, né gli Stati Uniti, che erano stati presi di mira per i loro passati interventi ad Haiti, né il Canada hanno mostrato alcun interesse a guidare un’operazione del genere.

Invece, la comunità internazionale ha scelto di imporre sanzioni e inviare attrezzature militari e altre risorse. Nel suo rapporto al Consiglio di sicurezza, Guterres ha sottolineato che il dispiegamento di una forza internazionale rimane cruciale per aiutare le autorità haitiane a contenere la violenza e ripristinare lo stato di diritto. La relazione sarà discussa mercoledì.

Il popolo di Haiti protesta da settimane: contro il potere delle bande criminali, contro l’economia della scarsità.
Di più

Polizia Nazionale in difficoltà

Le stesse forze di sicurezza di Haiti sono a malapena in grado di affrontare la situazione. Di volta in volta ci sono attacchi contro membri della polizia nazionale. “Dall’inizio del 2023, 22 agenti di polizia sono stati uccisi da bande”, ha detto Guterres. Queste tendenze dovrebbero accelerare. Il segretario generale ha affermato che molti funzionari hanno lasciato i loro incarichi a causa delle continue violenze. C’è una fuga e una fuga verso l’esterno.

Dall’assassinio del presidente Jovenel Moise nel luglio 2021, le bande haitiane sono diventate più potenti e violente. Il primo ministro Ariel Henry, nominato da Moise, è attualmente alla guida di un governo ad interim. La carica di presidente è vacante. Secondo le autorità haitiane esistono sette grandi bande, a cui appartengono circa 200 gruppi.

A dicembre, le Nazioni Unite hanno stimato che i gruppi violenti controllassero circa il 60% di Port-au-Prince. Si dice dai residenti che l’intera capitale sia controllata da bande.

membri della gang appendere

La paura e la rabbia tra la popolazione si scatenano non meno nella violenza. Secondo i resoconti dei media, lunedì almeno 13 sospetti membri di una banda sono stati assassinati da una folla inferocita. La polizia ha arrestato il gruppo. I video sui social media mostrano persone bruciate vive.

Ciò è stato preceduto da sparatorie notturne a Kanab-Vert, nell’area metropolitana di Port-au-Prince, che hanno costretto alla fuga centinaia di famiglie. Si dice che i membri della banda arrestati abbiano trasportato le munizioni. Si dice che le persone abbiano gridato “date loro fuoco” e “li uccideremo” quando hanno visto i detenuti portati via su un autobus.