Maggio 22, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Vaccino corona morto: Valneva sembra funzionare anche contro l’omicron

Stato: 20/01/2022 09:18

Il vaccino contro il coronavirus di Valneva è ancora in fase di approvazione. Tuttavia, uno studio di laboratorio fa sperare: il vaccino così inattivato potrebbe inattivare anche la variante omcron del coronavirus.

Il vaccino corona della società biotecnologica austro-francese Valneva, che sta per essere approvato in Europa, sembra essere efficace anche contro la variante omicron. La società ha detto ieri sera che i risultati di uno studio preliminare di laboratorio hanno mostrato che gli anticorpi si sono formati nel sangue dopo tre dosi che neutralizzano la variabile omcron.

Il siero è la parte liquida del sangue dopo che la coagulazione è completa. Pertanto il siero non contiene né cellule del sangue né fattori della coagulazione, ma piuttosto vari tipi di proteine ​​che non sono coinvolte nel processo di coagulazione, inclusi gli anticorpi.

Efficacia dell’87% contro Omicron

Per lo studio, il siero di 30 partecipanti vaccinati è stato esposto a un virus che era stato manipolato in laboratorio. Secondo l’azienda, tutti i sieri testati hanno mostrato anticorpi neutralizzanti contro il virus originale e contro la variante delta. Ventisei campioni (87%) hanno mostrato contemporaneamente anche anticorpi neutralizzanti contro la variante dominante di omcron.

“Siamo molto soddisfatti di questi risultati, che confermano l’ampio potenziale protettivo del vaccino virale inattivato e adiuvante e la sua capacità di colpire le varianti attualmente in circolazione”, ha affermato Juan Carlos Jaramillo, Chief Medical Officer di Valneva. I nuovi risultati si aggiungono ai precedenti risultati di uno studio di fase 3 che ha mostrato che due dosi hanno mostrato una risposta immunitaria migliorata.

READ  Regola Corona 2G al supermercato? Neto fa una dichiarazione chiara alle persone non vaccinate

Come funziona il vaccino inattivato Valneva?

Il fatto che il vaccino Valneva protegga dalla variante omicron potrebbe essere dovuto anche al suo design: il vaccino Valneva è un classico vaccino inattivato. Contiene l’intero virus Sars-CoV-2 – naturalmente inattivato (ucciso). Il vantaggio dei vaccini con virus interi morti è che forniscono al sistema immunitario più bersagli oltre alla semplice proteina spike.

Tuttavia, il caso per il presente studio non indica che i vaccini inattivati ​​siano generalmente superiori ai vaccini mRNA che sono stati provati milioni di volte. Ad esempio, secondo uno studio, non sono stati trovati anticorpi neutralizzanti l’omicron nei campioni di sangue di 25 persone vaccinate due volte con il vaccino inattivato CoronaVac China.

L’approvazione è ancora nel primo trimestre?

Nel frattempo, il processo di approvazione presso l’Agenzia europea per i medicinali (EMA) si è rivelato accidentato. All’inizio della settimana, l’EMA ha annunciato di essere ancora in attesa di ulteriori dati per poter prendere una decisione sull’approvazione. Ciò ha causato il crollo del prezzo delle azioni di Valneva alla Borsa di Parigi e gli operatori di mercato hanno perso le speranze di una rapida approvazione.

Ieri, su richiesta dell’agenzia di stampa Reuters, Valneva ha chiarito che il vaccino contro il Covid-19 dovrebbe ancora essere approvato nel primo trimestre. Ha detto che tutti i dati disponibili erano già stati inviati all’EMA. “Ci aspettiamo di fornire i dati rimanenti nelle prossime settimane”.

L’Unione Europea ha ricevuto milioni di dosi di Valneva

A novembre, la Commissione dell’Unione Europea ha firmato un contratto con l’azienda biotecnologica franco-austriaca per fornire fino a 60 milioni di dosi di vaccino nei prossimi due anni, a condizione che il farmaco sia approvato.

READ  Palloncino Bowser scontato del 42%.

Alla luce della situazione attuale, anche il presidente della Valneva sconsiglia di attendere l’approvazione del vaccino Valneva: “Non consiglierei a nessuno di aspettare il nostro vaccino”, ha detto a “Spiegel” Thomas Lingelbach. Sarebbe moralmente inaccettabile”. Recentemente si è potenziato con un vaccino mRNA di BioNTech.