USA: un informatore dell'FBI avrebbe collaborato con la Russia nel caso di Hunter Biden

Date:

Share post:

Edoardo Borroni
Edoardo Borroni
"Fanatico di alcol esasperantemente umile. Praticante di birra impenitente. Analista."

L'informatore dell'FBI Alexander Smirnov, che ha diffuso false informazioni sul figlio del presidente degli Stati Uniti Joe Biden Si dice che abbia diffuso e ricevuto materiale per le sue affermazioni dall'intelligence russa. Smirnov lo ha ammesso durante il suo interrogatorio, secondo un documento presentato da investigatori privati ​​ad un tribunale federale nello stato americano del Nevada.

Smirnov è stato arrestato all'aeroporto di Las Vegas la scorsa settimana dopo essere tornato da un viaggio all'estero. Secondo l'accusa, avrebbe informato la polizia federale degli Stati Uniti FBI Bugie sulle presunte tangenti che Joe Biden e suo figlio Hunter Biden avrebbero ricevuto da una compagnia di gas ucraina. Smirnov ha la doppia cittadinanza americana e israeliana.

L'incriminazione di un ex informatore dell'FBI rappresenta una grave battuta d'arresto per i repubblicani dell'opposizione nei loro sforzi per avviare una procedura di impeachment contro il presidente Biden con l'accusa di corruzione. Le dichiarazioni di Smirnov hanno finora svolto un ruolo centrale in questi sforzi. L’impatto delle false informazioni sulla famiglia Biden fornite all’FBI nel 2020 “si fa sentire ancora oggi”, hanno scritto gli investigatori, riferendosi alle azioni dei repubblicani.

L'imputato rischia una pena detentiva fino a 25 anni

Smirnov ora rischia fino a 25 anni di carcere. È stato affermato che sia Joe che Hunter Biden hanno ricevuto tangenti del valore di 5 milioni di dollari (4,65 milioni di euro) dalla compagnia ucraina del gas Burisma per proteggere la società da procedimenti giudiziari. Hunter Biden ha precedentemente fatto parte del consiglio di amministrazione di Burisma.

Gli investigatori hanno anche affermato che Smirnov ha continuato a diffondere storie inventate su Hunter Biden e che è stato fornito dall’intelligence russa a tale scopo. La disinformazione che ha diffuso non si è limitata al 2020. L’informatore non ha incontrato più i dipendenti dell’intelligence russa fino allo scorso novembre e sta “diffondendo attivamente nuove bugie”. Gli investigatori avvertono che queste false informazioni potrebbero avere ripercussioni anche sulle prossime elezioni americane.

I repubblicani accusano Hunter Biden di aver abusato della posizione di suo padre come ex vicepresidente Barack Obama per affari in Ucraina e Cina. I loro attacchi alla fine prendono di mira il presidente Biden, che accusano di essere coinvolto e di beneficiare finanziariamente dei controversi affari esteri di suo figlio.

A loro volta, i democratici di Biden accusano i repubblicani di aver portato avanti una manovra politica per danneggiare l'attuale presidente poco prima delle elezioni. Nelle elezioni presidenziali di quest'anno di novembre, ci sarà probabilmente un altro duello tra Biden e Trump.

Related articles

Napoli: due morti e 13 feriti dopo il crollo di un balcone a Scampia

Un tragico incidente ha scosso il quartiere di Scampia a Napoli: è crollata la galleria di collegamento, provocando...

Shiloh Jolie, la figlia di Angelina Jolie, vuole eliminare il nome di suo padre Brad Pitt

Cosa accadrà dopo: Shiloh Jolie-Pitt vuole abbandonare il cognome di suo padre Brad Pitt e il mondo intero...

Rughe con l’avanzare dell’età e come accelerano il processo

Prima o poi a tutti verranno le rughe. Molti cercano di combatterlo con uno stile di vita...