Febbraio 8, 2023

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

USA: Nuova sparatoria in California – Sette braccianti vengono uccisi a colpi d’arma da fuoco

un crimine Un altro attacco con armi da fuoco

Sette lavoratori agricoli sono stati uccisi a colpi d’arma da fuoco in California: l’autore sembra essere stato un collega

Sette morti in una sparatoria in California

Pochi giorni dopo le sanguinose uccisioni in California che hanno causato la morte di 11 persone, ci sono stati di nuovo colpi di arma da fuoco mortali nello stato americano. Questa volta sette persone sono morte sul fatto. Un’altra persona è rimasta gravemente ferita.

Puoi ascoltare il podcast di WELT qui

Per visualizzare i contenuti incorporati, è necessario il tuo consenso revocabile al trasferimento e al trattamento dei dati personali, poiché i fornitori di contenuti incorporati come fornitori di terze parti richiedono tale consenso [In diesem Zusammenhang können auch Nutzungsprofile (u.a. auf Basis von Cookie-IDs) gebildet und angereichert werden, auch außerhalb des EWR]. Impostando l’interruttore a levetta su ON, acconsenti a questo (che può essere revocato in qualsiasi momento). Ciò include anche il tuo consenso al trasferimento di determinati Dati personali in altri paesi, inclusi gli Stati Uniti d’America, in conformità con l’articolo 49 (1) (a) GDPR. Puoi trovare maggiori informazioni su questo. Puoi revocare il tuo consenso in qualsiasi momento tramite lo switch e la Privacy Policy in fondo alla pagina.

Appena due giorni dopo il sanguinoso crimine in una discoteca vicino a Los Angeles, in California è avvenuto un altro attacco armato. Sette lavoratori agricoli sono stati uccisi a sud di San Francisco. La polizia ha arrestato il colpevole davanti alle telecamere.

nAppena due giorni dopo il sanguinoso crimine in una discoteca della California, sette contadini vengono assassinati in uno stato americano, apparentemente da uno dei loro colleghi. Secondo i rapporti della polizia, lunedì l’autore ha aperto il fuoco su due fattorie vicine a sud di San Francisco ed è stato arrestato in un atto drammatico. Nel frattempo, durante le indagini sull’aggressione avvenuta sabato in una discoteca vicino a Los Angeles, è emersa la gelosia come possibile movente.

Il capo della polizia Cristina Corpus ha detto che la polizia ha ricevuto una chiamata di emergenza lunedì pomeriggio e se n’è andata. I funzionari hanno scoperto quattro corpi con ferite da arma da fuoco in un ranch. Una quinta vittima è stata ricoverata in ospedale con ferite gravi. Poco dopo, altri tre morti per ferite da arma da fuoco sono stati scoperti su un’altra scena del crimine.

Il presunto colpevole si è poi recato in una stazione di polizia a Half Moon Bay, dove le troupe televisive stavano già aspettando una conferenza stampa della polizia. Il filmato che hanno ripreso mostra quello che sembra essere un uomo asiatico spinto a terra da poliziotti armati. Secondo la polizia, nell’auto del 67enne è stata trovata un’arma semiautomatica.

Si ritiene che tutti i morti provenissero dalla Cina

Il motivo di questo atto inizialmente è rimasto poco chiaro e, secondo la polizia, le vittime erano colleghi del detenuto. Secondo la radio locale, i morti provenivano tutti dalla Cina. Corpus ha detto che l’attacco è stato compiuto davanti ad altre persone che vivevano nelle fattorie, tra cui diversi bambini. “È incredibile che i bambini debbano sperimentare qualcosa del genere”.

Leggi anche

Causa per manipolazione del mercato

La Casa Bianca ha detto che il presidente degli Stati Uniti Joe Biden è stato informato dell’incidente. Ha combattuto a lungo per leggi più severe sulle armi senza successo. Lunedì c’è stato un attacco armato in Iowa. Due persone sono morte e un’altra è rimasta gravemente ferita nell’incidente avvenuto al Youth Support Center di Des Moines. La polizia ha detto che le vittime erano “adolescenti o giovani adulti”. Secondo le informazioni ricevute dai residenti, finora sono stati arrestati tre sospetti.

L’autore del reato di Monterey Park potrebbe aver agito per gelosia

Lo spargimento di sangue ha scosso gli Stati Uniti meno di 48 ore dopo l’attacco mortale a una discoteca nella zona di Los Angeles. Un uomo di 72 anni di origini asiatiche ha aperto il fuoco sui presenti. Il bagno di sangue è avvenuto nella comunità filoasiatica di Monterey Park durante i festeggiamenti per il capodanno cinese. Un’altra vittima è morta nell’attacco di lunedì, portando il bilancio delle vittime a 11.

Secondo un rapporto del Los Angeles Times, gli investigatori stanno attualmente indagando sul fatto che potrebbe trattarsi di un reato di gelosia. Verranno quindi indagati possibili rapporti interpersonali tra l’autore e le vittime. Ma il capo della polizia Robert Luna ha confermato in una conferenza stampa: “Non conosciamo ancora il movente”. Secondo le dichiarazioni dei testimoni, l’autore potrebbe aver conosciuto alcune delle sue vittime. Tuttavia, non ci sono ancora informazioni su eventuali relazioni familiari.

Secondo il suo certificato di matrimonio, Trần era originario della Cina. Sembra che sia un habitué dello Star Ballroom Dance Studio da molto tempo. La sua ex moglie ha detto alla CNN di averlo incontrato mentre ballava lì 20 anni fa. Tran non era violento. Una fonte ha detto alla CNN che Tran si è lamentato degli istruttori di danza della discoteca che dicevano “cose ​​cattive” su di lui. Ha detto di essere “ostile a molte persone lì”.

READ  Corona globalmente: migliaia sono in attesa di presentazioni a Vienna