Aprile 21, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Un confidente di Putin ama lamentarsi delle spedizioni di vino dall'Italia

Un confidente di Putin ama lamentarsi delle spedizioni di vino dall'Italia
  1. Home page
  2. Politica

Insiste

L’ex presidente russo Medvedev lancia regolarmente invettive contro la NATO e l’Occidente. Ora il rapporto presenta una strana relazione.

MOSCA – Uno dei più stretti alleati di Vladimir Putin è ancora una volta sotto i riflettori. Dopo lo scandalo delle intercettazioni dell'esercito tedesco, la grande manovra della NATO o le sue dichiarazioni sul presidente francese Emmanuel Macron, che non vuole più escludere lo spiegamento di forze di terra della NATO in Ucraina, Dmitry Medvedev questa volta ha preso di mira il presidente degli Stati Uniti Joe Biden.

Medvedev, vicino a Putin, critica Biden: “Vergogna per gli Stati Uniti”

Il motivo è il paragone fatto da Biden nel suo discorso sullo stato dell'Unione al Congresso giovedì scorso, che Medvedev considera gravemente errato. Il presidente americano si era paragonato al suo predecessore, Franklin Delano Roosevelt. Secondo Medvedev, Biden non avrebbe dovuto menzionarlo perché, a differenza di Roosevelt, non porterebbe altro che “vergogna” agli Stati Uniti, ha affermato il vice capo del Consiglio di sicurezza russo in un commento al discorso sullo stato dell'Unione.

“Nel suo discorso sullo stato dell’Unione, Biden si è paragonato a Franklin Delano Roosevelt. E' un paragone mediocre. Medvedev ha scritto sul suo account sul sito X (ex Twitter): “Questo chiaramente non è nel suo interesse”. “È una vergogna per gli Stati Uniti!”

L’ex presidente russo Medvedev ce l’ha con Biden: “Un tentativo di scatenare una terza guerra mondiale”

Medvedev, che ha più volte minacciato di attaccare la GermaniaHa osservato che il 32esimo presidente degli Stati Uniti potrebbe essere stato un uomo fragile su una sedia a rotelle, ma ha “portato l'America fuori dalla Depressione”. Per trascinare l’umanità all’inferno”.

L'ex presidente russo Medvedev e il governatore Vladimir Putin brindano.
È chiaro che l'alleato di Putin, Dmitry Medvedev, lancia sempre invettive particolarmente violente contro la NATO, l'Ucraina e l'Occidente dopo aver ricevuto un carico di vino dall'Italia. (Foto d'archivio) © Kremlin Pool /imago

Inoltre, ha continuato il funzionario, Roosevelt ha combattuto per la pace a fianco degli alleati, compresa l’Unione Sovietica, mentre Biden “sta cercando attivamente e persistentemente di iniziare la terza guerra mondiale”. Dopotutto, “Roosevelt ha combattuto contro i fascisti mentre Biden ha combattuto per loro”, ha concluso Medvedev nel suo articolo.

Post controversi di Medvedev: uno stretto collaboratore di Putin scrive di spedizioni di alcolici dall'Italia

Questo non è il primo post controverso che Medvedev pubblica sui social media. Ora un rapporto dal sito di notizie russo Addetti ai lavori Le invettive verbali di un confidente di Putin potrebbero essere state collocate in uno strano contesto. Di conseguenza, diversi post anti-NATO sul suo canale Telegram sarebbero collegati a spedizioni di alcolici dall'Italia.

“A quanto pare, nonostante le sanzioni, il vino delle aziende vinicole italiane di Medvedev viene ancora consegnato in Russia e, sorprendentemente, le date di consegna precedono sempre i suoi post scandalosi”, si legge nel rapporto.

L'amico di Putin, Medvedev, ce l'ha con l'Occidente: ha fatto un'invettiva sulle consegne di vino dall'Italia?

Secondo il giornale, Medvedev continua a ricevere spedizioni di alcolici dall'azienda vinicola toscana Fattoria Della Iola, registrata nel 2017 presso una società offshore a Cipro. Questa azienda vinicola appartiene a Ilya Eliseev, ex collega e amico intimo di Medvedev. DentroP ha notato che da allora la proprietà dell'azienda vinicola è cambiata, ma parte delle azioni appartengono ancora a Eliseev.

Dopo che il presidente russo Vladimir Putin ha lanciato una guerra all’Ucraina con un’invasione su vasta scala nel febbraio 2022, Medvedev avrebbe continuato a ricevere vino da questa azienda vinicola italiana. Addetti ai lavori. Di conseguenza, il vino italiano è arrivato in Russia il 17 giugno 2022. Due giorni dopo, Medvedev ha scritto un post su un telegramma in cui alludeva alla fine dell’Unione Europea prima che l’Ucraina ne diventasse membro.

Spedizioni di vino dall'Italia: i discorsi di Medvedev sui social sulla guerra nucleare

Nell'ottobre 2022 e nel gennaio 2023, Medvedev ha pubblicato altri discorsi sui social media, giorni dopo aver ricevuto spedizioni di vino dall'Italia, come: Addetti ai lavori Ho scoperto. L'ex presidente russo ha più volte avvertito della possibilità che a seguito del conflitto in Ucraina scoppi una guerra nucleare.

A gennaio, in un post sul suo canale Telegram, aveva avvertito che Mosca avrebbe potuto rispondere con un attacco nucleare se l’Ucraina avesse attaccato le basi di lancio missilistiche sul territorio russo con missili a lungo raggio forniti dall’Occidente. Se attacca l’Ucraina, c’è il rischio di violare il paragrafo 19 della dottrina nucleare russa del 2020, ha detto Medvedev, aggiungendo che tutti coloro che sostengono Kiev “dovrebbero tenerlo a mente”.

Il vino nuovo di Medvedev arriverà dall'Italia? Uno stretto collaboratore di Putin attacca la NATO e il cancelliere Schulz

Il paragrafo afferma che la Russia potrebbe utilizzare armi nucleari in risposta ad un attacco con armi nucleari o altre armi di distruzione di massa o all'uso di armi convenzionali contro la Russia “se l'esistenza stessa dello Stato fosse minacciata”. Reuters. “Questo non è un diritto di autodifesa, ma una base diretta e chiara per l'uso delle armi nucleari contro un tale Stato”, ha scritto Medvedev.

Nelle ultime settimane, l'ex presidente russo è tornato più attivo sui social media, con Medvedev che, dopo l'attacco NATO di Macron in Ucraina, si è lamentato del fatto che “tutto è permesso contro il nemico”. Ma il rapporto di… Addetti ai lavori Non è chiaro se il confidente di Vladimir Putin abbia ricevuto un'altra spedizione di vino dall'Italia.