Maggio 17, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Un asteroide ha colpito l’Oceano Artico, appena due ore prima della sua scoperta

Crateri da impatto, scoperte di meteoriti ed eventi del genere Esplosione di Tunguska Siamo testimoni che la nostra terra è sotto bombardamento cosmico Dice: Più e più volte gli asteroidi volano vicino o colpiscono la Terra. Mentre gli oggetti più grandi sono sotto osservazione astronomica e le loro orbite sono generalmente ben note, questo non è il caso degli oggetti più piccoli. Sono così deboli che spesso vengono rilevati in ritardo o per niente. l’anima è una Asteroide di 100 metri Era già trascurato, ma fortunatamente non ferito.

Punto luce piccolo e veloce

È così raro che l’11 marzo 2022 gli astronomi abbiano rilevato un pezzo di dimensioni inferiori a due metri appena prima che entrasse in collisione. Questo è il quinto asteroide mai “catturato” prima di entrare nell’atmosfera e il primo impattore scoperto da un astronomo europeo, secondo la NASA e l’Agenzia spaziale europea (ESA).

Fu scoperto da Krisztián Sárneczky del Piszkéstető. in Ungheria , durante la scansione del cielo con un telescopio da 60 cm la sera dell’11 marzo. Alle 20:24 del nostro pomeriggio ha notato un piccolo punto luminoso in rapido movimento. Dopo che il punto si è spostato drammaticamente in quattro esposizioni successive, è stato evidente che stava misurando un oggetto veloce e vicino: un asteroide vicino alla Terra.

Inizia la catena di allarmi

Appena 14 minuti dopo, l’astronomo riportò il nuovo oggetto al Minor Planet Center NasaCiò ha allertato gli astronomi e altri osservatori. Allo stesso tempo, il sistema di valutazione del rischio “Scout” della NASA ha calcolato la traiettoria dell’oggetto, chiamato 2022 EB5, sulla base dei dati forniti. “Lo scout inizialmente aveva solo 14 osservazioni nell’arco di 40 minuti quando ha identificato l’oggetto come un dispositivo di simulazione”, spiega David Farnocchia del Jet Propulsion Laboratory della NASA.

READ  Questo è il motivo per cui il tasso di infezione da coronavirus di Berlino è la metà di quello nazionale - BZ Berlin

Appena circa un’ora dopo la scoperta del pezzo, della dimensione stimata di due metri, il Near-Earth Object Coordination Center (NEOCC) dell’ESA e l’Ufficio di coordinamento della difesa planetaria della NASA sono stati avvisati con una serie automatizzata di allarmi. A quel punto, i calcoli prevedevano già che l’asteroide avrebbe colpito l’Oceano Artico solo un’ora dopo, tra le 22:21 e le 22:25.

Impatto sull’Oceano Artico

Ed è quello che è successo: alle 22:22, l’asteroide è entrato nell’atmosfera terrestre a circa 140 chilometri a nord di Jan Mayen, meno di due ore dopo la sua scoperta. La palla di fuoco non poteva essere osservata in questa zona deserta. Ma la rete globale di sensori a ultrasuoni ha registrato lo shock. L’energia rilasciata durante l’impatto è stata più o meno equivalente a un terremoto di magnitudo 4.0. Gli astronomi stimano che la Terra si scontra con pezzi di queste dimensioni circa dieci volte l’anno, ma questi asteroidi di solito vengono scoperti solo quando entrano in collisione.

“I piccoli asteroidi come 2022 EB5 sono numerosi e colpiscono l’atmosfera terrestre con relativa frequenza”, ha affermato Paul Chodas, direttore del Center for Near Earth Object Studies (CNEOS) della NASA. “Ma poiché sono così vulnerabili poche ore prima del loro impatto, raramente vengono rilevati nello spazio”. Inoltre, la parte destra del cielo dovrebbe essere visibile in tempo al telescopio osservatore.

Nuovi telescopi per una migliore osservazione

Dopotutto, gli asteroidi, che sono molto più grandi e possono causare gravi danni, di solito vengono scoperti prima. Tuttavia, gli astronomi stanno lavorando per migliorare ulteriormente le osservazioni NEO. Il telescopio Flyeye, attualmente situato sul Monte Mufara, dovrebbe contribuire a questo in futuro In Italia Costruzione. La sua ottica funziona in modo simile agli occhi complessi di un insetto generando immagini da 16 esposizioni parziali.

READ  Aumentare il colesterolo buono: 4 consigli

“Il campo visivo estremamente ampio di questi nuovi telescopi ci consentirà di rilevare vaste aree del cielo in una sola notte”, spiega Detlev Koschny, capo della divisione di difesa planetaria dell’Agenzia spaziale europea. “Riduce il rischio di perdere un oggetto potenzialmente importante.”

Questo articolo è stato scritto da Nadja Podbregar

Potrebbe interessarti anche: