Tuchel sta lottando per la sua reputazione

Date:

Share post:

Benigna Baresi
Benigna Baresi
"Totale drogato di caffè. Ninja della TV. Risolutore di problemi impenitente. Esperto di birra."

Venerdì pomeriggio Thomas Tuchel è entrato con un sorriso nel media center affollato e soffocante della Sabiner Straße. L'attuale allenatore del Bayern Monaco è sembrato sorpreso dalla presenza di così tanti giornalisti e troupe televisive.

{ “placeholderType”: “MREC” }

Anche l'esperto portavoce del club Dieter Nickels ha ammesso nei primi resoconti: “Non ho mai visto così tante mani contemporaneamente”.

Certo, c'era qualcosa di cui discutere. Per il 50enne si tratta della prima apparizione pubblica da quando mercoledì è stato annunciato che Tuchel sarebbe stato l'allenatore del Bayern solo fino alla prossima estate. L'interesse in cambio è stato grande. Tuchel aveva qualcosa da dire.

Tuchel non vuole essere un capro espiatorio

Tuchel – questo è emerso chiaramente durante i 25 minuti di conferenza stampa – voleva apparire calmo e raccolto, ma in lui si percepiva sempre un certo fuoco.

{ “placeholderType”: “MREC” }

La sua affermazione di base: “Non credo di essere l'unico problema, ma sono il responsabile”.

Sembra che Tuchel si sia formato questa convinzione in anticipo. Deve ripeterlo più volte in un modo o nell'altro. Il suo messaggio è stato chiaro: anche i giocatori hanno gran parte della colpa per l'attuale miseria sportiva dei campioni del record. Allenatore del capro espiatorio? non con me!

Le sue dichiarazioni più importanti erano rivolte ai giocatori.

Alla domanda sulla nuova libertà dei professionisti, Tuchel ha ribaltato la situazione. “Le decisioni ora ovviamente hanno più libertà per l'allenatore. Non è più necessario valutare le proprie decisioni e gli effetti a lungo termine che avranno”, ha detto l'allenatore, sembrando divertito dai volti sorpresi nella stanza.

{ “placeholderType”: “MREC” }

Sembrava una minaccia per i professionisti. È chiaro che Tuchel è disposto a prendere decisioni altamente impopolari e non deve più giustificarle.

Più tardi – quando un giornalista glielo chiese – la voce dell'allenatore si fece più forte. Alzò le mani in aria, le sue parole quasi si sovrapponevano. “Ti dà sicuramente un po' di libertà quando puoi essere un po' più spietato”, ha spiegato Tuchel. La sua minaccia ora è diventata più diretta e tagliente.

I presidenti sono impressionati dalle dichiarazioni di Tuchel?

Frasi che sicuramente faranno riflettere i dirigenti del Bayern. L’attuale allenatore è davvero pronto a distruggere le strutture tradizionali e consolidate nelle ultime settimane del suo mandato?

I tifosi del Bayern vedranno presto Joshua Kimmich, Thomas Muller e altre stelle meritevoli in panchina per settimane? Semplicemente perché Tuchel può farcela e il suo successore deve iniziare a ricostruire a partire dall'estate?

La formazione di Tuchel contro l'RB Lipsia sabato sera (18.30 su LIVETICKER) potrebbe essere la prima indicazione dei professionisti che crede siano dalla sua parte e che considera parte della fazione degli esperti.

Tuchel chiama il deficit

Anche se Tuchel ha ancora una volta le mani legate a causa della lunga lista degli infortunati. “Non abbiamo mai avuto una situazione in tutta la stagione in cui i giocatori lottano davvero per il loro posto perché sanno che quella posizione è occupata due volte. Ogni giocatore che viene ad allenarsi è nella squadra”, ha detto Tuchel, combinando questo con un'amara diagnosi: “Manchiamo a tutti”, forza, determinazione ed energia”.

Da notare anche che i commenti di Tuchel si sono discostati leggermente dal linguaggio generale utilizzato nel comunicato stampa di mercoledì. Mentre lì la rottura veniva descritta come “il risultato di una conversazione amichevole”, Tuchel ora dice: “Non sono sicuro che ci sia la possibilità per me di prendere una decisione”. Si tratta più di un’espulsione che di una separazione amichevole?

Tuchel-PK sarà ricordato

Sulla Säbener Strasse sono state dette parole meravigliose. L'allenatore del Bayern raramente ha dovuto annunciare la sua uscita imminente e certa durante le crisi. Quando nel 2013 Jupp Heynckes disse chiaramente che avrebbe lasciato il club e sarebbe stato sostituito da Pep Guardiola, le cose erano diverse. I campioni in carica in quel momento non erano in una spirale discendente, il rapporto con la squadra era considerato solido e i giocatori giocavano sotto la guida dell'allenatore.

Inoltre, Heynckes non ha dovuto lottare per la sua reputazione come fa ora Tuchel. Anche per questo il cinquantenne si è dato un misto di autocritica e fiducia in se stesso. Ovviamente nessuno deve pensare che a Monaco sia improvvisamente diventato un allenatore peggiore.

“Sono deluso da me stesso e dal modo in cui stiamo giocando in questo momento”, ha detto Tuchel quando gli è stato chiesto. Sport1. Lui e il suo team di allenatori hanno fatto tutto il possibile e continueranno a farlo. Non c’è stato un solo disaccordo, lavoriamo in squadra e non con obiettivi contrastanti.

Forse è qui che sta la verità. Sembra che Tuchel abbia fallito al Bayern Monaco non per un grosso errore, ma per mille piccole cose. Anche – a quanto pare – nell'ambiente dei campioni da record.

Tuchel con pochi rimproveri mediatici

Perché non voleva lasciare che i media guardassero il suo lavoro senza commenti. Anche la parola “ipocrita” è stata usata quando ha spiegato che a Monaco era importante che l'allenatore mettesse in panchina Thomas Müller o Rafael Guerrero.

“Sei il primo a fare la differenza. Chi lo ha sostituito? Poi i programmi speciali saranno preparati per una settimana e scritti per due settimane”, ha detto Tuchel, in uno stato di intensa rabbia, finché alla fine ha perso il filo con un sorridi e si è conclusa questa indimenticabile conferenza stampa.

Anche se il tecnico uscente del Bayern avrà molto da dire nelle prossime settimane.

Related articles

Una rotta importante per le vacanze verso l’Italia è stata chiusa per 22 giorni

Pagina inizialeil mondostava in piedi: 21 giugno 2024, 5:32Da: Bettina MenzelPremeredivisoMolti vacanzieri viaggiano verso il sud dell'Italia attraverso...

Lei è la nuova donna accanto a Mike Cease

Fase della conoscenza reciproca: lei è la nuova donna accanto a Mike CeasebroomflashIl DJ è stato visto l'ultima...

Qui puoi guardare le partite dell’EM 2024 in diretta TV e trasmetterle in streaming oggi

Home pageGli sportcalciostava in piedi: 21 giugno 2024, 4:45da: Marius Epp, Sasha MehrInsisteDivideMagentaTV ha i diritti di trasmissione...