Aprile 18, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Truffe circolanti: i clienti DKB e Volksbank dovrebbero fare attenzione

Truffe circolanti: i clienti DKB e Volksbank dovrebbero fare attenzione

I criminali prendono di mira i clienti di due banche tedesche. Puoi scoprire come funziona la loro truffa qui.

Come centro consumatori Report, sono emerse due nuove bufale. I criminali tentano di dirottare i clienti di Volksbanken e DKB verso falsi siti Web contenenti e-mail di phishing. Questo viene fatto con il pretesto di cambiare il sistema di sicurezza e la verifica dell’identità.

I truffatori mirano a indurre le loro vittime a fare clic sui collegamenti allegati e rivelare i loro dettagli.

Tentativo di phishing per clienti Volksbank

I criminali affermano che c’è stato un cambiamento nel sistema di sicurezza della Volksbank.

Foto: Centro consumatori

Nella posta, i criminali affermano che il conto del cliente Volksbank deve essere convertito al sistema di sicurezza più recente. Ciò è dovuto all’attuale “Regolamento”. Il trasferimento deve essere effettuato tramite un collegamento all’interno dell’e-mail ricevuta. La vittima dovrebbe fare clic su questo per eseguire la conversione. Tuttavia, questo è solo un tentativo di truffa per ottenere informazioni sensibili.

Un tentativo di phishing può essere identificato dall’aspetto impersonale dell’indirizzo e da diversi errori di ortografia. Il mittente non usa dieresi. Ciò indica che i truffatori hanno sede all’estero e non utilizzano una tastiera tedesca. L’e-mail dovrebbe essere spostata nella cartella spam senza una risposta.

Tentativo di phishing per client DKB

I clienti DKB sono tenuti a sottoporsi a un falso controllo di identità.

Foto: Centro consumatori

Inoltre, i clienti DKB ricevono sempre più messaggi fraudolenti nelle loro caselle di posta. L’e-mail afferma che alcune funzionalità dell’account sono limitate per “motivi di sicurezza”. Fondi, pagamenti o trasferimenti non possono essere prelevati fino a quando l’identità del titolare del conto non è stata nuovamente verificata. Utilizzando il pulsante allegato, il cliente della banca è tenuto a verificare la propria identità affinché il conto venga “ripristinato integralmente”. Entro 24 ore dalla verifica verrà quindi inviata un’e-mail con le informazioni relative allo stato dell’account aggiornato.

Anche questa email è un tentativo di truffa. Questo può essere riconosciuto dal saluto casuale “Ciao” e dall’elaborata formulazione del messaggio. Anche questa email dovrebbe essere spostata nella cartella spam senza risposta.

Interessante anche: