Dicembre 7, 2021

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Speranza di destra in Francia, Eric Zemmour sotto processo a Parigi

QuintoI giovani della Generazione Z si sono riuniti mercoledì davanti al tribunale penale di Parigi. Sventolando la bandiera francese, uno di loro tiene uno stendardo. “Capo Beeper!” Scritto sull’immagine dell’editore di estrema destra aspirante alla presidenza. Nei sondaggi, “Z”, come lo chiamano i suoi seguaci più giovani, è considerato un candidato presidenziale Marine Le Pen Già obsoleto. In aula, si trattava di una delle dichiarazioni di Eric Zemmour, che lo ha portato a essere portatore di speranza in un elettorato che crede di essere in una guerra di civiltà. “I minori non accompagnati non hanno affari con noi, sono ladri, sono assassini, stupratori, tutto qui. Dobbiamo conoscerli”, ha detto Zemmour il 29 settembre 2020 su “Face à l’info”.

Il programma, che C’News trasmette tutti i giorni in prima serata, ha reso famoso Zemmour. Ma la rissa contro gli immigrati minorenni ha varcato i confini di 24 club, tra cui SOS Racism e League for Human Rights. Sono stati accusati di incitamento all’odio razziale e all’abuso razziale. Consiglio radiotelevisivo CSA a marzo ha autorizzato la “promozione dell’odio e della violenza”; La conduttrice di C’News ha dovuto pagare una multa di 200.000 euro.

Zemmour è stato condannato due volte in passato per incitamento all’odio. Non si è moderato. Nel suo ultimo libro, France Didn’t Say the Last Word, si fa beffe del tentativo di addomesticarlo con una sentenza del tribunale. Scrive: “Nel corso degli anni, gli enti pubblici al fianco dei giudici si sono assunti il ​​compito del controllo mentale”. Prende in giro il ministro della Giustizia Eric Dupont-Moretti, che lo ha definito un “eccesso di odio” e lo ha accusato di fomentare una “guerra civile”. Zemmour nota di sentire la conferma degli eventi: due settimane dopo la sua dichiarazione “politicamente scorretta” sui minori immigrati non accompagnati, un giovane insegnante ceceno ha decapitato Samuel Baty con un coltello.

READ  Vertice online con Xi Jinping: Biden avverte del conflitto con la Cina

Lo staff della campagna esiste già

L’avvocato di 63 anni si è presentato mercoledì in aula con il suo avvocato. Ha dichiarato di vedere l’operazione come “solo un’altra tattica di intimidazione per i suoi avversari politici”. Zemmour sta già combattendo su un altro fronte: vuole schierarsi con la Polonia, che sta proteggendo l’Europa dai presunti immigrati che cantano “Allahu Akbar”. “Proteggendosi, la Polonia sta insegnando una lezione a tutta l’Europa”, ha detto Zemmour. Senza citare la fonte, ha distribuito un video presumibilmente girato al confine tra Polonia e Bielorussia. Le registrazioni hanno chiaramente lo scopo di suscitare paure: figure cupe si precipitano fuori dall’oscurità verso recinzioni di filo spinato, cercano di legare le scale e vengono spinte da guardie di frontiera in divisa. La qualità del suono è così scarsa che puoi ascoltare “Allahu Akbar” solo con molta immaginazione.

3 mesi F+ a soli 3 euro

In occasione del compleanno F+, puoi leggere tutti gli articoli su FAZ.NET a soli 3€ al mese.

Leggi F + ora


Ma Zemmour non è affatto interessato ai fatti, è felice di ogni opportunità di sollevare preoccupazioni sull’intrusione straniera e sull’invasione islamica dell’Europa. Accusa il governo sotto il presidente Macron di avere “più paura del filo spinato che dei jihadisti”. Il suo tema è la caduta dell’Occidente, che si è arreso all’Islam in nome degli ideali umani. Trae le sue idee da Oswald Spengler e Maurice Barrès. Soprattutto, è stato influenzato dal romanzo The Uprooted (1897), poco conosciuto in Germania, su sette residenti “sradicati” della Lorena a Parigi che si rendono conto dell’importanza di rivisitare la tomba o il funerale di Napoleone. Scritto da Victor Hugo. Zemmour arriva con l’obiettivo della resurrezione nazionale.