Giugno 29, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Sguardo del giorno della guerra: l’impianto chimico brucia a Sigorodonetsk, in Polonia, deluso da Schultz

Scorcio del giorno della guerra
In fiamme l’impianto chimico di Sievjerodonetsk – La delusione della Polonia con Scholz

Un grave incendio è scoppiato in un impianto chimico a Severodonetsk, ma le forze ucraine hanno continuato a resistere, ha affermato lo stato maggiore ucraino. Si dice anche che ci siano state battute d’arresto per le forze del Cremlino nel sud di Cherson, sebbene la Russia abbia già rilasciato passaporti ai civili. Il presidente della Commissione europea von der Leyen farà un viaggio a sorpresa a Kiev, mentre il cancelliere Schulz potrebbe aver intenzione di farlo. Varsavia non è soddisfatta del governo federale. Un rapido sguardo al 108° giorno di guerra.

L’esercito ucraino resiste

Secondo l’esercito ucraino, i combattimenti continuano nella città di Sevgerodonetsk, nell’Ucraina orientale. Lo stato maggiore dell’esercito ucraino ha dichiarato su Facebook che l’esercito russo ha bombardato le infrastrutture civili della città, della vicina Lysechansk e di altri tre luoghi. I soldati ucraini resistono agli attacchi russi a Severodonetsk. Il rapporto sulla situazione affermava che l’attacco è riuscito a respingere un attacco nel sobborgo di Mytelkino e l’esercito russo si è ritirato. I combattimenti sono continuati in un altro sobborgo.

Righello: I russi hanno Severodonetsk distrutta”

Il governatore di Luhansk Serhiy Gaidai ha detto a Telegram che le forze russe avevano “distrutto” Severodonetsk. “Questa è la loro tattica: non c’è bisogno di persone, non c’è bisogno di infrastrutture, non c’è bisogno di case, tutto dovrebbe essere semplicemente distrutto”. Il numero delle vittime civili è “enorme e spaventoso”. Il bombardamento russo ha provocato un grande incendio nell’impianto chimico dell’azoto. Gidayi ha detto alla televisione di stato che tonnellate di petrolio erano state precedentemente trapelate dall’impianto. Secondo le informazioni ucraine, centinaia di civili sono ancora nello stabilimento. Jaidi non ha detto se l’incendio fosse già stato spento.

Il governatore della città di Mykolaiv, a sud della linea del fronte, Vitaly Kim, ha fatto appello all’Occidente affinché fornisca maggiore sostegno militare al suo Paese. “L’esercito russo è più forte, ha molta artiglieria e munizioni”, ha detto Kim. I combattimenti in Ucraina sono attualmente in corso come una “guerra di artiglieria” – “le nostre munizioni sono esaurite”.

Indicazioni di carenza di munizioni per le forze del Cremlino

Tuttavia, ci sono indicazioni che le munizioni russe non dureranno per sempre: secondo le informazioni britanniche, le forze armate russe ora usano anche vecchi missili antinave per bombardare obiettivi in ​​Ucraina. Il ministero della Difesa di Londra ha affermato, sulla base dell’intelligence, che da aprile i bombardieri russi hanno probabilmente sparato dozzine di missili da crociera Kh-22 (designazione NATO: AS-4 Kitchen) imprecisi contro obiettivi terrestri. Il vice capo dell’intelligence militare ucraina vede anche una carenza di munizioni da parte russa. Nel primo mese di guerra, Mosca ha costantemente lanciato attacchi missilistici contro l’Ucraina, ma negli ultimi due mesi i bombardamenti si sono in qualche modo attenuati, ha detto Vadim Skipetsky al quotidiano britannico The Guardian.

Guadagni territoriali per l’Ucraina nel sud

Nel sud, l’esercito ucraino è stato in grado di ottenere piccoli guadagni territoriali. Secondo quanto riportato dal “New York Times”, citando le autorità locali ucraine, i soldati ucraini hanno attaccato in più punti le truppe russe nella regione di Kherson. Presero un villaggio chiamato Tavriyske e avanzarono verso molti altri villaggi. Si dice anche che gli elicotteri d’attacco ucraini abbiano “distrutto” un gruppo di forze russe. In un’altra battaglia, un’unità di paracadutisti russi fu uccisa.

I russi distribuiscono i passaporti a Cherson

Nel frattempo, la Russia ha consegnato i primi passaporti russi ai residenti della città ucraina occupata di Cherson. Sabato, 23 residenti della città ucraina meridionale hanno ricevuto i loro documenti d’identità durante una cerimonia, ha riferito l’agenzia di stampa ufficiale russa TASS. La regione di Kherson fu occupata quasi interamente dall’esercito russo all’inizio dell’offensiva russa contro l’Ucraina.

Visita a sorpresa: von der Leyen a Kiev

La Commissione europea intende presentare la sua valutazione sull’opportunità di concedere all’Ucraina lo status di candidato entro la fine della prossima settimana. Lo ha annunciato la presidente della Commissione europea Ursula von der Leyen durante una visita a sorpresa a Kiev nel pomeriggio. Al suo arrivo nella capitale ucraina, von der Leyen ha affermato che lei e il presidente ucraino Volodymyr Zelensky volevano “valutare gli sforzi congiunti necessari per la ricostruzione e i progressi compiuti dall’Ucraina nel suo percorso europeo”.

Dopo aver incontrato Zelensky, ha affermato che l’Ucraina “ha fatto molto per rafforzare lo stato di diritto, ma c’è ancora bisogno di riforme, ad esempio per combattere la corruzione o per modernizzare questa amministrazione ben funzionante per attirare gli investitori”.

Report non confermato: i piani di viaggio di Schulze con Macron e Draghi

Secondo un resoconto dei media, il cancelliere Olaf Schultz sta pianificando un viaggio congiunto a Kiev con il presidente francese Emmanuel Macron e il primo ministro italiano Mario Draghi prima del vertice del G7 a fine giugno. Lo riporta “Bild am Sonntag”, citando i dipartimenti del governo ucraino e francese. Un portavoce del governo a Berlino non ha risposto alla conferma di questa sera quando gli è stato chiesto da NTV.

Varsavia manca di buona volontà nelle consegne di carri armati tedeschi

La Polonia ha accusato il governo federale di non aver rispettato la consegna promessa di carri armati. “I colloqui si sono bloccati. Non ci sono buone intenzioni, speriamo che cambino”, ha detto alla radio Rmf.fm il capo dell’Ufficio presidenziale per la sicurezza nazionale, Paul Soloch. I due ministeri della difesa sono in contatto. Soloch ha detto che Berlino aveva richiesto l’uso di carri armati per sostituire i carri armati che la Polonia aveva dato all’Ucraina. “L’assistenza militare tedesca – che si tratti dell’Ucraina o del supporto dei paesi che forniscono questa assistenza – non è all’altezza delle aspettative”.

Altri articoli sulla guerra in Ucraina:

Tutti gli altri sviluppi possono essere trovati nel nostro sito web nastro dal vivo Leggi la guerra in Ucraina.

READ  Bashira: Bande in rivolta inseguono le donne sul Lago di Garda - Notizie all'estero