Febbraio 21, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Secondo il CLO Survey 2024 condotto da ACC in collaborazione con Exterro, i chief legal officer di oggi si trovano ad affrontare notevoli pressioni di bilancio e stanno ponendo una particolare attenzione strategica all’efficienza operativa.

Secondo il CLO Survey 2024 condotto da ACC in collaborazione con Exterro, i chief legal officer di oggi si trovano ad affrontare notevoli pressioni di bilancio e stanno ponendo una particolare attenzione strategica all’efficienza operativa.

Uno dei sondaggi più completi sui responsabili della conformità legale, con partecipanti provenienti da tutto il mondo, fornisce approfondimenti unici sul lavoro, sulle priorità e sulle sfide future degli uffici legali poiché l'ambiente aziendale globale continua a essere influenzato da vari fattori.

Associazione dei consulenti legali aziendali (ACC) in associazione con esternofornitore di soluzioni software di gestione del rischio dei dati per ridurre i rischi derivanti da contenziosi, normative sulla protezione dei dati e minacce alla sicurezza informatica, presenta ancora una volta il rapporto annuale Sondaggio sui funzionari legali senior (indagine CLO 2024) implementata. I risultati forniscono approfondimenti unici in due aree: L'indagine evidenzia le principali sfide che i CLO devono affrontare nei dipartimenti legali e aziendali e sottolinea come il ruolo e le responsabilità del CLO come partner commerciale strategico chiave possano essere ampliati.

Secondo i partecipanti di quest'anno, le normative e l'applicazione delle norme, la privacy e la sicurezza dei dati e le minacce alla sicurezza informatica sono i tre principali problemi che causano loro notti insonni. Nello specifico, il 34% dei CLO ritiene che le violazioni dei dati saranno la principale minaccia relativa ai dati da mitigare nel 2024, seguita dall'applicazione/regolamentazione della privacy (32%) e altre minacce alla sicurezza informatica (24%). Il 40% prevede di implementare nuove misure per proteggersi da queste minacce. Sebbene le minacce ai dati e gli investimenti per mitigarle siano al centro dell’attenzione da diversi anni, solo il 9% degli intervistati è “molto fiducioso” nella capacità delle proprie organizzazioni di mitigare i nuovi rischi legati ai dati.

A livello dell’ufficio legale, il 42% dei responsabili degli impegni di prestito ha affermato di farlo ancora Affrontare gravi pressioni di bilancio e dover fare di più con meno. Secondo il 52%, la loro azienda ha chiesto al proprio ufficio legale di risparmiare sui costi nell'ultimo anno. Queste pressioni potrebbero spiegare perché il 40% dei responsabili degli impegni di prestito considera l’efficienza operativa come l’iniziativa strategica più importante per i propri dipartimenti legali per il prossimo anno. Per migliorare l’efficienza, il 45% dei manager CLO vuole investire in nuove tecnologie e il 27% ritiene che una migliore collaborazione con l’azienda nel suo complesso possa portare a migliori risultati di business.

“Il sondaggio CCO 2024 condotto dall’ACCC, leader del settore, evidenzia la posizione sempre più difficile delle CCO”, ha affermato Vita T. Richardson, Presidente e CEO di ACC. “I sondaggi di quest'anno e degli anni precedenti hanno documentato chiaramente l'evoluzione del ruolo dei CLO. Il risultato: i CLO stanno assumendo aree di responsabilità sempre più diversificate e diventando un partner commerciale strategico integrato. Sebbene i gestori dei prestiti e i loro team stiano assumendo compiti aggiuntivi , sono sotto forte pressione per farlo.” Con meno risorse. A molti viene chiesto di tagliare i costi e allo stesso tempo devono fare i conti con compensi in forte aumento da parte di consulenti esterni. È improbabile che queste tensioni persistano a lungo termine. Miglioramento l’efficienza operativa e gli investimenti in nuove tecnologie aiuteranno sicuramente, ma non è certo se questi sforzi saranno sufficienti. Ciò che è certo, tuttavia, è l’impegno instancabile e la creatività dei CLO nel rappresentare le loro aziende ai più alti standard possibili in un contesto complesso e stimolante. contesto economico e normativo.

“Come mostra chiaramente il sondaggio CLO del 2024, i CLO si trovano ad affrontare un compito arduo nel dotare le proprie organizzazioni degli strumenti necessari per ridurre i rischi operativi legati ai dati”.afferma Bobby Balachandran, fondatore e CEO di Exterro. “Le pressioni concorrenti di 'fare di più con meno', ampliando al contempo l'ambito di responsabilità, richiedono un nuovo approccio. Le persone, la tecnologia e i processi ottimizzati devono essere implementati in modo ottimale per gestire in modo efficace i processi legali, la protezione dei dati, la governance dei dati, la conformità normativa e la sicurezza informatica. Exterro è lieto di collaborare nuovamente. Altri lavorano con l'ACC per fornire questa preziosa risorsa ai consulenti interni per affrontare queste difficili sfide.

Altri risultati chiave del sondaggio includono:

  • A livello internazionale, i gestori degli impegni di prestito non sempre riferiscono direttamente al CEO. L'indagine di quest'anno ha incluso un numero maggiore di partecipanti provenienti da fuori degli Stati Uniti rispetto agli anni precedenti. Mentre negli Stati Uniti la quota di funzionari addetti ai prestiti garantiti che riportano direttamente al CEO è leggermente aumentata (82% nel 2024 rispetto all’81% nel 2023), questa quota è diminuita al di fuori degli Stati Uniti (63% nel 2024 rispetto al 66% nel 2024). ). Di conseguenza, la quota complessiva è leggermente diminuita rispetto al 77% nel 2023 ed è scesa al 75% nel 2024.
  • La maggior parte dei responsabili degli impegni di prestito (58%) supervisiona almeno tre funzioni aziendali aggiuntive che non sono di responsabilità dell'ufficio legale. Con il 27% responsabile di cinque o più lavori. Queste aree più comuni includono la protezione dei dati (44%), l'etica (43%) e il rischio (38%), ma anche aree come l'ambiente, il sociale e la governance (ESG) (24%), gli affari governativi (22%) e sicurezza informatica (14% e risorse umane 14%).
  • La maggior parte degli obblighi di prestito garantiti hanno visto un aumento del carico di lavoro. Il 59% ha affermato che il proprio carico di lavoro è “aumentato in modo significativo” o “leggermente aumentato” nell’ultimo anno – e solo il 3% ha affermato che il proprio carico di lavoro è diminuito. Secondo l’indagine, il 59% di loro si ritiene “soddisfatto” o “molto soddisfatto” del proprio equilibrio tra lavoro e vita privata. Tuttavia, per coloro che hanno riscontrato un aumento significativo del carico di lavoro, questa percentuale era solo del 20%.
  • Il 67% dei CLO ritiene che l’intelligenza artificiale avrà un impatto “per lo più positivo” o “leggermente positivo” sulla professione legale interna. Aree come l’analisi dei documenti (35%) e la progettazione dei documenti (28%) probabilmente trarranno maggiori benefici dall’intelligenza artificiale.
  • Secondo il 38% dei gestori di prestiti garantiti, il loro CEO desidera che abbiano più senso degli affari e conoscenza del settoreSeguono maggiori capacità di leadership (28%) ed esperienza finanziaria (24%).
  • Gli approcci alle questioni ESG continuano a variare ampiamente, con il 19% degli intervistati che afferma che le proprie aziende non hanno una strategia ESG. Sebbene il 77% dei CLO affermi di essere coinvolto nella definizione della strategia ESG della propria azienda, secondo il sondaggio solo il 29% è “fortemente coinvolto” e il 36% è “abbastanza coinvolto”. I CLO al di fuori degli Stati Uniti sono più attivamente impegnati nella strategia ESG, con il 91% che ha un certo livello di impegno, rispetto al 70% negli Stati Uniti.
  • La qualifica lavorativa “chief legal officer” è quella utilizzata più frequentemente: 28% dei partecipanti detiene il titolo di “Chief Legal Officer” – un aumento del 7% dal 2022.

L’indagine ha analizzato i dati di 669 CLO di 20 settori e 31 paesi.