Aprile 23, 2024

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

seconda terra? I cacciatori di pianeti in Germania usano la sonda ESA PLATO | vita e conoscenza

seconda terra?  I cacciatori di pianeti in Germania usano la sonda ESA PLATO |  vita e conoscenza

L’universo è un deserto freddo e morto? Siamo noi umani le uniche creature intelligenti, sole nell’universo? O ci sono altri mondi con la vita?

In risposta a queste grandi domande umane, il Dr. La risposta di Renee Heller. Un astrofisico e il suo team stanno esaminando lo spazio per una seconda Terra! Sono il più vicino possibile!

Bild in cacciatori di pianeti in germania!

Incontriamo il Dr. René Heller al Max Planck Institute for Solar System Research di Göttingen! Non su uno dei tanti grandi telescopi su questa terra. Heller: “Usiamo computer all’avanguardia per valutare i dati che i telescopi ci portano di stanza nello spazio. “

Non può immaginare che siamo gli unici esseri umani in questo universo :D.  Heller spera di poter trovare presto una seconda Terra

Non può immaginare che siamo gli unici esseri umani in questo universo :D. Heller spera di poter trovare presto una seconda Terra

Foto: Lars Berg

Nel 1995, due cittadini svizzeri, che in seguito vinsero il Premio Nobel, scoprirono il primo pianeta al di fuori del nostro sistema solare. Il mondo era capovolto. Quindi non solo ci sono miliardi di soli, ma probabilmente ci sono molti, molti pianeti. Ad oggi sono stati trovati più di 5.000 cosiddetti esopianeti.

Dr. Heller: “Non c’è ancora stata una seconda Terra, ma ci sono almeno alcuni pianeti che hanno le dimensioni della Terra”. E ne sappiamo ancora molto poco.

I ricercatori conoscono diversi tipi di pianeti: giganti gassosi come Giove, pianeti con nuclei giganti di ghiaccio come Nettuno e pianeti rocciosi come la Terra. Possono esistere anche mondi acquatici. Solo: la vita sulla maggior parte di loro non è possibile come lo è su di noi: o fa troppo caldo o troppo freddo, oppure non c’è atmosfera di ossigeno.

La sonda PLATO dell’Agenzia spaziale europea (ESA) dovrebbe raggiungere la svolta

Dr. Heller: “Naturalmente potrebbero esserci organismi che non hanno bisogno di ossigeno”. Ma è inimmaginabile per noi umani, perché per vivere abbiamo bisogno di un pianeta fatto di roccia, con acqua liquida e, ovviamente, ossigeno.

Ed è così che funziona la ricerca: i telescopi nello spazio come James Webb o TESS possono vedere e scansionare questo transito solo quando un pianeta passa davanti al suo sole.

Analisi molto sofisticate possono essere utilizzate per determinare il tipo di pianeta e se vi sono presenti gas come l’ossigeno o l’anidride carbonica.

Questo è un modello più piccolo della sonda EA Plato, che verrà utilizzata per trovare altri pianeti nello spazio in futuro

Questo è un modello più piccolo della sonda EA Plato, che verrà utilizzata per trovare altri pianeti nello spazio in futuro

Foto: Lars Berg

Con la nuova sonda PLATO dell’ESA, che sarà lanciata nel 2026, il team del Dr. Ricerca rivoluzionaria di Heller. Con 26 telecamere ad alta tecnologia a bordo, PLATO ha effettuato la potatura di esopianeti simili alla Terra attorno a stelle simili al sole. La sonda sarà utilizzata per studiare con grande precisione parte della Via Lattea per sei anni.

Dr. Heller: “E qui a Gottinga saremo tra i primi a ricevere e vedere i dati da PLATO.”

Forse allora esisterà finalmente la tanto attesa seconda Terra. E René Heller può quindi fornire risposte entusiasmanti alle più grandi domande dell’umanità.