Luglio 2, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Scuola USA: i genitori di un ragazzo di 15 anni accusati dopo un attacco mortale

panorama La pistola come ‘regalo di Natale’

Genitori di un ragazzo di 15 anni incriminato dopo un attacco mortale a una scuola americana

Dopo la sparatoria all'American School in Michigan

Lutto dopo l’attacco alla Oxford High School

Cosa: pa / dpa / AP / Paul Sancya

Un padre e suo figlio acquistano una pistola semiautomatica e pochi giorni dopo il quindicenne spara a quattro persone nella sua scuola. Ora il procuratore generale del Michigan sta facendo causa ai genitori per omicidio colposo. Sei in fuga.

nDopo un attacco armato che ha provocato quattro morti in una scuola nello stato americano del Michigan, anche i genitori dell’aggressore 15enne sono stati accusati. Il procuratore generale Karen MacDonald ha detto venerdì che la magistratura sta accusando James e Jennifer Curmbley di quattro omicidi negligenti. Il padre aveva acquistato l’arma del delitto, una pistola semiautomatica, con suo figlio quattro giorni prima dell’attacco.

Dopo l’incriminazione, i genitori sarebbero fuggiti. Michael Bouchard, lo sceriffo della contea di Oakland, ha affermato che la posizione dei genitori è attualmente sconosciuta e pertanto è considerata volatile. Alla ricerca ha partecipato anche l’FBI della polizia federale. “La terremo presto”, ha detto. “Non puoi sottrarti alle tue responsabilità in questa tragedia.”

Il 15enne ha aperto il fuoco martedì nella sua scuola nella piccola città di Oxford, a nord di Detroit. Ha ucciso quattro dei suoi compagni di classe, di età compresa tra 14 e 17 anni, e ha ferito altre sette persone. Dopo l’incidente, è stato arrestato senza opporre resistenza e successivamente accusato, tra l’altro, di quadruplo omicidio e terrorismo. Secondo il codice penale degli adulti, l’adolescente deve essere perseguito. Rischia l’ergastolo.

La pistola come “regalo di Natale”

Si dice che la madre dell’aggressore abbia descritto l’arma, una pistola semiautomatica, su piattaforme Internet come un “regalo di Natale” per suo figlio, ha detto il procuratore generale MacDonald.

Il procuratore distrettuale Karen MacDonald durante una conferenza stampa a Pontiac, nel Michigan, venerdì

Il procuratore distrettuale Karen MacDonald durante una conferenza stampa a Pontiac, nel Michigan, venerdì

Coyle: AFP/Eric Sales

Secondo la polizia, il 15enne aveva registrato un video sul suo cellulare la notte prima del delitto, che annunciava l’attacco il giorno successivo. La mattina dopo l’amministrazione scolastica gli ha chiesto di parlare con i suoi genitori perché sulla sua scrivania sono stati scoperti disegni di fantasie violente.

“I pensieri non si fermano. Aiutami”, lesse accanto all’immagine di una pistola. Inoltre, il ragazzo ha tirato fuori una cartuccia e un cadavere, insieme al messaggio: “La mia vita è inutile”. Tuttavia, i genitori si sono rifiutati di portare a casa il figlio. Poi il quindicenne è tornato in classe. Più tardi ha tirato fuori la pistola che nascondeva nella sua borsa nel bagno della scuola e ha aperto il fuoco.

“L’idea che i genitori leggano queste parole e sappiano contemporaneamente che il loro figlio ha accesso a un’arma letale che gli hanno dato è scandalosa e penso criminale”, ha affermato il procuratore generale MacDonald. Ha anche accusato i genitori di non essersi assicurati che l’adolescente avesse la pistola.

fatti ‘brutali’

“Queste accuse hanno lo scopo di ritenere responsabili coloro che hanno contribuito a questa tragedia e di inviare un messaggio ai proprietari di armi che ne hanno la responsabilità”, ha affermato il procuratore generale MacDonald.

Commemorazione dei quattro morti e dei sette feriti all'ingresso della Oxford High School

Commemorazione dei quattro morti e dei sette feriti all’ingresso della Oxford High School

Fonte: AFP/Scott Olson

MacDonald ha detto che i genitori hanno acquistato l’arma del delitto, hanno permesso al figlio minorenne di usare la pistola e hanno ignorato gli avvertimenti. Ha aggiunto che le accuse contro mio padre per un simile atto di violenza scolastica sono estremamente rare, ma in questo caso i fatti sono “oltraggiosi”.

Il 15enne ha aperto il fuoco martedì nella sua scuola nella piccola città di Oxford, a nord di Detroit. Ha ucciso quattro dei suoi compagni di classe, di età compresa tra 14 e 17 anni, e ha ferito altre sette persone. Dopo l’incidente, è stato arrestato senza opporre resistenza e successivamente accusato, tra l’altro, di quadruplo omicidio e terrorismo. Secondo il codice penale degli adulti, l’adolescente deve essere perseguito. Rischia l’ergastolo.

READ  Nastro di notizie Corona: Polonia e Svizzera aree ad alto rischio | NDR.de - Notizie