Maggio 16, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Scorcio del giorno della guerra: le truppe russe si ritirano da Kharkiv – Putin mette in guardia la Finlandia dall’adesione alla NATO

Un rapido sguardo al giorno della guerra
Le forze russe si ritirano da Kharkiv – Putin mette in guardia la Finlandia dall’adesione alla NATO

Durante una telefonata, il presidente russo Putin ha messo in guardia il suo omologo finlandese Niinstro dall’adesione alla NATO. La Turchia ha subordinato l’adesione della Turchia all’alleanza militare. Kiev riporta il ritiro delle truppe russe da Kharkiv. Un rapido sguardo all’80° giorno di guerra.

Le forze russe si ritirarono a Kharkiv

Secondo l’esercito ucraino, è riuscito a scacciare le truppe russe dalla città settentrionale di Kharkiv, che era una priorità per Mosca. “Gli sforzi del nemico si concentrano principalmente sull’assicurare il ritiro delle sue unità dalla città di Kharkiv”, ha detto un portavoce dello stato maggiore ucraino, nella regione di Kharkiv. Nel frattempo, il governatore della regione di Kharkiv Oleg Senegubov ha dichiarato in un video clip su Telegram che le forze ucraine stanno lanciando un contrattacco verso la città nord-orientale di Izyum.

Secondo l’Istituto per lo studio della guerra con sede negli Stati Uniti, un think tank della difesa, gli ucraini “sembrano aver vinto la battaglia di Kharkiv”. “Le forze ucraine hanno impedito alle forze russe di circondare Kharkiv, per non parlare di catturarla, e poi le hanno espulse dalla periferia della città”. Avrebbero fatto lo stesso nella battaglia della capitale ucraina Kiev.

Secondo le loro stesse dichiarazioni, le forze ucraine hanno anche rallentato l’avanzata russa nell’est del paese con una feroce resistenza. Il governatore della regione di Luhansk, Serhiy Gaidai, ha affermato che i soldati hanno respinto i tentativi del nemico di attraversare un fiume e circondare la città di Severodonetsk. “Attualmente sono in corso pesanti combattimenti al confine con la regione di Donetsk, sul lato della città di Popasna”, ha detto Gaidai. Secondo il governatore, le truppe russe hanno subito pesanti perdite di soldati e attrezzature. Attraverso le telefonate intercettate, la parte ucraina ha appreso che “un intero battaglione russo si è rifiutato di attaccare perché ha visto cosa stava succedendo”.

Le foto aeree hanno mostrato dozzine di veicoli corazzati distrutti sulla riva del fiume, nonché ponti di barche distrutte. Il ministero della Difesa britannico ha affermato che le forze russe hanno subito pesanti perdite dopo che le forze ucraine hanno respinto il loro tentativo di attraversare il fiume. La manovra parla della “pressione sui leader russi per far avanzare le loro operazioni nell’Ucraina orientale”. Il ministero ha affermato che le forze armate russe “non hanno compiuto progressi tangibili nonostante la concentrazione delle loro forze in questa regione”.

Putin parla di “errori”

in uno Telefonata con il presidente finlandese Sauli Niinistö Il presidente del Cremlino Vladimir Putin ha definito un errore la prevista adesione di Helsinki alla NATO. Putin ha sottolineato durante i colloqui, secondo il Cremlino, che la Russia non rappresenta una minaccia per il paese vicino. Ha avvertito che l’allontanamento della Finlandia dalla tradizionale neutralità porterà al deterioramento delle relazioni di buon vicinato. I colloqui sono avvenuti su iniziativa del presidente finlandese per spiegare la decisione di aderire alla Nato alla luce dell’invasione russa dell’Ucraina, secondo fonti di Helsinki. Secondo il sito web dell’ufficio presidenziale finlandese, Niinistö ha dichiarato: “La conversazione è stata aperta e diretta, ma senza escalation. Era importante evitare tensioni”. Il governo finlandese ha annunciato giovedì di voler aprire la strada all’adesione alla NATO.

La Turchia chiede colloqui sul PKK

La Turchia ha il suo Riserve sull’ingresso di Finlandia e Svezia nella NATO Ha sottolineato, ma allo stesso tempo ha indicato la volontà di parlare. Il ministro degli Esteri Mevlut Cavusoglu ha affermato che il suo Paese ha sempre sostenuto la politica della “porta aperta”. Tuttavia, Finlandia e Svezia hanno sostenuto “organizzazioni terroristiche” come il fuorilegge Partito dei lavoratori del Kurdistan (PKK) e la milizia delle unità di protezione del popolo curdo (YPG) in Siria. Inoltre, a causa della lotta della Turchia contro questi gruppi, c’erano restrizioni all’esportazione di armi che la Turchia otteneva dall’estero. Çavuşoğlu ha affermato che la maggioranza della popolazione turca è quindi contraria all’ammissione di questi due paesi alla NATO, “e chiedono che la blocchiamo”. Dovremo parlare di queste cose – “con i nostri alleati della NATO così come con questi paesi”.

Il presidente turco Recep Tayyip Erdogan ha già causato disordini nell’alleanza con dichiarazioni negative sulla possibilità che Finlandia e Svezia aderiscano alla NATO. “Stiamo attualmente monitorando gli sviluppi relativi a Svezia e Finlandia, ma non abbiamo un’opinione positiva su di essi”, ha affermato. La Scandinavia è quasi “ospiti di organizzazioni terroristiche” come il Partito dei Lavoratori del Kurdistan fuorilegge.

Se necessario, il G7 vuole fornire armi per anni

Se necessario, la Germania e gli altri paesi del G7 vogliono continuare a fornire alle forze armate ucraine armi e altro equipaggiamento militare per combattere gli aggressori dalla Russia negli anni a venire. “Continueremo la nostra continua assistenza militare e di difesa all’Ucraina per tutto il tempo necessario”, si legge in una dichiarazione adottata dai ministri degli Esteri del Gruppo delle principali nazioni industriali democratiche (G7). Al termine delle consultazioni nello Schleswig-Holstein, il ministro degli Esteri Annalena Barbock ha anche sottolineato il sostegno politico ai paesi del G7. “Non riconosceremo mai i cambiamenti di confine che la Russia vuole imporre con la forza militare”, ha detto.

Riferendosi ai porti ucraini bloccati, Barbuk ha affermato che sono attualmente allo studio alternative al trasporto di grano dall’Ucraina per rompere il blocco russo nella regione. Avendo problemi con il trasporto ferroviario attraverso la Romania, controllano le esportazioni attraverso i porti baltici. Tuttavia, è necessario prima chiarire i requisiti di base su come raggiungere i porti. 25 milioni di tonnellate di grano sono state immagazzinate nei porti ucraini.

L’ex leader russo Dmitry Medvedev ha risposto alla dichiarazione del G7 con scherno e critiche. Ha commentato su Telegram: “Per usare un eufemismo, al nostro Paese non interessa se il G7 non riconosce i nuovi confini”. La portavoce del ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova, ha attaccato Berbock su Telegram per il pericolo di una crisi globale della fame. Ha scritto che i prezzi erano aumentati a causa delle sanzioni occidentali. “Se non lo capisci, è un segno di stupidità o deliberatamente fuorviante il pubblico”.

Altri articoli sulla guerra in Ucraina

unUlteriori sviluppi possono essere trovati sul nostro sito web nastro dal vivo Leggi la guerra in Ucraina.

READ  Nastro ucraino: Putin e Schulze hanno chiamato l'Ucraina