Agosto 11, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Scorcio del giorno della guerra: i contrattacchi di Kiev su Cherson – Russia e Ucraina discutono delle spedizioni di grano

Un rapido sguardo al giorno della guerra
Kiev contrattacca Cherson – Russia e Ucraina discutono della consegna del grano

L’Ucraina vuole riprendere la città occupata di Cherson, nel sud del paese, e afferma di aver colpito un deposito di munizioni in un attacco missilistico. Sebbene le forze russe tendano a essere di stanza a est, la città di Mykolaiv, ucraina meridionale, ha riferito di attacchi. Nel frattempo, c’è speranza nella disputa sulle spedizioni di grano. I rappresentanti di Mosca e Kiev dovrebbero arrivare a Istanbul per consultazioni. Un rapido sguardo al 138° giorno di guerra.

L’Ucraina lancia il contrattacco a Kherson

L’Ucraina ha lanciato un contrattacco nel sud del Paese per riprendere il controllo dei territori occupati dalla Russia. Secondo fonti ucraine, missili a lungo raggio sono stati lanciati contro obiettivi Di conseguenza, ha colpito un deposito di munizioni a Nowa Kakhovka vicino a Cherson. 52 russi furono uccisi. Secondo l’amministrazione insediata dalla Russia nella regione, almeno sette persone sono rimaste uccise nel bombardamento ucraino. Il capo dell’amministrazione, Vladimir Leontiev, è stato citato dall’agenzia di stampa russa TASS per aver affermato che circa 60 altri sono rimasti feriti. Le informazioni non possono essere verificate in modo indipendente. Leontyev ha anche detto che un magazzino contenente salgemma è stato colpito. Il nitrato può essere utilizzato come fertilizzante e per la produzione di esplosivi. Nell’attacco sono stati utilizzati missili del sistema missilistico mobile statunitense HIMARS. L’Ucraina inizialmente non ha commentato questo.

I russi stanno operando anche nel sud: nuovo attacco a Mykolaiv

Le forze russe hanno concentrato i loro attacchi nell’est del paese. Dopo aver conquistato la regione di Luhansk, Donetsk è ora nel mirino della Russia; Se ci riesci, l’intero Donbass verrà catturato. Il governatore della regione di Donetsk, Pavlo Kirilenko, ha affermato che c’è un ampio dispiegamento di truppe russe nella regione, in particolare nelle regioni di Bakhmut e Seversk, nonché a Sloviansk e Kramatorsk. I bombardamenti sono proseguiti lungo la linea del fronte. Kirilenko ha detto che le forze russe stanno ancora cercando di sfondare ma vengono respinte. Secondo TASS, le forze russe hanno già circondato la città di Siwersk. La città di Mykolaiv, nell’Ucraina meridionale, è stata attaccata oggi dalle forze russe. Secondo l’omonimo governatore distrettuale, almeno 12 persone sono rimaste ferite. Il governatore Vitaly Kim ha dichiarato tramite Telegram che i proiettili di diversi lanciarazzi hanno colpito due strutture mediche ed edifici residenziali.

Russia e Ucraina discutono della consegna del grano a Istanbul

Nella lite per le esportazioni di grano dall’Ucraina che la Russia ha interrotto, c’è speranza per una soluzione. Le delegazioni di Russia e Ucraina stanno discutendo la ripresa delle consegne di grano attraverso il Mar Nero in Turchia mercoledì. Secondo Ankara, all’incontro di Istanbul parteciperanno anche rappresentanti delle Nazioni Unite e della Turchia. La comunità internazionale chiede da settimane alla Russia di consentire l’esportazione di grano ucraino.

L’Iran fornisce alla Russia droni?

Secondo gli Stati Uniti, l’Iran vuole sostenere la Russia nella guerra. “Le nostre informazioni mostrano che il governo iraniano si sta preparando a schierare rapidamente diverse centinaia di droni, compresi quelli in grado di trasportare armi”, ha affermato Jake Sullivan, consigliere per la sicurezza nazionale del presidente degli Stati Uniti Joe Biden. Sullivan ha affermato che l’Iran addestrerà anche i russi all’uso di questi droni, che vengono spesso chiamati colloquialmente droni. Non è chiaro se queste armi siano state effettivamente consegnate. L’Iran ha negato i commenti di Sullivan. Uno è per una soluzione diplomatica e contro una soluzione militare al conflitto.

La Slovenia prevede presto lo scambio di armi con la Germania

Il primo ministro sloveno Robert Golub prevede di concludere un accordo con la Germania sullo scambio di anelli di armi entro la fine dell’estate. Di conseguenza, il paese consegnerà i carri armati T72 all’Ucraina, tra le altre cose, e quindi riceverà equipaggiamento militare dalla Germania in alternativa. Secondo Golub, le armi di fabbricazione russa, che sono ancora disponibili nei paesi dell’Europa orientale, sono facili da usare per i soldati ucraini. Ha detto in precedenza che la Slovenia aveva già consegnato armi all’Ucraina. “Ma presto non ci saranno più armi di fabbricazione russa”, ha detto delle scorte nei paesi della NATO. Gollop ha rifiutato di richiedere un ritardo a causa dello scambio dell’anello. Il ritardo maggiore è anche con le armi slovene perché i primi materiali militari scartati devono essere rimessi in gioco.

Gli Stati Uniti sostengono l’Ucraina con altri 1,7 miliardi di dollari

Gli Stati Uniti hanno fornito ulteriori 1,7 miliardi di dollari (1,69 miliardi di euro) di sostegno al bilancio all’Ucraina, che è sotto attacco dalla Russia. USAID ha annunciato che gli operatori sanitari devono essere pagati con esso. Il denaro dovrebbe garantire che il governo di Kiev possa continuare a operare e garantire servizi di base come l’assistenza sanitaria. Secondo l’agenzia, ha già fornito un totale di 4 miliardi di dollari in sovvenzioni.

L’Unione Europea congela 14 miliardi di euro da oligarchi e partner

Secondo le sue stesse dichiarazioni, l’Unione Europea ha finora congelato asset russi per un valore di circa 14 miliardi di euro. Secondo il commissario UE alla Giustizia Didier Reynders, questi sono i valori di un’oligarchia o di altre persone, aziende, società o organizzazioni. “Questo è troppo”. Con oltre dodici miliardi di euro, la maggior parte dell’esatto importo di 13,8 miliardi è stata determinata da soli cinque dei 27 paesi dell’Unione Europea. “Quindi dobbiamo convincere gli altri a fare lo stesso”, ha detto Reynders prima di una riunione dei ministri della giustizia dell’UE a Praga. Non ha menzionato i cinque paesi coinvolti.

La banca centrale russa vede segnali di stabilità economica

Quali sono le sanzioni? Questa è una domanda frequente. La Banca centrale russa vede segnali di stabilizzazione dell’economia dopo la recessione a seguito delle sanzioni occidentali. Kirill Tremazov, direttore della politica monetaria della Banca centrale russa, ha affermato che la crisi causata dalla guerra in Ucraina si sta sviluppando meno male di quanto inizialmente previsto. L’esperto ha parlato in vista della riunione del 22 luglio in cui la banca dovrebbe tagliare il tasso di interesse dal 9,5% per sostenere l’economia con un credito più conveniente. Un consigliere del presidente russo Vladimir Putin aveva previsto a maggio che il prodotto interno lordo del paese potrebbe ridursi di un massimo del 5% nel 2022. Poche settimane fa, il ministero dell’Economia russo ha previsto un calo di oltre il 12%, il calo più grande dal crollo dell’Unione Sovietica nel 1991.

La Germania e l’Austria chiedono aiuto per la grave carenza di gas

La sicurezza energetica, scossa dalla mancanza di forniture di gas dalla Russia, è ancora oggetto di dibattito in Germania. La Traffic Lights Alliance discute sempre più di tempi di funzionamento più lunghi per le tre centrali nucleari rimanenti del paese. Nel frattempo, un’alleanza di vicinato incombe in caso di grave carenza di gas tra Germania e Austria. Ciò deriva da una dichiarazione congiunta dei ministri della protezione del clima, Robert Habeck e Leonor Gosler. “Ciò include anche la garanzia dei diritti di transito in caso di carenza di gas, a condizione che non vi siano ragioni tecniche o di sicurezza altrimenti”.

Faeser vuole proteggere meglio la Germania dagli attacchi informatici

La guerra in Ucraina aumenta il rischio di attacchi hacker: il ministro dell’Interno Nancy Visser vuole equipaggiare meglio le autorità di sicurezza per difendersi dagli attacchi da Internet. Ha presentato il suo programma della giornata, che include anche le previste modifiche allo statuto. Mira ad ampliare le competenze delle autorità federali e migliorare la cooperazione con i Länder federali. “Il punto di svolta a cui stiamo assistendo alla luce della guerra aggressiva della Russia contro l’Ucraina richiede un riallineamento strategico e importanti investimenti nella nostra sicurezza informatica”, ha affermato il ministro. Il Federal Bureau of Information Security (BSI) dovrebbe essere ampliato per diventare un ufficio centrale tra i governi federale e statale.

Altri articoli importanti sulla guerra in Ucraina:

Tutti gli altri sviluppi possono essere trovati sul nostro sito web Live tape sulla guerra in Ucraina leggere.

READ  Il governo federale compra gas per 1,5 miliardi di euro: Polonia e Norvegia stanno costruendo di nuovo il “Baltic Pipe”.