Luglio 2, 2022

Italnews

Trova tutti gli ultimi articoli e guarda programmi TV, servizi e podcast relativi all'Italia

Salute – Jenna – Esperta Covid un po’ preoccupata per BA.5 – Salute

Gina (dpa/w) – Nonostante il subfattore di omicron BA.5, Matthias Blitz, scienziato infettivo di Gina, presume che lo stato della corona diminuirà in estate. Lo ha affermato il capo dell’Istituto di medicina e igiene ospedaliera delle malattie infettive presso l’ospedale universitario di Jena, affiliato all’agenzia di stampa tedesca. In Portogallo e Sud Africa, gli incidenti sono attualmente in aumento, anche se con un numero molto basso di decessi.

“In generale, gli infortuni gravi sono meno in estate che in inverno”, ha continuato Blitz. Ciò è dovuto a molti fattori, incluso il fatto che le persone spesso contraggono infezioni all’esterno, dove il carico di agenti patogeni è inferiore. Ma ci sono altri fattori in gioco in estate. Tra gli altri, Blitz ha notato una minore suscettibilità complessiva alle malattie, instabilità dei virus ai raggi UV e temperature elevate, una ridotta circolazione di altri agenti patogeni respiratori e una diminuzione associata delle infezioni miste e il possibile effetto della vitamina D.

La sottolinea omicron BA.2 attualmente domina in Germania, ma la proporzione della variante BA.5 è in aumento, anche se a un livello basso. Secondo il Robert Koch Institute (RKI), è stato trovato in ogni dieci campioni nella settimana prima dell’ultima. Il BA.5 in Turingia è nell’intervallo percentuale a una cifra, ha detto Blitz, indicando circa 20.000 sequenze nello Stato libero, ovvero i test per la variante del virus.

Al momento non è chiaro cosa faccia l’emergere di BA.5 alla gravità della malattia, ha affermato Blitz. Al momento non ci sono prove che l’infezione fosse più grave delle varianti BA.1 o BA.2. Tuttavia, BA.5 sembra essere più contagioso delle altre due varianti e mina l’immunità di BA.1.

READ  COVID-19: i virus SARS-CoV-2 si replicano nella retina

Uno specialista in malattie infettive non ritiene che sia una buona idea rinunciare a tutte le precauzioni estive. “Sarebbe come togliersi la cintura di sicurezza quando si guida nella zona 30”. Secondo un recente studio, la vaccinazione riduce il rischio di contrarre il COVID-19 di circa il 15%. Questo è meglio di niente, ma non è nemmeno una protezione perfetta. Per la maggior parte delle persone, Long-Covid passerà di nuovo. “Ma ho anche pazienti che soffrono da diversi mesi”.

A maggio il Ministero della Salute della Turingia ha cercato di sensibilizzare sul tema della vaccinazione corona con una campagna mediatica. Una portavoce ha detto che 1,3 milioni di messaggi informativi sono stati inviati alle famiglie della Turingia. Secondo il Robert Koch Institute, dall’inizio alla fine di maggio in Baviera sono stati aggiunti solo 500 vaccini iniziali contro la corona. La portavoce non ha fornito alcuna informazione sui costi della campagna: Deutsche Post non ha ancora pagato il conto.

Il gruppo parlamentare della Cdu nel parlamento statale ha criticato la lunga scadenza della campagna elettorale. “La procedura è costosa e probabilmente alla fine svanirà, in gran parte senza effetto”, ha affermato Christoph Seibel, portavoce della politica sanitaria. Il Ministero della Salute impiega quasi sei mesi per inviare la lettera. La lettera includeva i dati sulla sicurezza del vaccino di dicembre. “Il caso è un esempio della gestione di Corona da parte del governo statale corrotto”.

La portavoce del ministero ha affermato che il giornale d’informazione è stato preparato in primavera. A causa di problemi con la consegna delle buste, tra l’altro, si sono verificati dei ritardi. L’obiettivo era mantenere la scrittura il più atemporale possibile. Ora ci sono dati più recenti, come un nuovo rapporto sulla sicurezza del Paul Ehrlich Institute sugli effetti collaterali dei vaccini. “Tuttavia, questo non cambia la dichiarazione sottostante dei dati.” Inoltre, con l’avvicinarsi delle stagioni autunnali e invernali, la vaccinazione è la misura preventiva più importante per contenere l’epidemia. Il paese ha anche una rete centrale di punti di vaccinazione.

READ  herpes zoster: questi sono i primi sintomi

Lo scienziato del contagio Blitz ha un’altra preoccupazione prima dell’autunno: la possibilità che l’influenza si diffonda, specialmente tra i giovani adulti. Negli ultimi due inverni, la stagione influenzale è quasi fallita in tutto il mondo. “C’è il rischio che molti bambini piccoli abbiano il loro primo vaccino antinfluenzale in tempo la prossima stagione, come abbiamo visto con l’RSV (virus respiratorio sinciziale) lo scorso autunno. L’influenza non è priva di rischi per i bambini piccoli”, ha detto Blitz. . La vaccinazione prima dell’autunno è particolarmente importante qui. Ha fatto riferimento alla vaccinazione “senza ago” sotto forma di spray nasale per bambini.

© dpa-infocom, dpa: 220611-99-625676 / 4